Fiorenzuola e la situazione degli abitanti dopo la peste …

icona mediaC’è un bel saggio di Massino Pallastrelli, storico della valdarda, pubblicato interamente in quaderni della valtolla XI del 2009 che riprende uno studio sulla demografia storica  emiliana per estrapolarne i dati fiorenzuolani per cui, secondo i dati del primo gran censimento del 1576 (che un tempo erano detti estimi, un censimento di uomini e proprietà rurali), la popolazione di Fiorenzuola si costituiva di 870 teste e 1473 bocche.
 Per teste si intendono gli uomini compresi fra i 15 i 60 anni; per bocche le donne comprese fra i 5 e i 60 anni e i giovani maschi compresi fra i 5 e i 15 anni. In pratica restano fuori dal conteggio bimbi e bimbe inferiori a 5 anni, e uomini e donne oltre i 60 anni. Continua a leggere “Fiorenzuola e la situazione degli abitanti dopo la peste …”

Fiorenzuola d’Arda: archivio storico o museo di carte vecchie?

IMG_1359
Il magnifico ex convento sede del comune e delle biblioteche comunali (da fonti archivistiche)

IL BELL’ARCHIVIO STORICO

Lo scorso anno, nel 2013 per San Fiorenzo, visitammo lo straordinario archivio storico fiorenzuolano.  Ne avevamo già parlato ma lo rifacciamo perché riteniamo vi siano, in questo genere di cose, almeno due fasi.

Una prima è quella della celebrazione, l’altra è quella dell’azione. Continua a leggere “Fiorenzuola d’Arda: archivio storico o museo di carte vecchie?”

Fiorenzuola: correvano gli anni 1836…

fiorenzuola img_1359Fiorenzuola negli Stati di Parma, Piacenza e Gustalla nel periodo tra 1836 e 1840…*

POPOLAZIONE: la popolazione del comune è riconosciuta di 6027 abitanti (16 novembre 1840).

AMMINISTRAZIONE COMUNALE:  Carlo Merosi è nominato a Sindaco (31 maggio 1837). Nomina a Sindaci di Luigi Lucca e di Giovanni Tebaldi (13 giugno 1837). Col 1° [ndr:gennaio] del 1838 Luigi Lucca assumerà per anni 6 le funzioni di Podestà (15 dicembre 1837). Il Maggiore Pier Luigi Pizzamiglio è nominato Commissario comunicativo per restarvi sino a nuovo ordine (29 dicembre 1836). Col terminare dell’anno corrente il Maggior Pizzamiglio cesserà dall’incarico temporaneo di commissario da lui esercitato con lode (15 dicembre 1837).

FILODRAMMATICA: “Vi è approvata una società filodrammatica. Alle unioni della società dovrà assistere il Podesta o un Sindaco da esso delegato per assicurarsi che in quelle riunioni non si trattino cose estranee. Gli Accademici componenti la società presenteranno di 4 in 4 mesi anticipatamente i libri stampati o i manoscritti delle rappresentazioni che intendono produrre, all’Autorità territoriale col mezzo del Podestà per ottenerne l’approvazione. L’Autorità suddetta non permetterà che quelle rappresentazioni nelle quali nulla stavi contro la buona morale, la religione e la politica, e in caso di dubbio dovrà ricorrere alla presidenza dell’Interno. (10 Febbraio 1838). Segue il testo del Regolamento in 59 articoli”.

PRETURA: Nomina a 1° Supplente del Dott. Marco Pennaroli, ed a 2° supplente del Notaio Luigi Maffini (2 maggio 1836). (…)

*(S.Fattorini, Indice analitico ed alfabetico della raccolta generale per gli stati di Parma Piacenza e Guastalla degli anni 1836 al 1840, volume sesto, stampato a Parma nel 1843)

Fiorenzuola d’Arda apre il suo straordinario archivio storico

IMG_1359Straordinario! Non abbiamo altre parole per descrivere quanto sabato scorso abbiamo visitato nel seminterrato del municipio di Fiorenzuola d’Arda. Veramente una lodevole iniziativa promossa dall’assessore alla cultura Augusto Bottioni, coadiuvato dal circolo storico rappresentato da Eugenio Fabris che ci ha accompagnato nella visita guidata.

Un lavoro ben fatto, un recupero ottimo di un patrimonio culturale infinito che ha un valore che travalica i confini del comune di Fiorenzuola e della nostra stessa Regione. Eugenio Fabris da vero esperto (con ottime qualità comunicative e divulgative) ci ha deliziato di particolari, date, riferimenti e aneddoti che ci hanno veramente coinvolti. Continua a leggere “Fiorenzuola d’Arda apre il suo straordinario archivio storico”