Borla: segnali di distensione….

immagini da borla

Nascerà un centro culturale e ricreativo nell’ex canonica di Borla di Vernasca. Piccolo ma vicace paesino della zona del parco dello Stirone, poco distante da Vigoleno, con una proloco formata da tantissimi ragazzi. Durante la seconda guerra mondiale le sue donne si opposero ai fascisti intenti a prelevare le campane della chiesa per fabbricare armi da guerra.
Poco tempo fa attriti tra comune e parrocchia e ora alleanza! Una convenzione (l’atto di pace?) firmata da don Giancarlo Plessi, parroco di Vernasca, e il sindaco Gianluigi Molinari permetterà il restauro della canonica di Borla per un importo di circa 240.000 €. La parrocchia di Santa Croce di Borla impiegherà  35mila euro,  52mila euro saranno messi dal Comune e la Regione Emilia ben 152.000. Continua a leggere “Borla: segnali di distensione….”

Borla: apprensione per il piccolo cimitero.

piccole crepe esterne

Un lettore del blog ci ha inviato una segnalazione, documentata con fotografie,  affinchè si possa intervenire per valutare se effettivamente vi siano problemi di stabiità nel cimitero di Borla  oppure se si tratta di semplici  “crepe di assestamento”. Ecco la E-mail che abbiamo ricevuto nei giorni scorsi….

Egg. curatori del Blog “ Valtolla”
prima di venire al motivo della mia mail desidero innanzitutto complimentarmi con voi per la meravigliosa opportunità che date a tanti come me di rimanere in contatto con le proprie terre di origine, dandoci la possibilità di poter almeno fantasticare di poter essere parte attiva in una comunità a noi distante.
Venendo al sodo, la mia mamma riposa ormai da una quindicina di anni al cimitero di Borla ed ogni volta che vado a fare visita a quello che di terreno di lei rimane, trovo che la frana “storica” su cui poggia il complesso ha continuato a minare la struttura in modo progressivo.
Dico “storica” poiché già quando ero bambino sentivo mio nonno dire che l’aver spostato il cimitero a “micilasc” avrebbe portato, prima o poi tutti a riposare nel torrente.
Ma tant’è, é stata fatta una scelta dagli di allora amministratori e con quella occorre misurarsi oggi.
La cosa che mi preoccupa invece è che nel corso degli anni le piccole crepe che minavano la struttura, ora sono diventate vere e proprie voragini in cui ci s può agevolmente infilare un dito…
Qualche anno or sono il comune di Vernasca ha provveduto ad effettuare dei lavori di consolidamento che, a mio avviso, sono riusciti a tamponare la situazione soltanto per un breve lasso di tempo.
Mi preoccupa il futuro di quel piccolo cimitero….e se mio nonno ci avesse davvero visto bene e tutto quanto dovesse venir giù ????
Durante l’ultima visita ho scattato anche una serie di fotografie che, se di vostra utilità, non avrei alcuna esitazione ad inviarvi, a testimonianza.
Vi ringrazio per l’attenzione ed attendo un vostro riscontro nel caso la segnalazione fosse di vostro interesse.
Cordiali Saluti  F. B.

COMMENTO: ovviamente siamo certi che in comune tale situazione sia ben presente! Probabilmente sono stati fatti i necessari rilievi e si staranno verificando possibili soluzioni….[lo speriamo vivamente!]….grazie al gentile lettore per la segnalazione e per gli  apprezzamenti al nostro lavoro!

Le foto sono a corredo della e-mail…

crepe interne 1
crepe interne 2
crepa interna 3
crepa interna 4
crepa interna 5
crepa interna 6

VERNASCA VUOLE PIU’ VELOCITA’

Uno dei Comuni della valtolla, Vernasca, ha deciso di muoversi nella direzione dell’estensione della rete internet veloce.

Buona notizia, ottima notizia!

Il nostro blog lo sostiene da sempre: la banda larga che permette la connessione veloce per accedere ai servizi del Web 2 è, per la montagna (pardon..Vernasca è classificata alta collina..) un diritto!

il tunnel è lungo…..

Ma il comune sembra sia partito all’attacco e che voglia accelerare i tempi attraverso un progetto che prevede internet senza fili (frequenze radio?) in accordo con Enìa.

Le zone interessate sarebbero dunque, in primis, Trinità e Borla dove diversi imprenditori e cittadini avrebbe richiesto a gran voce aiuto al Comune che avrebbe risposto……procediamo!

L’interesse per questa questione (questi sono servizi che fanno sentire noi della valtolla nel mondo….) va nella direzione giusta e allora, vista la sensibilità,  una segnalazione : vi sono troppe zone dove la ricezione dei telefonini è di uno scadente impietoso……da anni e anni!

A Vezzolacca per fare un esempio, nell’ 80% del territorio, la ricezione dei telefonini è scadentissima, indecente e solo di tim.

Perché questa considerazione?… La buona…solo la buona (figuriamoci l’ ottima) ricezione con un telefonino consente, per esempio, di poter possedere uno smartphone di ultima generazione e “navigare ” a mezzo UMTS (detta anche 3G) senza alcun bisogno di un  computer.

Con un iphone o un blackberry (costo medio 550€) si naviga in internet esattamente come con il Pc, si gestiscono tutti gli account di posta elettronica che si vogliono ( noi ne possediamo 4), si scarica e si ascolta musica, si ricevono documenti in word e excel, si ricevono e si inviano foto in  buona  risoluzione, ……questi strumenti della moderna comunicazione sono dotati di modernissimi gps e…..tra l’altro possono gestire, in diretta, videochiamate, navigatori satellitari, servizi sociali…….e siamo solamente all’inizio di questa nuova frontiera dell’informazione e comunicazione globale che non può vedere ancora una volta la montagna ULTIMA!

Internet veloce e telefonia veloce sono parte importante della frontiera per far restare la gente, i giovani, chi lavora, chi ci invecchia, chi deve crescere…..

Noi gestiamo il blog in valtolla, dove ci riusciamo…dove c’è sufficiente ricezione, con iphone e, in tempo reale, inseriamo articoli e fotografie in qualsiasi blog…….Potremmo anche, con lo stesso strumento, gestire un quotidiano…..vi rendete conto della ” potenza del mezzo” ?

Ma i politici hanno paura della circolazione delle idee?