COME SI FA A STARE QUI?…provocazione!

In estate tutti i “santi ” ti aiutano ma in Inverno….mamma mia!

Come fa un giovane a restare in montagna…che ci sta a fare?…poco lavoro, pochi servizi, poche relazioni con i coetanei….(chi più dei giovani adora la vita sociale?)…poco di tutto…..ma molte frane, strade brutte, internet a singhiozzo….pochissimi negozi, pochi locali pubblici …..e allora… chi può scappa.

Morfasso alternativa ( clicca sull’ immagine per ingrandire)

Ci sono le macchine e ci si può spostare, volendo, con molta facilità..dice qualche arguto ” provocatore ” dimenticando che un conto è percorrere 20 km da Alseno a Piacenza un altro è percorrerli tra Morfasso e Fiorenzuola.

Ma serve che i giovani restino in montagna?…Per far che cosa?…per coltivare 30 pertiche di frumento e allevare 15 vitelloni?

Perché tanta fatica per quasi nulla?….Lo farebbero i giovani in pianura?

Potrebbero gestire un agriturismo e coltivare la terra? oppure gestire un piccolo ristorante con alloggio o una piccola attività artigianale e coltivare la terra a tempo perso?

Che reddito ne ricaverebbero? …forse a sufficienza per una famiglia ma senza abbondare!

Allora che fare per far ciò diffusamente anche dove i conti sono tiratissimi?

1- pagare i giovani per l’avviamento dei servizi che realizzano;

2- cedere in uso gratuito, nelle fasi di avviamento, le strutture pubbliche che si utilizzano a fini imprenditoriali giovanili;

3-credito a tasso zero e garantito dal un consorzio fidejussorio ad hoc per la montagna;

4-trattamento da super  ” cooperativa sociale ” per gli imprenditori giovani che restano in montagna;

5- esenzione irpef al 100% per la fase di avviamento delle attività in montagna;

5-obbligo per i beneficiari di prestare, in cambio, almeno 30 giornate all’anno per pulire canali, realizzare piccoli drenaggi e regimazioni, pulire siepi e boschi e altri lavori socialmente utili ( concentrati in autunno e primavera).

6- istituire un gruppo volontario di difesa e sviluppo del territorio con funzione di agenzia di somministrazione che collabora solo con i comuni e la provincia abolendo Enti inutili, sotto organismi di sopra organismi e diavolerie inutili piene di piccoli burocrati.

TUTTO QUESTO COSTA MENO CHE SPENDERE MILIONI PER AGGIUSTARE LE DISASTROSE FRANE, COSTA MENO CHE MANTENERE ENTI INUTILI….COSTA MENO DI CERTI CONVEGNI ….

” Questa è una provocazione sulla possibilità di stare in montagna…..pagando chi ci sta “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...