Quando ero il re del calcinculo

il calcinculodi Brigante della valtolla

Le loro musiche da discoteca “tamarre” mi rimbombano ancora nei ricordi.

Era veramente una festa, la prima domenica d’agosto a Vernasca, quando iniziava la Fiera di San Pellegrino. Aspettavo quel momento per un anno mettendo le cinquanta o le cento lire in una scatolina che tenevo sepolta in giardino.

Non m’interessavano particolarmente i box dove si sparava con la carabina o si colpivano i barattoli con una palla di spugna, e neanche le giostre.

Quelle erano robe per bambini!

il calcinculo 3A me piaceva da matti l’autoscontro (l’autopista) ma impazzivo letteralmente per il calcinculo. Lo mettevano all’inizio nel campetto dove adesso c’è il teatro greco, che qualcuno lo prende per sbaglio per un parco giochi. In seguito lo hanno spostato nel campo di fronte alla chiesa, di fianco al mitico bar “Al Fagiano”.

Quelli erano i tempi in cui un ragazzo delle medie come me, poteva fumare le prime sigarette in tranquillità, ergendosi a “figo” assoluto con le Nazionali lunghe con filtro (pacchetto rosso) o a Re Del Mondo se aveva la fortuna di potersi comprare almeno un pacchetto da dieci di Marlboro.

S’indossavano i “capi alla moda” del tempo: nel mio caso pantaloni bicolore alla Celentano e camicia a fiori. Le scarpe non me le ricordo… ma sicuramente le avevo indosso. Al sabato si arrivava presto, prima delle due del pomeriggio; non c’erano molti soldi da spendere, quindi per la maggior parte del tempo si sostava alle giostre più interessanti (autoscontro e calcinculo) guardando i fortunati che potevano usufruirne. Ogni tanto si faceva qualche giro tra le altre attrazioni, giusto per evitare di stufarsi e alle sei si tornava a casa. A guardar bene non si faceva un ca@@o per tutto il pomeriggio ma alla fine si era comunque soddisfatti.

Ma era alla domenica, dopo i Vespri, che ci scatenavamo.

Ricordo che il primo giro sul calcinculo sono stato male: tutti quei giri in tondo a mezz’aria…

A quell’età tutto passa in fretta e già dal secondo giro mi divertivo come un matto!

Mi piaceva fare il “lanciatore”.

Allora non ci si chiedeva di certo se quelle esili catenelle del seggiolino erano veramente testate per essere sicure, e lanciavo la Giancarla oppure la Franca, che erano mie cugine e la Fiorella, ch’era più leggera di adesso. Bei tempi!

Ci sentivamo leggeri come l’aria calda, e non poteva succederci nulla di brutto!

Un’altra cosa che ricordo, oltre al rumore assordante e ripetitivo delle casse acustiche del calcinculo, era la gioia incontenibile quando si era lanciati verso il cielo…

Io poi ero proprio un “lanciatore” da calcinculo specializzato. Certo non pretendo di aver inventato un nuovo sistema per sbaragliare tutti, come ha fatto Fosbury con il famoso salto in alto di schiena, stile che ha rivoluzionato il modo di saltare l’asticella, ma di sicuro l’avevo studiata bene.

E ora vi spiego come: fino a quel momento era in uso spingere la compagna seduta sul seggiolino davanti con un bel calcio (da qui l’espressione calcinculo) per far si che prendesse il codino di un pupazzetto legato a un alto palo e guadagnare così un giro gratis. Avevo studiato un sistema che comportava l’attorcigliamento di due sedili che, al momento giusto, si srotolavano, si spingeva (il lanciatore) con tutta la forza il seggiolino davanti e si volava più in alto di tutti… Quanti codini ho fatto prendere alle mie partner.

Avevamo un tempo infinito davanti a noi e non pensavamo certo al pericolo… e con l’incoscienza degli anni era come se ci ripetessimo “succede agli altri …e non a noi”.

Ma intanto la fiera continuava e dalle gigantesche casse acustiche del calcinculo e dell’autopista venivano sparate, a tutto volume, le note  “disco” più tamarre del momento  alternate  con Deed Purple e  Credence Clearwater Revival, e i nostri giovani cuori sognavano un grande futuro …

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...