Una radio, un concerto, la musica popolare, tanti giovani per la valdarda

clicca per ingrandire; valtolla iPhone

 

La notizia è stata confermata: 50 giovani, dai 18 ai 35 anni, dei comuni di Castell’Arquato, Alseno, Morfasso, Vernasca, Lugagano val d’Arda potranno entro il 30 aprile chiedere di partecipare ad un progetto ANCI riservato alle nuove generazioni  che vogliono dedidarsi alla ricerca delle tradizioni popolari e del folklore valdardese.

Se questa è una “nuova stagione” dedicata ai giovani e alla valorizzazione della nostre tradizioni storico culturali …benvenuta Primavera !!! Continua a leggere “Una radio, un concerto, la musica popolare, tanti giovani per la valdarda”

Abbiam finito di ballare… ora si fa festa!

clicca per ingrandire

Venerdì scorso 5 febbraio, nel palazzo comunale di Lugagnano val d’arda, alle 21 si è conclusa la prima parte del corso di danza popolare tenuto dal maestro GIPI dei Malvisi e organizzato dal Comune, dall’assessora Valeria Tedaldi.

Gran finale allietato dalla presenza degli ottimi musicisti guidati dal maestro Lino Mognaschi della “compagnia del Lorno ” scuola di musica, danza e laboratorio di liuteria di Colorno che con Ghironde, piffero, piva emiliana e organetto diatonico  ci hanno trascinati in Scottische, Bourèe e mazurca francese, intervallandole con spiegazioni sugli strumenti musicali utilizzati e sulle tradizioni musicali locali.

Molti di noi ignoravano [ o quasi ]  che queste musiche antiche [ medioevo-inizio del 1900] fossero  diffusissime anche dalle nostre parti.

I nostri avi ascoltavano, fino a circa 100 anni fa, mazurche, polke, scottische, bourèe, gighe e ballavano accompagnati da Ghironde, pive, pifferi, organetti e…. Continua a leggere “Abbiam finito di ballare… ora si fa festa!”

Appennino delle 4 province

copertina di "Appennino delle 4 province" (clicca per ingrandire)

 

di sergio valtolla

Pochi giorni fa ho conosciuto un editore, scrittore e fotografo che si chiama Fabrizio Capecchi …..http://www.fabriziocapecchi.it/

Sono partito scrivendo una e-mail chiedendo dove avrei potuto acquistare il suo libro  ” Appennino delle 4 province  ” e ci siamo incontrati perché capitava a Piacenza e c’era la possibilità di averlo immediatamente dallo stesso autore.

Ci siamo ritrovati a Piacenza in Piazzale Milano [ quello che ha nel mezzo la statua dei pontieri….e che si incontra venendo dalla Lombardia appena attraversato il Po ] e ci siamo accomodati nel bar del film di Bellocchio ” i pugni in tasca ” …ve lo ricordate …uno dei suoi primi capolavori con Lou Castel, girato tra la Valtrebbia, Bobbio e Piacenza.

Vi ricordate la scena dove inquadrano il bar di allora proprio di fronte all’ex hotel  Milano ….?

Fabrizio mi ha mostrato e illustrato le sue fatiche e così ho scoperto un grande lavoro, paziente e ben fatto.

Alla fine sono venuto a casa con 4 libri e non so dirvi qual’è il più bello!

” Fra Trebbia Aveto e Taro “, “Un’isola tra i monti ” , ” Le vie del sale” e quello citato ” Appennino delle 4 province  “

Alla fine sono rimasto colpito moltissimo da tutti ma la mia predilizione la assegno….. Continua a leggere “Appennino delle 4 province”

Provaci ancora Gipi….

DOMANI SERA, VENERDI’ 3 DICEMBRE ALLE 20,30 CIRCA  RIPRENDIAMO IL BALLO POPOLARE TRADIZIONALE CON IL NOSTRO CARO MAESTRO GIPI DEI MALVISI.

SIAMO UN BEL GRUPPETTO OSPITATI DALL’ASSESSORE ALLA CULTURA DI LUGAGNANO VAL D’ARDA, VALERIA TEDALDI, CHE CI HA MESSO A DISPOSIZIONE  UNA SALA SPAZIOSA DELLA CASA MUNICIPALE.

INTANTO GRAZIE PER L’OPPORTUNITA’, CI STIAMO PROPRIO DIVERTENDO BALLANDO E SOCIALIZZANDO.

ABBIAMO IMPARATO CHE IL BALLO ERA SOCIALITA’, ERA GIOIA, ERA COMUNITA’.

Lo avevamo già ben intuito quest’estate a Vigoleno all’ Appennino folk festival  dove abbiamo assistito ad esibizioni-capolavoro che hanno coinvolto il pubblico di oltre mille persone per ore e ore….che con entusiasmo hanno ballato o più semplicemente ascoltato e guardato; il festival quella sera, il 4 settembre 2010, ha ospitato il ghirondista bretone Patrick Bouffard, uno dei più celebri musicisti europei [ uno spettacolo unico ].

La serata ha inoltre ospitato la musica delle quattro province eseguita dagli Enerbia, gruppo folk con Maddalena Scagnelli e Franco Guglielmetti. Nel loro repertorio gighe, alessandrine e piane dell’Appennino.
Stiamo imparando a ballare  con Gipi, il nostro giovane e paziente maestro dei Malvisi di Morfasso, che ci sta facendo assaporare la cultura dei nostri nonni…meglio bisnonni accompagnati da musiche come quella che potete intendere cliccando sul video.

Certo quando la base musicale è dei Blowzabella……

Giovani energie in valtolla-valdarda: buona l’idea….

 

giovani energie (clicca per ingrandire); valtolla keynote

 

 

La musica c’entra, i giovani pure…ma non solo….

Qualche decina di mesi fa Governo e Associazione dei Comuni (anci) stilarono un protocollo d’intesa che [tra l’altro] prevedeva una serie di misure finanziarie a favore di progetti che riguardavano ” le nuove generazioni ” …

Non entriamo nel dettaglio dei bandi emessi ma registriamo con soddisfazione che alcuni comuni piacentini [tra i quali tutti quelli della valtolla da Castell’ Arquato e Vernasca a Morfasso e Lugagnano …..] si sono aggiudicati un finanziamento di 100.000 €.

Bravi gli amministratori a crederci e ad incaricare dei progettisti all’altezza!

Quando i comuni sanno mettere in moto la progettualità i risultati arrivano…..quasi sempre!….. Continua a leggere “Giovani energie in valtolla-valdarda: buona l’idea….”

La notte di folli, l’Appennino folk festival e le valli piacentine

clicca per ingrandire

Non eravamo andati a Vigoleno solamente per la notte di folli..…perché  una visita il borgo medioevale di  Vigoleno la merita a prescindere.

Certamente L’estate culturale e ricreativa organizzata dal Comune di Vernasca, organismi locali vari e operatori del turismo di Vigoleno hanno esaltato la bellezza del luogo!

Quest’anno, per noi,  è stato fatto un salto di qualità! Era necessario!….Si è tornati a buoni livelli ….

Questa riflessione ci viene spontanea dopo aver assistito a diverse manifestazioni nel borgo, aver approfondito la conoscenza del borgo stesso e aver assistito ad una tappa del meraviglioso “appennino folk festival”.

Dal sito piacenza internet.it  apprendiamo che ” L´Appennino Folk Festival è …. Continua a leggere “La notte di folli, l’Appennino folk festival e le valli piacentine”

Appennino “folle” a Vigoleno … Con gran finale martedì

UNA CORNICE SUGGESTIVA, GRUPPI MUSICALI ECCELLENTI, CLIMA PIACEVOLE.
Questo era l’ ambiente che si respirava ieri sera a Vigoleno.
Alle 21,30 un gruppo folk del sud ci ha deliziati con tarante, canzoni popolari antiche e musica da ballo tradizionale che ha scatenato il pubblico, coinvolto al massimo tributando ai musicisti lunghi applausi e ovazioni finali.
Alle undici un suggestivo allestimento ha messo in scena l’incendio della torre del castello con uno spettacolo pirotecnico ottimo.
A quel punto nelle piazze del borgo vi erano non meno di mille persone con il naso rivolto al cielo.
Subito dopo hanno attaccato gli “enerbia” …. un vero must della musica popolare locale sottolineato dal pubblico che ha apprezzato la loro ecletticità… interpretazioni al top di alessandrine e canti popolareschi.
Inutile citare una canzone, una suonata, inutile ricordare il talento di Maddalena e dei suoi musicisti…era semplicemente delizioso ascoltarli !!
Prima di loro, prima dell’ incendio della torre del castello, un gruppo folk dell’ Auvergne ( regione collinare e montanara centrale francese ) ci ha deliziato con esibizioni a suon di piva e strumenti antichi ottimamente suonati.
Javanaise di Gainsbourg e bourrée sorprendenti.
una serata da ricordare!!
Appennino folk festival/ Vigoleno un connubio da riverberare, da rendere permanente??? Per noi si!!!
Una serata, quella di ieri, di musica e danza che ci auguriamo si possa ripetere più spesso ( unico neo: ci siamo dovuto prendere le poche sedie disponibili nell’ oratorio e il resto in piedi…un neo perdonabile ma …)
Stasera si replica e martedì grande serata con 10 cover band che suonano per solidarietà ( le migliori cover band di Ligabue, Nomadi, Dire straits, Bon jovi, Vasco Rossi….).
Meraviglioso borgo, uno dei più belli d’Italia!!