Elogio al vino che non c’è…in Valdarda

Incipit…

Il vino piacentino è questione collinare, gli ultimi vigneti di pianura risalgono all’ormai lontano primo dopoguerra, quando iniziò il loro espianto definitivo (anni 50 del secolo scorso).
“Espiantate per far posto alla zootecnia e alle colture industriali ben più redditizie e adatte al terreno del nostro piano…”. Continua a leggere “Elogio al vino che non c’è…in Valdarda”

Il vino di Castell’Arquato, di Carpaneto P.no e…

2016-09-23-vendemmia-a-travazzano-6104
vendemmia 2016 di uve di ortrugo (Valchero-Carpaneto P.no)

Il vino è buono o cattivo?
Si direbbe buono se guardiamo al successo che i vari festival del vino locale, dal Monterosso Festival al Gut festival, hanno avuto.
Si direbbe cattivo se pensiamo ai danni causati dall’abuso di alcol che colpisce giovanissimi e non…
Ma allora è cattivo anche mangiar salame, insaccati in genere e formaggi, ecc…ecc….perché fa aumentare a dismisura il colesterolo cattivo nel nostro sangue che di conseguenza provoca l’insorgenza di gravi malattie che provocano danni irreversibili alla salute. Continua a leggere “Il vino di Castell’Arquato, di Carpaneto P.no e…”

Eccellenze eno-gastronomiche: pappa e ciccia …esaurita!

2016-05-31 13.19.14
Solo un assaggio di salumi dop…ma poi basta!

Pappa e ciccia esaurita? Fausto ed io siamo un po’ sprovveduti! In soli 10 giorni il libro “Eccellenze eno-gastronomiche in Valdarda e dintorni ” è stato (quasi) esaurito. Oggi abbiamo verificato che ne sono presenti solo poche copie in qualche edicola della Valdarda e Valchero.

Dunque, un grazie doveroso a tutti! Un grande grazie… Continua a leggere “Eccellenze eno-gastronomiche: pappa e ciccia …esaurita!”

Vino in Valdarda: quest’anno sarà buono!

vigneti LR (1 di 1) flare  copia
vigneti della valdarda ( per info e degustazioni: enoteca comunale di Castell’Arquato)

Dopo un autunno 2012 tra i più caldi degli ultimi 25 anni, l’inverno è iniziato con un brusco abbassamento delle temperature con forti nevicate ( le più intense degli ultimo 50 anni) e alta piovosità tra Gennaio e Marzo 2013. La primavera è stata particolarmente fredda con forti precipitazioni i  maggio e giugno (ricordate?).

Questo ha comportato difficoltà nell’ effettuazione dei trattamenti fitosanitari contro oidio e peronospora che sono indispensabili in quella stagione. La ripresa vegetativa è stata fortemente ritardata ma l’allegagione alla fine è stata buona e il calo di produzione contenuto.  l’ultima decade di Luglio e la prima metà del mese Agosto sono invece stati molto caldi ( con punte di 40°C e minime non inferiori a 23/24°C).

Nell’ultima fase le notti fresche e le giornate calde hanno risolto i problemi di un andamento stagionale bizzoso. Risultato: una buona sintesi aromatica e una buona maturazione fenolica. Chi avrà raccolto “bene”, rispettando i tempi di maturazione avrà prodotto del buon mosto. Forse in taluni casi eccellente. Sicuramente buone erano le uve di Barbera e Croatina, di Ortrugo e Malvasia di Candia…di conseguenza come potrebbero non sortirne degli ottimi Gutturnio, Ortrugo e Monterosso dell’annata 2013 ?

IMG_7525 copia flare copia
vigneti in valchiavenna ( tra Castell’Arquato e Lugagnano)
torricella  LR (1 di 1)-2 copia flare copia
la Torricella, sede dell’esposizione dei vini della valchiavenna ( seguite il calendario degustazioni sul sito internet dell’associazione viticoltori della valchiavenna )