Fiorenzuola taglia le funzioni e gli altri comuni?

IMG_1505_Snapseed B&WL’Unione alla quale partecipa Fiorenzuola (con Cadeo, Alseno e Pontenure) ha messo in comunione (per ora sulla carta) i settori dell’informatica, la gestione del personale, la protezione civile e il s.u.a.p. (sportello unico attività produttive).

Contestualmente Fiorenzuola annuncia una riduzione delle funzioni di vertice (quelli che dirigono la macchina comunale) da 9 a 4. Trattandosi di un taglio non da poco una domanda viene spontanea: se non servono più oltre la metà dei funzionari responsabili fino ad ora come mai servivano?

Una, pur parziale, risposta viene dal quotidiano libertà del 3 gennaio 2015 “Alcune posizioni organizzative per ora rimaste escluse (ndr: dalla riorganizzazione annunciata), potrebbero rientrare in gioco nei nuovi settori dell’Unione” riferisce la giornalista Donata Meneghelli.

Sembra una risposta facile: considerato il fatto che determinate funzioni (informatica, personale, protezione civile e il s.u.a.p.) “passeranno” all’Unione queste funzioni sono divenute eccedenti e saranno assorbite in tale nuovo ambito.

Quindi significa che se i comuni di Cadeo, Alseno e Pontenure faranno gli stessi ragionamenti potrebbero risultare eccedenti altre funzioni di responsabilità e allora ci si potrebbe ritrovare con una piccolissima unione (con meno di 30mila abitanti) ma “fornitissima” di funzionari che qualcuno dovrà pur pagare.

Prima di continuare a leggere è bene si sappia che queste piccole unioni comunali per noi non sono ne carne ne pesce, non conteranno nulla nei confronti della Regione, dalla quale riceveranno solo “contentini”, e non comporteranno nessuna reale e tangibile risparmio per i cittadini e un conseguente miglioramento dei servizi.

Se poi, come sembra, andando verso queste unioni non vi sarà neppure un minimo di risparmio di spesa allora si comprende ancor meno. Forse sarebbe bene che qualcuno ci spiegasse…ci aiutasse a capire.

Il rischio di queste operazioni, così come sono state annunciate dalla stampa, è che alimentino la confusione e lo stupore da parte di cittadini sempre più lontani dal “palazzo”. Ma forse siamo noi che comprendiamo poco e allora un po’ più di sforzo analitico dei nostri politici locali potrebbe essere utile a far capire…o no!

Per finire ribadiamo la nostra opinione sulle piccole unioni comunali.

1-non comprendiamo a cosa realmente servano unioni comunali  così piccole;

2-non comprendiamo come potranno unioni così piccole incidere sul miglioramento delle performances dei servizi comunali;

3-si dovrebbe partire da unioni di almeno 45/50 mila abitanti in zone omogenee con l’obiettivo dichiarato, a brevissimo, di formare un solo comune con elezione diretta dei rappresentanti che si possa rapportare direttamente con la Regione.

4- se quando detto al punto 3 non è possibile allora si lasci perdere e si riorganizzino seriamente le funzioni dei comuni, si dotino di reali strumenti finanziari per organizzare i servizi  e si accorpino solo quelli omogenei per zona che non hanno neppure 1500 abitanti cadauno.

5-fino a prova contraria, dal dopoguerra a oggi, tutto lo sviluppo economico del Paese si è basato essenzialmente sulle piccole e medie imprese industriali, agricole, artigiane e commerciali, strettamente legate con gli enti locali più vicini. Sono le province da abolire del tutto e i trasferimenti finanziari verso i comuni virtuosi da implementare e non il contrario. In Italia se c’è una storia, pur con alti e bassi, questa l’hanno fatta i comuni e i suoi cittadini.

Ma queste nostre sono solo opinioni…opinioni di chi osserva e valuta come si spendono i soldi delle nostre tasse…che non hanno colore politico e sono sempre tante, troppe.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...