150 MILIONI DI CINGUETTII….

300.000.000 milioni di utenti nel mondo per Facebook, 150.000.000 milioni per Twitter, 70.000.000 per My Space e così via….

Tutti i social network stanno enormemente erodendo il mondo degli utenti  facebook e my space……

Questi grandi social network, complice il Web 2,  sono entrati in scena  da tre, quattro anni ma se non cambiano pelle, imploderanno…. e loro lo sanno.

La concorrenza tra di loro si fa agguerritissima, siamo solo all’inizio del film, e ne vedremo delle belle.

social network ?

Questa “rivoluzione ” ha aperto il mondo alle comunicazioni totali, molto spesso anche banali, tra persone di tutto il mondo e tra i diversi ceti sociali (questo è molto positivo) ma ora, i “Social Network”, devono reinventarsi un ruolo perché stanno emergendo nuovi modelli basti sull’intelligenza artificiale, sulla totale interattività gestita da gruppi ( il mondo dei blog o delle piattaforme tipo you tube, flickr, fotolog, ecc..….) che permette agli utenti di spostarsi nella rete, a seconda degli interessi, come delle cavallette.

Questa migrazione di utenti, dopo un primo periodo di ubriacatura, in realtà è dovuta anche al fatto che più si usa lo strumento web, più si “prende” confidenza e maggiore diventa la voglia di ” navigare ” …peraltro a tariffe molto convenienti (stiamo parlando di navigazione da fisso e non da mobile).

Fino ad ora, in realtà, i due giganti Facebook e Twitter hanno offerto pochino. Qui non si possono fare molte cose se non pubblicar foto, salutarsi e  scambiarsi due chiacchiere in chat scritta ( ….ma per questo ci sono anche MSN, Skype, AOL, ecc…. che offrono anche chat video.)

I grandi social network  citati lo intuiscono, sanno che dovranno, pena il loro declino, rappresentare una vera finestra sul mondo dove  l’utente possa selezionare e ” comporre informazioni”  secondo i suoi interessi e non limitasi a sterili ” ciao stasera esci ? ” postando una foto.

Chiunque voglia cimentarsi con….. Continua a leggere “150 MILIONI DI CINGUETTII….”

LA CURIOSITA’ E IL WEB 2

Sergio Valtolla risponde ad alcune mail dei lettori.

Si vede che parlare del come utilizzare al meglio internet piace…..ne abbiamo parlato pochi giorni fa ed eccoci di nuovo.

Mi hanno chiesto se il WEB 2 è diverso dal WEB 1………conto fino a 100…..vado a consultare wikipedia, impreco (in senso buono) e provo a ripondere.

Se uno qualsiasi mi avesse detto nel 1990 che internet sarebbe diventato quello che conosciamo oggi…avrei risposto che in 20 anni non si potevano fare miracoli.

Invece si!…Non miracoli ma progressi concreti…..altro che concreti: milioni di utenti in tutto il mondo si scrivono, si inviano documenti digitali ad alto contenuto mediatico (film, canzoni, foto, ecc…) e lo fanno minuto per minuto senza interruzione.

La rete, per i giovani, ha ampiamente superato in interesse la TV che ora rincorre…rincorre…ma è distaccata…distaccata….

Ormai e sempre di più internet lo utilizzeremo anche nel salotto di casa…Apple ha già in avanzata fase di realizzazione una ” scatoletta infernale ” da attaccare alla TV  e che affiancherà la stessa permettendoci di decidere  se navigare in internet, videochattare, ascoltare musica, vedere film scaricati da internet o affittati on line, leggere i quotidiani on line, spedire mail, interagire o guardare la TV…

In poche parole la vera differenza tra il web 1 e il web 2 è stata quella di permettere, con questa evoluzione  web2, la partecipazione e la condivisione.

Cos’altro sono i social network come facebook e twitter?…cos’altro sono you yube  e i siti che ci permettono di editare blog e siti internet ? altro che Sms..siamo andati ben oltre…

Cosa sono Google, yahoo, msn, ecc…? ….Sono la condivisione  e la partecipazione!

Vi ricordate che  all’inizio si potevano solamente trasmettere e-mail, file e documenti?…che praticamente non esisteva Java, che solo qualche anno dopo sono arrivati gli SMS?…..Oggi gli sms sono superati  da Blackberry, Android, iPhone che ti stupiscono…l’ufficio in tasca grosso come una scatola dei miei sigari preferiti: i Garibaldi!

Certo tutti gli strumenti se usati male….ma all’inizio si disse anche per il cinema, per la televisione, ecc…..

Il grande problema sono le infrastrutture: a Piacenza gratis a Morfasso niente! ..il giovane di Morfasso è di serie B?

Il giovane di Morfasso non può essere curioso del mondo come il coetaneo di Piacenza?…La rivoluzione informatica è democrazia ma a patto che sia accessibile a tutti……altrimenti partecipazione e condivisione si vanno a far benedire.

SI SCRIVE “WEBLOG”…SI PRONUNCIA “BLOG”

Il titolo è fuorviante perche weblog e un vocabolo composto dalle parole ” web + blog” e, all’ inizio,  si usava proprio per indicare un ” diario” scritto utilizzando il web (pubblicato in internet).

Ora si usa solamente chiamarlo: Blog!

In Italia ve ne sono dei famosissimi e seguitassimi…. da Beppe Grillo a Geekissimo…..

Ormai nel nostro gergo si usa comunemente la  parola (un inglesismo ) :  bloggare;  che significa scrivere un post ( un articolo) e pubblicarlo.

Tutto è stato reso possibile da quello straordinario strumento che porta il nome  di web…che con la sua evoluzione in web2 ha scatenato i blogger di tutto il mondo.

Ora stanno arrivando web3 e web4…e ne vedremo delle belle!…..Provate a pensare alla potenza delle comunicazioni mobili 3G (l’ UMTS dei telefonini) adattati su uno smartphone tipo iphone (che si appresta ad essere rinnovato da 3Gs in 4G) che dialoga con la rete ….dialoga…..non comunica…trasmette e riceve dati, servizi, accelerazioni della realtà….

Pensate alla diffusione delle reti wi-fi che consentiranno a tutti di navigare e quindi di essere informati, di farsi un opinione, di accedere a servizi gratuiti per lavoro, studio…….. in tutto ciò si è inserito il mondo dei blog che in Europa sono super seguiti.

I maggiori esempi? Il successo dei social network….con in testa facebook e twitter;  cosa sono se non dei semplici blog collettivi?

Noi come concepiamo il blog?

A parte il fatto che abbiamo iniziato e fatto esperienza con facebook, pensiamo che l’informazione che si vuol dare con un blog  deve anche contenere un po’ di cose che ci piacciono …anche se piacciono solamente a noi!  …..altrimenti non è un blog…..è un quotidiano on line, un sito internet o quello che volete ma non è un blog!

Poi c’è un altra questione, per noi, importante: la democrazia!

Parolona? …Macche! …..Applicata al blog significa commenti, che debbono essere pubblicati anche quando non piacciono!….Significa mettere a disposizione, il più presto possibile, un indirizo e-mail per chi vuol collaborare, scrivere, inviare foto, articoli…

Fino a quando non reintrodurranno  la censura …….fino a quando qualche ” politico” non prenderà paura e cercherà di imbrigliare la rete……cari internauti…..noi viaggiamo…..

la nostra mail: blog.valtolla@yahoo.it