ELEZIONI IN VALTOLLA: commenti…

Il 30 marzo …ad urne chiuse da poco abbiamo pubblicato in post ” elezioni in valtolla…..” e oggi abbiamo ricevuto diversi commenti, due dei quali li pubblichiamo, oltre che di seguito all’articolo citato, anche in questo nuovo post che ci permette di altre considerazioni…ovviamente personali.

(commento di Giorgio)

molto interessante l’analisi.
dite che il centro sinistra ha perso circa 380 voti in valtolla.
eppure bersani dice che non ha perso, lo dicono anche i ” notabili”…..meno che 49 senatori.
mi sembra la teoria del gatto nero ( con molto rispetto per i gatti): per scaramanzia non lo nomino mai e quando lo incontro cambio strada!
Eppure in emilia romagna il governatore ha preso 10 % in meno rispetto al 2005…..che botta!
Anche a Piacenza non vedo dei ritorni in massa al pd…ma anche forza italia non dovrebbe cantar vittoria…ha vinto solo bossi!
Bossi è un fenomeno ( anche se non lo ho votato).
Vedremo grillo…quello che ora ha tutte le colpe.
auguri di buona pasqua.

( commento di Giulio)

Bossi è un “fenomeno” che ha già raccomandato figlio e parenti in perfetto stile italiano, altro che padano…
Comunque questa è la considerazione personale di uno che non vota per una scelta di campo ben precisa, altro che disaffezione ai partiti o altre balle con cui infarciscono la testa della gente 24h/giorno tramite i media…
Ai politici fa comodo non tenerci in considerazione ed inserirci tra gli elettori delusi dai programmi.
Per il resto il quadro rispecchia perfettamente il paese e il 75° percentile della sua popolazione…

COMMENTO DEL BLOG

I vostri commenti sono, a nostro avviso,  molto diversi; rispettabilissimi  e rappresentano un……. buon numero di lettori del blog.

Giulio è molto arrabbiato e anche senza peli sulla lingua  ma sui leghisti la pensiamo in maniera diversa….li abbiamo visti lavorare seriamente sul territorio…..sembravano i figiciotti  degli anni ’70….poi neanche loro sono perfetti…..

Come non condividiamo certi commenti sui ” grillini ” ( per colpa loro, han detto esponenti del pd, si è persa la regione Piemonte….sono un fenomeno di pura protesta da non prendere in considerazione……); ci sembra di ricordare quando il “mitico” massimo disse che la lega era una costola del suo partito….ora però questa costola…..

In poche parole non siamo per semplificare tutto!…..ma il malessere è veramente tanto e giulio lo ha espresso tutto!

Su Errani si potrebbe dire di tutto ma 10 punti in meno non è uno scherzo!..Appunto una bella botta!

Per finire vi proponiamo, anche in risposta a Giorgio,  3 pareri di addetti ai lavori …..

1Antonio Polito sul ‘Riformista’ dice : “A furia di pareggi il Pd non vincera’ mai lo scudetto….. Manca di una proposta convincente e dirompente su cio’ che davvero interessa l’elettorato”….( visto che Polito è un uomo Pd critico…..);

2Niki vendola ( molto osteggiato nel pd, ha però vinto tanto le primarie quanto le elezioni) dice: “Io penso invece che siano finiti i partiti. Consumati, inadeguati, fuori dalle virtu’ civiche. Non voglio piu’ essere scambiato per uno degli esorcisti che tentano di far vivere chi e’ defunto”……..poi Vendola ironizza: “Partito: participio passato. Cioe’ e anche: fuggito, sparito. Scomparso”, simile piu’ al “fuggito democratico” (….. il pd lo deve sopportare perché ha vinto…..);

3-Comunque la si giri, quella che doveva essere una sconfitta per il governo, in elezioni di medio termine che di solito avvantaggiano l’opposizione, si e’ trasformata in un assoluto successo per noi”. Lo ha detto il ministro della Difesa Ignazio La Russa ( ha glissato sul fatto che i vincitori sono i leghisti e non il suo partito…);

( grazie a Giorgio e Giulio e a tutti coloro che per ragioni di spazio non citiamo….paola, mariangela, andrea….)

Un commento

  1. Chi ha vinto e chi non ha perso.
    Ogni volta che ci sono le elezioni ci tocca sentire le verità dei politici, quasi mai nessuno ammette la sconfitta e soprattutto nessuno dice pubblicamente perché gli altri hanno vinto.
    A me viene da chiedermi… ma in privato se lo saranno mai chiesto?
    In questi ultimi anni l’unico partito che ha sempre segnato il segno più al termine di ogni tornata elettorale è la Lega.
    Qual è la ricetta?
    Cosa li differenzia dagli altri al punto di renderli vincenti?
    Se ci pensiamo bene questa ricetta non è poi così segreta, la Lega è la formazione politica che in questo momento è più vicina alla gente.
    E’ ben presente sul territorio ed ha sezioni in ogni paese dove si possono trovare persone con le quali poter parlare, certo alcune sezioni rispetto ad altre sono più organizzate e strutturate, ma hanno tutte una cosa in comune, all’interno troviamo sempre persone normali, non funzionari di partito ma gente che conosciamo e parla la nostra stessa lingua.
    Parlano di noi e non di un partito, del nostro territorio e non di una politica lontana anni luce, dei nostri problemi quotidiani che sono anche i loro.
    Gente motivata che riesce a trasmetterci un messaggio, quello di chi ha ancora voglia di mettersi in gioco con tenacia ed energia per migliorare la qualità della vita della propria gente e non per rafforzare un partito ormai lontano, gente che conserva ancora la passione che probabilmente altri hanno perduto.

    Paolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...