In valtolla il 150° dell’unità d’ Italia …

 

 

 

valtolla iphoto

 

A Morfasso, ieri mattina alle ore 10, si è celebrata con estrema sobrietà [e con serietà] la celebrazione del 150° dell’ Unità d’Italia.

Onorando i Caduti per l’Italia, dopo l’alza bandiera, si è celebrata la Santa Messa nella parrocchiale alle quale è seguita la presentazione del libro ” la primogenita e i suoi garibaldini” a cura degli stessi autori [tra i quali il giovane morfassino Andrea Bergonzi di Rusteghini].

Edito dalla LIR [Libreria Internazionale Romagnosi] il bel volume contiene una breve cronologia del Risorgimento e si sofferma sulle figure dei “garibaldini piacentini” che seguirono il generale ….

valtolla iphoto
valtolla iphoto

Nel libro è raccontato il caso di Antonio Pasquale Cavaciuti, nato nel 1839 a Rusteghini di Pedina [Morfasso], renitente alla lunga leva prevista dallo stato sabaudo [5 anni; Piacenza era aggregata allo stato sabaudo già con Carlo Alberto meritandosi l’appellativo di “primogenita”] e, pur attendendone le conferme, garibaldino “di rinforzo”.

Ieri, in piazza,  erano presenti numerosi ragazzi che hanno onorato questo anniversario e alla fine vi è stato un momento conviviale organizzato dal Comune e gestito dal gruppo alpini.

valtolla iphoto

valtolla iphoto

L’antica valle di tolla di 600 anni fa, quella ancor oggi classica…

antica chiesetta a rusteghini

Morfasso terra di scrittori acuti e intelligenti, di ricercatori storici appassionati quest’estate ha deciso di riservarci gli effetti speciali!

Iniziamo a presentare….ma lo faremo meglio con lo stesso autore nelle prossime settimane….”la famiglia dei Bigarö” scritto dal ricercatore storico Andrea Bergonzi ( di soli 23 anni)  di Rusteghini di Morfasso.

Sabato scorso, il 7 agosto, nell’antica chiesa di Morfasso (quella magnifica “baroccheggiante”) l’autore ha presentato la sua fatica frutto di appassionate ricerche nelle vecchie carte, negli archivi parrocchiali e comunali e ricordando le tradizioni orali……dei si diceva che, si sapeva che…..

Una storia che risale al 1400 per arrivare ai giorni nostri….dalle origine conosciute della famiglia che diede origine al capostipite detto il “Bugarolo”…con foto e documenti riprodotti e contenuti nel libro che ora è in vendita a Morfasso e presso la libreria Romagnosi (riapre il 21 agosto) oppure direttamente presso l’autore richiedendone copia a mezzo e-mail (bergo87@gmail.com).

Una storia della valtolla, quella classica, quella silenziosa, contadina come lo era tutta la val d’arda fino a pochi anni fa.

La valtolla si conferma essere la più prolifica, ricca, vivace, delle valli piacentine, da Castell’Arquato a Morfasso, produce cultura, ricerca storica di alto livello con taglio divulgativo dove la sola piccola comunità di Morfasso,  in questa breve estate,  ha già “sfornato” 3 libri..uno più bello dell’altro….

Anche Andrea esce da quella fucina di ricercatori giovani (e non solo) che da oltre 10 anni animano nella vallata la rivista “quaderni della valtolla”, che in Settembre presenterà, a Vigoleno, l’ultimo numero in stampa.

Morfasso: l’estate culturale 2010 presenta un nuovo libro il 7 agosto….

estate culturale morfassina 2010 (clicca per ingrandire)

SABATO 7 AGOSTO ALLE 17,30 NELLA CHIESA VECCHIA DI MORFASSO …..

ANDREA BERGONZI (collaboratore della rivista ” quaderni della valtolla”) presenta il suo volure dal titolo ” la famiglia dei Bigarö” storia e genealogia di una famiglia di Rusteghini dal 1400 ad oggi.

Un altro grande evento culturale in valtolla, a Morfasso presentato dal Vice Sindaco Mauro Dallanoce.

Partecipano lo storico e docente universitario Santino Cavaciuti (uno dei grandi storici della val d’arda…) e l’assessore al turismo della Provincia di Piacenza Marizio Parma.

l’editore è la L.I.R. ( la nostra celebre …libreria internazionale Romagnosi) che si distingue sempre positivamente  …..sempre!

Rusteghini (Morfasso-Italy-valtolla classica): un miracolo dalla madonna (di Andrea Bergonzi)

foto di A.Bergonzi (valtolla iPhoto) clicca per ingrandire

Extract: 174 ° FESTIVAL OF OUR LADY OF RUSTEGHINI

a miracle has been repeated for 174 years in the town of Rusteghini Morfasso and villagers every year celebrate the grace of the Madonna which they built their church.
July 31, 1836 cholera had already left 17 dead and a drift from downtown to the river Arda Rusteghini to invoke Our Lady …. from that day the dead stopped …

174° SAGRA DELLA MADONNA DEI RUSTEGHINI

di Andrea Bergonzi

Una lontana domenica del mese di luglio dell’anno 1836 (precisamente il 31 luglio), una solenne processione con in testa l’allora parroco di Pedina, don Francesco Pini (originario di Bedonia), partiva del centro di Rusteghini (in alta Valtolla) per dirigersi verso l’Arda. L’intenzione e la preghiera che accompagnavano quella processione erano di assoluta importanza: supplicare ai piedi della settecentesca statua della Madonna di liberare il paese dal morbo del colera che in soli 17 giorni (a partire infatti dal 13 luglio 1836), aveva già mietuto più di 20 vittime. Fu così che il parroco, sconcertato quanto la popolazione del borgo per l’impetuosità di questo morbo (che nel registro dei defunti definirà “male Pestifero degno d’ogni riguardo essendo discordi fra loro i dottori”), decise di organizzare una solenne processione con trasporto a spalle della settecentesca statua della Madonna e di celebrare una santa messa nel luogo detto oggi la Sibìssa (non lontano da Rusteghini).

E’ stato tramandato fino ad oggi che,… Continua a leggere “Rusteghini (Morfasso-Italy-valtolla classica): un miracolo dalla madonna (di Andrea Bergonzi)”

CASA PERICOLANTE A RUSTEGHINI DI PEDINA

(di Andrea Bergonzi)

Apprendiamo dal quotidiano “Libertà” che a Rusteghini di Pedina, il Comune di Morfasso ha dato il via alla demolizione di una casa pericolante.

Incuriositi e decisi a cercare di carine qualcosa di più in merito, decidiamo di recarci sul posto. Appena imbocchiamo il vicolo che ci inoltra nel borgo, capiamo subito chi sia il malato, quale sia la casa diroccata: ci troviamo a due passi dall’Oratorio e dalla Piazza centrale del Paese.

foto prospettica della casa( clicca per ingrandire)

Già gravemente compromessa dall’incuria e da più di quindici anni di abbandono a se stessa, la casa che è oggetto dell’esecuzione di demolizione, risulta avere più di duecento anni di “vita”: a quanto ci risulta apparirebbe nel Regio Catasto di M. L. d’Austria nel lontano 1818.

Purtroppo la grave crepa che venava la sua facciata già quest’estate, dopo le sollecitazioni dell’ultima grande nevicata che ha coperto Rusteghini e tutta la zona limitrofa con una coltre di oltre due metri di spessore, non ha fatto altro che aggravarla ulteriormente estendendola dal tetto al livello della strada comunale sottostante, sulla quale minaccia di rovinare da un momento all’altro.
Teniamo a precisare che questa casa, per lo meno a Rusteghini, rappresenta una vera e propria…. Continua a leggere “CASA PERICOLANTE A RUSTEGHINI DI PEDINA”