Parchi eolici industriali a Prato Barbieri o sul monte Aserei? No Grazie!

Accidenti: son tornati i ligures...viva i ligures!!

I NUMERI INUTILI DELLA MONTAGNA.

La montagna è un nodo problematico irrisolto a livello nazionale ma è chiaro che se lo si affronta guardando alle cifre allora stiamo “freschi” e non giungeremo mai a nulla di concreto e dignitoso.

Meglio ci venga subito detto: che ci state a fare su questi monti inospitali, sperduti e con scarsi collegamenti?

È superficiale, quando si parla di problematiche della montagna, citare sempre i numeri degli abitanti, il valore del PIL prodotto [che pur non sottovalutiamo] che non può esser messo al centro dei discorsi di chi deve amministrare una comunità.

Se un Sindaco si incammina per questi “lidi” è come fosse diventato un “cioccolataio” che vi vuol addolcire la bocca per non far nulla, un bel niente! Continua a leggere “Parchi eolici industriali a Prato Barbieri o sul monte Aserei? No Grazie!”

La valtolla che ci piace, che non ci dispiace! (1)

installazione equilibrata...(clicca per ingrandire)

Con questo articolo inauguriamo una serie [ un po’ come abbiamo fatto con i viaggi gastronomici …] di articoli soft….molto fotografici sulla valtolla che ci piace o che non ci dispiace…..evitando [ lo facciamo già tanto!] il più possibile i luoghi molto noti…

Iniziamo con un tema tosto: le energie rinnovabili, alternative e pulite perché fanno discutere, perché accanto a chi lo fa seriamente, attento a non creare altri problemi c’è chi si insinua e ci piazza la speculazione, la devastazione degli ambienti….ecc…ecc…

Intanto ribadiamo che, in montagna, collina e in generale in Italia, non c’è vento a sufficienza per installare i parchi eolici; questi sono mostri che deturpano e servono solamente per far fare profitti a chi deve produrli e installarli; tutti sappiamo che occorrerebbero almeno 200 giornate di vento all’anno ….e quando mai le abbiamo avute….!

In montagna, senza esagerare, normando il necessario per evitare “stupidaggini” , c’è spazio per il fotovoltaico  ….che  non crea [ che non crei!!!]  impatti devastanti nelle nostre belle vallate che vorremmo far visitare da centinaia di turisti …

VALTOLLA: IL PAESAGGIO CHE BARBA!!!

Con tutti i problemi che abbiamo ci manca anche che andiamo per il “sottile” sulla questione del paesaggio!
Qui i verdi non vogliono questo ….., dall’altra parte la Soprintendenza vieta di….., poi ci si mettono pure Italia Nostra, Legambiente e ….. non si fa più nulla!
Tutti parlano di energie alternative, di risparmio energetico, di energie rinnovabili, di ridurre le emisioni di CO²… ma poi quando vengono proposte soluzioni nessuno è più d’accordo.
Intubare l’acqua di certi corsi di montagna, a ferriere,  per fini energetici trova contrarietà grandissime; eppure l’energia idro-elettrica è pulita!
Fare un bel parco di torri eoliche a Prato Barbieri o a Pianazze, per produrre energie pulite sfruttando il vento trova grosse contrarietà; realizzare impianti fotovoltaici nei nostri campi di montagna, in valdarda,  non va bene…..ma allora che fare?……Come uscirne?

———-000000—————-000000—————000000————-

mega eolico?...no grazie!

Innanzitutto non bisogna lasciarci prendere in giro!…..Non lasciarci prendere in giro dai falsi ” benefattori ecologisti”!

Vi ricordate la proposta di realizzare una bella centrale ” biomasse ” a Morfasso ?….Si disse che avrebbe bruciato legna locale, che avrebbe prodotto tanto reddito locale, che avrebbe prodotto energia da fonti rinnovabili, dal bosco, dai rami dei boschi…! Così venne detto!

Erano bufale! Grandi e grasse bufale!

Localmente, in Valtolla ( ma neppure in nessun luogo della provincia) NON abbiamo boschi in grado di …. Continua a leggere “VALTOLLA: IL PAESAGGIO CHE BARBA!!!”

PIU’ SOLE…..IN VALTOLLA

 

DSC00228
ENERGIA...ANTICA

 

 

 

Libertà del 29 ottobre riferiva che a Morfasso la storia si è ripetuta: dopo un anno circa un secondo impianto fotovoltaico entrerà in funzione presso un azienda agricola locale.

I raggi del sole ( anche quando è nuvoloso) vengono catturati da un grande impianto cellulare che trasforma tali catture in energia elettrica ” pulita ” …senza produrre alcuna emissione in atmosfera! In poche parole non inquina per nulla e, non si limita a produrre la canonica acqua calda bensì energia elettrica ….per ” far funzionare ” quello che serve.

L’inaugurazione avverrà il 7 novembre alle 10,30,  a Rocchetta di Morfasso,  ma pare stia già funzionando! Non è una notizia splendida?

Attendiamo un terzo, un quarto, 100, 1000 impianti fotovoltaici in Piacenza e provincia.