Natale in valtolla con il presepe “di una volta” di san Michele, tra contadini, animali pensanti, letture sacre e Gandhi.

San Michele Valtolla è una bella  frazione di Morfasso in valchero a pochi km dal Parco del Moria.

Per festeggiare il Santo Natale  la pro loco locale e altri volontari (parrocchia, alpini e tanti giovani) allestiranno per questa sera dalle le ore 23.30 una rappresentazione dedicata al ” primo Natale” che si svilupperà in diversi momenti diversi coinvolgendo bambini e adulti. Tutto sul sagrato della chiesa, dove verrà allestito  “un ambiente contadino”  con fuochi, animali, ecc… Attori improvvisati vesrtiranno i panni di Giuseppe e Maria,  dei pastori, dei contadini, delle donne che per primi resero omaggio al nostro Salvatore Gesù Cristo.

Ci saranno anche i re Magi [accampati in una capanna costruita poco distante dalla chiesa]…. A mezzanotte la rappresentazione terminerà in chiesa  tra i partecipannti della santa Messa.

I ragazzi racconteranno la storia del Natale vista dalla parte degli animali del presepe [bellissima idea! Bravissimi!]. La celebrazione si concluderà con la lettura di una poesia di Gandhi, il canto del coro e il bacio dei fedeli al Bambin Gesù. Vin brulé e cioccolata calda dopo la santa Messa.

—————————————————————————————————————————-

Quando t’incontro per strada ti scopro nascosto nel mio cuore

e non vedo nulla di quello che succede,

non vedo quello che succede qui fuori,

non vedo le paure, le guerre e ritorna il coraggio d’amare…..

….stranezze d’amore

————————————————————————————————————————–

BUON NATALE A TUTTI! BUON NATALE AGLI AMICI DELLA VALTOLLA…

San Michele Valtolla, Maggio 2011: lavori in corso.

vista interno della chiesa san michele

Giovedì pomeriggio, il 12 maggio, faceva un gran caldo.

La primavera sembra abbia deciso di dare il colpo di grazia all’Inverno per  proiettarsi decisamente verso l’ Estate.

La valtolla, in questo caso il versante della Valchero, è una esplosione di fiori, api operaie frenetiche che raccolgono “nettare” e impollinano il nostro mondo; foglie che rigogliose sono spuntate sugli alberi e tanta, tanta erba; ovunque verde puntellato da fiori gialli, bianchi, lilla, rossi…e il canto degli uccellini interrotto dal trattore che sfalcia il maggengo, dal girello che arieggia lo il fieno….

Passando  sulla strada provinciale  che conduce sul crinale, verso passo dei Guselli-Prato Barbieri, si  supera  l’area delle feste di San Michele valtolla, quella segnalata con la fiancata di un auto posta sotto il cartello quasi a voler indicare il parcheggio…

Sulla sinistra, poco oltre,  appare il campanile  e ci rammentiamo dell’ultima visita che facemmo al don…..all’amato don Emilio. Continua a leggere “San Michele Valtolla, Maggio 2011: lavori in corso.”

Vagando per la valtolla/valchero (1)

mistà; clicca per ingrandire

di Sergio Valtolla

Talvolta quando ne ho abbastanza del solito tran tran e ho esaurito la pazienza di tutti i miei amici  vago ancor più lontano del solito, verso quelle zone interne della collina e della valtolla meno frequentate alla ricerca di “pasture nuove”, boschi da scoprire e immagini da catturare.

La zona che ho “pasturato”  è molto bella!

Sono salito dalla provinciale che conduce da Carpaneto P.no fin verso Veleia-Prato Barbieri passando per la splendida zona vitivinicola di Badagnano-Tabiano.

valchero; clicca per ingrandire

Oggi non è questa la zona che voglio esplorare , non è la zona della riserva del piacenziano, non sono Veleia e dintorni, non è la collina…..più su….

Se uno volesse conoscere il sapore delle colline interne alla valtolla, nella valchero deve venire da queste parti.

Il sapore di cui parlo oggi non si può esportare, il suo profumo non potrebbe arrivare a Piacenza o a Milano.

Una fragola selvatica si coglie nel bosco e si mangia sul posto! Questa zona della valchero si coglie qui e solamente qui si consuma.

In che comune sono finito?… Non importa.

valtolla; clicca per ingrandire

I cartelli stradali sono ampi e “marroni” e segnalano qualcosa di misto tra il geografico, il culturale e l’etnografico ” MISTA’ e la sua fontana “.

Sulla strada ho incontrato un uomo vecchio, non anziano …vecchio! Doveva essere un ottimo agricoltore esperto di “modulazione” del territorio.

Da San Michele valtolla, il borgo che è sul lato ovest (?) del parco del monte Moria, quello dove in estate si organizzano tante  feste e ritornano gli emigranti di seconda e terza generazione…quello dove mi son bevuto un buon caffè,  sono andato in direzione Oddi [ dove c’è un ottimo agriturismo ] e oltre sul versante opposto della vallata e poi,  a zig zag,  dappertutto fino a Groppovisdomo per  ritornare a Veleia passando  in piccole stradine tra campi, campetti, siepi, piccoli borghi….alcuni in ordine altri in stile “far west “, in abbandono,…che conferiscono alla zona quel tono di antico e selvaggio al tempo, che non si ritrova ovunque.

valtolla; clicca per ingrandire

Case ben ristrutturate, tante alle quali metter mano, strade da sistemare e…… la solita discarica abusiva bordo strada.

Belle modulazioni naturali e umane…..il bello con tanti punti neri come un viso di un giovane adolescente che deve crescere.

Valtolla di sasso, di civiltà contadina, con squarci di paesaggi incantevoli dove vagare, passeggiare, soffermarsi.

Qui è tutto in scala ridotta e pur bello non si raggiunge il magnifico tuttavia, con pazienza, poco per volta…..riusando il territorio,  recuperando le case di sasso…tutto diventa MISTA’ e la sua fontana!

 

 

 

Querceto dei balocchi a San Michele valtolla (Morfasso)

San Michele in valtolla (alta valchero) è sulla strada provinciale che passando per velleia Romana sale fino al passo dei Guselli e a Prato Barbieri, oppure si raggiunge con facilità anche da Lugagnano, da Morfasso e dalla val Nure.

E’ un bel paese della nostra valtolla, accogliente, con strutture ricettive turistiche e con una pro loco attivissima.

Ai piedi ( meglio sulle pendici) del parco provinciale, lato valchero, offre scenari suggestivi e grande accoglienza e passeggiate nei boschi uniche.

Nel mese di Agosto (e poi fino a ottobre ) vede presenti tanti villeggianti ed emigranti e organizza  serate divertenti nel Querceto dei balocchi, bellissima area attrezzata per le feste in mezzo ai boschi con ampi parcheggi.

Basta visitare il sito della proloco locale per rendersi conto che il programma è veramente ricco….. http://www.prolocosanmichele.it

In ogni caso tutto inizia il 1° agosto con la sagra e poi si tira dritto con feste danzanti, marce non competitive, festa della birra e iniziative gastronomiche…