La Valtolla si è ritrovata a Vezzolacca (fotoservizio)

vecchia chiesa IMG_2669La vecchia chiesa di Sant’Andrea a Castelletto è un monumento recuperato grazie alla volontà di un associazione culturale con parecchi componenti sparsi in tutto il mondo, emigrati della Valdarda e da Castelletto. Gli amici italiani, quelli più vicini geograficamente alla vecchia chiesa, domenica 16 ottobre si sono ritrovati a Vezzolacca, nel salone della canonica per una raccolta fondi per “mantenere” in buono stato il monumento medesimo. Continua a leggere “La Valtolla si è ritrovata a Vezzolacca (fotoservizio)”

Antica chiesa della Valtolla: tre preti, un diacono, tanti amici e custodi…

2014-09-25-vecchia chiesa  LR -6500_FotorC’è un’associazione in Valtolla che conta oltre 700 aderenti sparsi nel mondo che ha per scopo la tutela (…o se preferite la difesa!) e la valorizzazione dell’antica chiesa di Castelletto di Vernasca dedicata a Sant’Andrea.

2016-08-07-vecchia chiesa 1-5170Ogni anno effettua un piccolo intervento manutentivo, con il contributo di preziosi volontari, per conservare al meglio questo antico monumento che per noi è il simbolo della Valtolla. Voluta da quei frati nel medioevo che dominavano la vita civile, amministrativa e religiosa della Valle di Tolla (media e alta Valdarda),  riedificata in più occasioni dalla comunità locale fino al recente oblio dei primi decenni del  secondo dopoguerra del secolo scorso, la chiesetta versava in una condizione pietosa, quasi prossima al definitivo crollo. Continua a leggere “Antica chiesa della Valtolla: tre preti, un diacono, tanti amici e custodi…”

La Pietra delle mole

la pietra delle mole
la pietra delle mole

Brigante della valtolla

A poca distanza dall’antico sentiero che da Vitalta porta fino a Castelletto, Vezzolacca, Settesorelle, passo del Pelizzone e poi via via fino al mare, (sentiero che è parte integrante del “Cammino di Santa Franca”), e completamente nascosta tra la fitta vegetazione, quasi impossibile da raggiungere per chi non conosce i posti, esiste la Pietra delle Mole.

Al tempo risalivano fino alla Ranca, poi costeggiavano il monte di Vidalto e, dopo l’oratorio di Santa Franca,  si spostavano in basso avendo come riferimento il vecchio campanile di Castelletto sul poggiolo, quello di Vezzolacca sul poggio più alto e il rumore, quello inconfondibile, dello scalpellino che si diffondeva per l’intera valle. Chi arrivava da queste parti cercava gli scalpellini che estraevano le mole dalla montagna e ne facevano un’utensile utile quanto il loro faticare per campare.

Continua a leggere “La Pietra delle mole”

Il treno per Bardi ferma a Bacedasco Basso, Vernasca, Castelletto, Pedina…

c_026_x
dal web ferrovia di montagna…

Il treno della linea Alseno-Bardi parte alle ore 6,30 da Bardi ed effettua ile seguenti fermate: Pianazzo di Casali, Settesorelle, Pedina, Castelletto, Vernasca, Bacedasco Basso. Arriva ad Alseno alle ore…. Il treno è alimentato elettricamente nelle zone della “cremagliera” e nel resto dei tratti è trainato da una sbuffante locomotrice alimentata a legna…. L’energia elettrica viene fornita dalla centrale costruita sulla diga di Pedina…
Un tempo, non tanto lontano, fu presentato un progetto per realizzare una ferrovia che dalla Via Emilia, da Alseno avrebbe raggiunto Bardi, lo sapevate?

PER MAGGIORI DETTAGLI CLICCA QUI!

roberto dessi-ferrovie-dimenticate particolare
foto di roberto dessì