Villanova o Fiorenzuola: come andrà a finire?

VILLANOVA O FIORENZUOLA: CHE ASSURDITÀ!

Da un po’ di tempo corrono voci che danno “in partenza” la specializzazione unità spinale di Villanova sull’Arda ma tutti i protagonisti dell’Ausl piacentina e la Regione si affrettano a smentire.

E più smentiscono e maggiore è il disagio delle amministrazioni comunali della bassa e il sospetto che si voglia minimizzare.

Per esperienza famigliare posso solo testimoniare che quello di Villanova non è un semplice ospedale, è di più! È l’eccellenza che accoglie persone sfortunate e si attiva per ridargli un sorriso, una funzionalità motoria con operatori e medici di altissimo livello, con una umanità incredibile. Capisco l’attaccamento della bassa, piacentina, parmense e cremonese, per questa equipe di donne e uomini che sempre sorridenti “aiutano”, ridonano la speranza a tanti giovani e non solo. È stato impressionante frequentare quel luogo per oltre due mesi, parlare con parenti, amici, ospiti che con pazienza attendono un miglioramento, anche minuscolo, giorno per giorno; e (ri)scoprire quanto è bella la vita per un famigliare che sta recuperando il suo reinserimento nella quotidianità.

Era bello per me vedere quella faccia, i suoi occhi, sentirlo parlare…e ancora oggi è bello andare a passeggiare insieme, chiacchierare, ridere e scherzare…

Non so come andrà a finire per il “Giuseppe Verdi” e neppure so cosa accadrà a Fiorenzuola ma mi auguro che non si svuoti l’uno per riempire l’altro.

Mi auguro piuttosto che anche Fiorenzuola e la Valdarda possano avere un ospedale specializzato, con un “vero” pronto soccorso e…!

Mi fido poco dei politici, di quelli che fan finta di non sapere ma sanno già come andrà a finire; mi fido poco dei politici locali che ci hanno raccontato balle su Fiorenzuola e chissà cosa nascondono ancora.

Fanno bene gli amici di Villanova a mobilitarsi.

Editoriale di Sergio E.Valtolla