Maria Luigia d'Austriadi Brigante della Valtolla 

Noi di questa Valle, nella Valle dell’Arda, siamo terra di confine (ovvietà!) e ci sentiamo mezzi parmigiani, (pramzàn, come il vento che arriva dentro la Valle da sud-est). Facciamo gli anolini (anvëi) con dentro il grana e non con lo stracotto (anche se parecchi di questi li mangiano con la forchetta) e sono tante le cose che ci legano. Per esempio il piacere per la buona tavola, l’amore per i salumi, per il vino e …le belle donne. Poi abbiamo un carattere più gioviale dei piacentini del nord e di città (ma forse questi hanno altre ottime caratteristiche che non conosco…).

Una tra le tante cose che ci ha legato da quando c’era il Ducato era e credo sia ancora, l’insofferenza verso il potere in genere. Figuriamoci quando a comandare qui erano dei duchi, principi, re e regine straniere.

il-ducato-di-pr-pc-4Ma l’unica che è riuscita a farsi amare, e non solo in senso lato, dal nostro popolo è stata la Maria Luisa d’Austria da noi chiamata Maria Luigia di Parma.

La Maria Luigia, sposata Bonaparte, non seguì il consorte all’isola d’Elba e preferì ritirarsi in quel di Vienna. Nel 1815 divenne Duchessa del Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla. Aspramente criticata dai francesi per aver abbandonato Napoleone, Maria Luigia fu tuttavia amata dai parmensi, che le tributarono l’appellativo di “buona duchessa” per le tante opere, soprattutto ponti, fatte durante il suo regno.

Tuttavia, si sa che l’emiliano di natura è un buontempone, e dato siccome che Sua Altezza Imperiale e Reale Maria Luisa Leopoldina Franziska Theresia Josepha Lucia, Principessa Imperiale e Arciduchessa d’Austria, Principessa Reale di Ungheria e Boemia, Principessa di Toscana, Duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla veniva descritta dai gossip di allora come una insaziabile amante, la goliardia dei servitori e popolani dell’epoca (1791-1847), contribuì a creare le parole di una canzone che viene tramandata da nonno a nipote …

Ecco una versione piacentina/parmigiana mista, di confine insomma…

“La Gigiassa in tal canal”

E la Gigiassa in tal canal

E la Gigiassa in tal canal

E la Gigiassa in tal canal cul gambi praria…

 

I ghern adòs in sett o in ott

I ghern adòs in sett o in ott

I ghern adòs in sett o in ott a la Gigiassa ….

 

E la sbraièva porcu can

E la sbraièva porcu can

E la sbraièva porcu can: Uno alla volta …

 

I ghàn scciancà anca i mùdant

I ghàn scciancà anca i mùdant

I ghàn scciancà anca i mùdant chier’and’so nona …

PER CAPIRE MEGLIO CLICCATE SUL VIDEO QUI SOTTO…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...