Valdarda: quale partito ci salverà?

2016-07-12- lavanda-3963_Fotor

un inguaribile figlio dei fiori!

L’ANTEFATTO

Poche settimane fa sono stato impressionato dalla naturalezza con la quale un assessore regionale è andato in Valtrebbia a parlare di “Bellezza” e rinascita della montagna mentre annunciava (nello stesso periodo) che in Valdarda prendeva posizione per “l’orrore” del carbone da rifiuti. Una disinvoltura da invidia!

Ma perché mi meraviglio tanto?

È evidente, come comprenderete se avrete un po’ di pazienza, che con questo articolo non intendo parlare di partiti in senso tradizionale.

I PARTITI ATTUALI

Nel mio mondo, da tempo, sono scomparsi i partiti tradizionali. Ora tutto è raggruppato in  due partiti: quello ingenuo della Bellezza e quello più scaltro dell’Orrore.

Ma attenzione, sarebbe troppo facile classificare i fautori del carbonext come appartenenti al Partito dell’Orrore e quelli contrari aderenti al Partito della Bellezza.

Questo perché nel corso dell’ultima assemblea pubblica del 15 luglio 2016 di Lugagnano (presenti consiglieri regionali di maggioranza e opposizione) erano tutti contro l’uso del CSS-“Carbone da rifiuti” e dunque tutti appartenenti al Partito della Bellezza.

Ma lontano da Lugagnano… pare le cose siano andate un po’ diversamente.

1-l’assemblea regionale  delle scorse settimane (il parlamento regionale…per intenderci; quello dove si fanno le nostre leggi) con voto unanime (tutti!) ha votato per abolire il decreto Clini che, detto in parole povere, permette l’uso di tali “rifiuti ingentiliti più di nome che di fatto” al posto del combustibile per far cuocere la materia prima e trasformarla in…

2-la Giunta Regionale (della quale noi cittadini eleggiamo direttamente il presidente) ha invece espresso il suo assenso, il suo favore, per l’uso di tali “rifiuti ingentiliti più di nome che di fatto“. In pratica i rappresentanti di PD e SEL  che in assemblea regionale hanno votato contro, con la stessa opposizione,  in Giunta hanno votato  a favore. Che vero capolavoro di coerenza!

A questo punto devo confessare di essermi sbagliato! Ho capito che in realtà sono ben pochi gli iscritti “politici” piacentini al Partito della Bellezza.

I politici appartengono al  Partito dell’Orrore, più realisti e pragmatici rispetto ai sognatori del Partito della Bellezza. Il Partito dell’Orrore è fatto da gente concreta, politicamente trasversale rispetto alle solite categorie destra-centro-sinistra, centrodestra o centrosinistra. Questi sono i benefattori di sinistra (i lavorasti), di destra (gli industrialisti), con l’aggiunta di ecologisti “realisti” (i furbi) uniti per il “bene comune”. La soluzione per la Valdarda, dicono questi, è “green” e consentirebbe al Belpaese di far diventare la questione rifiuti addirittura fonte di risparmi, reddito, benessere per tutti e offrirebbe tanti nuovi posti di lavoro (questo devo dire fa moooolto progressista, moooolto…).

E IO E VOI AMICI  A QUALE PARTITO SIETE  ISCRITTI?
Ebbene, io che sono il solito sentimentale e ingenuo; io che continuo a credere che sia bene fare la raccolta differenziata, sia bene separare i vari tipi di rifiuti, sia bene riciclare il più possibile, sia bene diminuire il consumo di inutili imballaggi, le borse di plastica, che sia bene educare al riciclo, che sia bene aiutare chi progetta un riutilizzo serio di plastiche, carta, rifiuti organici, vetro ecc…

Io continuo a pensare che inceneritori di tutti tipi siano da superare perché inquinanti e antieconomici, esattamente come è pericoloso produrre energia atomica…( nessun governo ci ha spiegato gli effetti di Chernobyl e della più recente Fukushima sulla salute degli uomini e di tutti gli organismi viventi del mare, della terra e dei poli…)

Io continuo a pensare che in una piccola valle come la nostra  con ci siano dati che tengano: le cementiere sono già ammortizzate e ora vanno bonificate, poi chiuse e i lavoratori impiegati in questa bonifica fino al loro pensionamento.
Mi iscrivo al Partito della Bellezza! Con tanti amici da Castell’Arquato al Monte Lama, da Vigoleno ai vigneti della Valchiavenna, da Vernasca al Parco Provinciale…

Il mio amore per la bellezza  non cesserà di sicuro ai tempi del carbonext.

Scritto da Sergio Valtolla per Valtolla’a blog©

Ps: questo è solo un racconto fantasioso, ogni riferimento o sottinteso a industrie e a politici locali è puramente casuale, involontario. Il testo è ispirato a un articolo del supplemento del sabato del corriere della sera dell’ agosto 2016, ai tempi del carbonext.

2015-05-24-no carbonext web 1 LR-3759

Categorie: val d'arda | Lascia un commento

Il vino di Castell’Arquato, di Carpaneto P.no e…

2016-09-23-vendemmia-a-travazzano-6104

vendemmia 2016 di uve di ortrugo (Valchero-Carpaneto P.no)

Il vino è buono o cattivo?
Si direbbe buono se guardiamo al successo che i vari festival del vino locale, dal Monterosso Festival al Gut festival, hanno avuto.
Si direbbe cattivo se pensiamo ai danni causati dall’abuso di alcol che colpisce giovanissimi e non…
Ma allora è cattivo anche mangiar salame, insaccati in genere e formaggi, ecc…ecc….perché fa aumentare a dismisura il colesterolo cattivo nel nostro sangue che di conseguenza provoca l’insorgenza di gravi malattie che provocano danni irreversibili alla salute. Continua a leggere

Categorie: agricoltura piacentina, castell'arquato, val d'arda | Tag: , , , , | Lascia un commento

In Valdarda la bellezza vince sempre, dal medioevo in poi…

2016-09-10-medioevo-2-bis-6228Scritto da Sergio Valtolla per Valtolla’s blog©

Non intendo tediarvi con alcun excursus storico valdardese, per questo ci saranno altre occasioni.
Vorrei prendere spunto dall’ultima manifestazione “Rivivi il Medievo” e fare una breve considerazione su questa estate valdardese che volge al termine (e mi scuso in anticipo se citerò solo alcune manifestazioni, alle quali ho partecipato, pur ritenendone tante altre molto meritevoli). Continua a leggere

Categorie: appennino piacentino, attività del tempo libero, castell'arquato, val d'arda | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Il selvatico emigra…e i guai pure.

incidente-stradale_ingrandita-d1380819855

un incidente nel bolognese

Una volta, negli anni ’70 del secolo scorso,  i cinghiali, i caprioli e altre specie ungulate nel nostro Appennino erano “merce rara”.

Ma si sente dire che i cacciatori, alleati con i naturalisti, d’accordo con le varie amministrazioni provinciali, introdussero questi animali un po’ ovunque in prossimità dei nostri crinali promettendone un serio controllo…avete capito bene: un serio controllo. Nessuno hai mai confermato queste notizie …e nemmeno smentite ufficialmente. Poi a un certo punto qualcosa deve essere andato “storto”… per non dir peggio e ora ci sono i problemi. Continua a leggere

Categorie: agricoltura in montagna, ambiente e salute in valdarda, val d'arda | Tag: , , , , , , | 1 commento

Castell’Arquato: quando lo spettacolo assume le sembianze della storia…

2016-09-10-medioevo-6485_fotort_fotor1-copia

Le foto di questo album sono visibili e scaricabili cliccando qui!

Testo di Sergio E. Valtolla per Valtolla’s blog©

Da undici anni Castell’Arquato rivive un week end settembrino nel medioevo.  Centinaia di figuranti e di artisti,  di volontari locali (che, per inciso, sono impegnati ben oltre lo spazio dei due giorni della manifestazione…) e importanti collaborazioni istituzionali permettono la riuscita di “Rivivi il medioevo”, manifestazione che sfiora la storia, veste i panni del folklore migliore, garantisce spettacolo e divertimento per migliaia di visitatori che affollano il Borgo dove, da quest’anno, si è svolta l’intera manifestazione. Continua a leggere

Categorie: castell'arquato, val d'arda | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

I funghi sono una passione ma….sono rarissimi.

funghiporcini1

Ora proprio non c’è appennino valdardese o piacentino  che tenga: i funghi sono spariti, evaporati al caldo estivo. Oltretutto per almeno una settimana  non si prospettano piogge appenniniche rilevanti.  Le previsioni mettono sole e caldo ancora per diversi giorni. Continua a leggere

Categorie: appennino piacentino, attività del tempo libero, val d'arda | Tag: , , , , , , , | Lascia un commento

Appennino piacentino: aspro, lontano, fragile e bello…

escursioneBozza non corretta di Sergio Efosi per Valtolla’s blog©

APPENNINO ASPRO E LONTANO…

Il titolo del post potrebbe essere fuorviante perché a esser aspro, lontano, fragile e bello non è solo quello piacentino (di Appennino) bensì l’intera catena montuosa appenninica dal nord al sud del Paese.
Finche, un triste giorno di fine agosto 2016, come purtroppo periodicamente accade, l’Italia scopre che quelle aree  interne, lontane e fragili, naturalmente bellissime, dell’alto Lazio, delle Marche, dell’Umbria sono vicine. Più vicine che mai! Continua a leggere

Categorie: agricoltura in montagna, agricoltura piacentina, val d'arda | Tag: , , | 4 commenti

Blog su WordPress.com.