L’uguaglianza o l’equità?

banner di valtolla's fotoblog ( valtolla iPhoto)

Uguaglianza o equità? Verrebbe voglia di rispondere: entrambe!

Ma in tempi di “vacche magre” e tonalità finanziarie  sempre più tendenti al rosso questo non crediamo sia più possibile.

Se il problema è mantenere coesione sociale [ leggi senso civico diffuso] allora la domanda del titolo trova solo una risposta: l’equità!

Parliamo di alcuni fatti relativi al mantenimento dei Comuni che non possono soccombere pena l’anarchia totale, gli egoismi imperanti, le diseguaglianze vere. Parliamo dei comuni di alta collina e montagna.

Se tutta la montagna “frana a valle”, se tutti le famiglie si… trasferiscono nel piano o nella bassa collina si avvia un processo di “desertificazione dell’alta collina e montagna” irreversibile.

Sappiamo come potrebbe iniziare ma non ne conosciamo [ ma li intuiamo] gli sviluppi e gli effetti a catena che ciò provocherebbe.

Per evitare che ciò inizi ad accadere occorre che il metodo di calcolo delle ripartizioni delle pubbliche provvidenze trovi  nuovi equilibri.

Per questo occorre tener conto del ruolo “ sentinella sociale” che sta in capo chi abita in montagna [ e/o vi lavora]; il ruolo di presidio che esercita anche chi solamente ristruttura la casa per passarvi i week end [anche se in maniera molto minore] coltivando l’orto, facendo la fienagione, raccogliendo la frutta….

Chi effettua tali scelte deve trovare le scuole per i propri figli, gli asili, le farmacie, il pane, il latte, il giornale [ eccezionale l’iniziativa del comune di Cerignale che in autunno-inverno fa recapitare a domicilio il quotidiano libertà ai suoi anziani residenti], il bar, la chiesa aperta e….le strade percorribili.

Strade che si possan definire tali e non mulattiere…..

In montagna mantenere i servizi per pochi costa di più che in pianura, mantenere efficienti le strade costa di più che nei pressi della grande pianura padana, conservare i grandi boschi è come “comprare” aria sana per noi, per la nostra vita!

Allora è equo suddividere i pochi finanziamenti pubblici premettendo che anche una sola domanda fatta da un agricoltore di montagna non può restare inevasa, che i comuni debbono avere le risorse [ le risorse significa le risorse e non l’elemosina, il contentino] per fare cura e manutenzione delle strade, prevenzione del dissesto, servizi come a Fiorenzuola, ecc…..

Morfasso o Vernasca..o….  sono  forse Comuni di serie B? Per noi sono da Champions League perché se non esistessero saremmo al dramma ….al disastro  eppure sono trattati [ bistrattati] come fossero dei parassiti ai quali riservare briciole o scampoli di finanziamenti …..

Equo non è uguale….equo è giusto!

 

Un pensiero riguardo “L’uguaglianza o l’equità?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...