VALTOLLA, VALDARDA: ALBERGO DIFFUSO? (1)

Recentemente a Castell’Arquato, nel corso di un convegno promosso da “Driade” si è parlato di turismo e cultura facendo cenno, nell’elencazione  delle strutture idonee all’accoglienza, di una tipologia denominata “albergo diffuso”.

Di cosa si tratti è presto detto: un servizio unitario situato in un centro storico ( un paese), con camere e servizi dislocati in edifici diversi, pur vicini tra di loro, in un contesto unitario.

La nostra zona, il nostro comprensorio presenta alcune caratteristiche che rendono “appetibile” tale tipologia (schematicamente):

  1. un contesto ambientale-storico di pregio come lo sono Castello e Vigoleno;
  2. I luoghi sono ” ampiamente ” abitati *;
  3. poter usufruire, oltre che dei “normali” servizi alberghieri (reception, messaggi, pulizie, servizi di comunicazioni veloci…..), anche di servizi territoriali pubblici e privati ( medici, farmacie, bar, ristoranti, auto-riparatori, artigianato e commercio di servizio) che completano la prima accoglienza.

* potrebbe anche essere valida la formula dell’ albergo diffuso in un borgo quasi del tutto disabitato ma, in tal caso, si configurerebbe come una specie di villaggio turistico in piccolo e quindi con le medesime necessità del villaggio medesimo ( animazione, animazione, animazione! La vacanza nel villaggio prevede grande organizzazione collettiva e grande socialità.).

la formula dell’albergo diffuso è ancora poco diffusa ( fino ad oggi siamo stati  più propensi a considerare altre tipologie di ospitalità diffusa come lo sono gli affittacamere, i B&B, gli agriturismi…..) ma sicuramente si potrà rivelare adatta per borghi caratterizzati da bei centri storici con particolari pregi come lo sono castello e vigoleno.

L’albergo diffuso è quindi  un “albergo” tout court con delle “ originalità”.

Proprio queste ultime, le originalità,  non possono mancare per il successo di una simile iniziativa.

Occorre offrire un di più!

Occorre offrire tipologie diverse nell’ ambito dello stesso albergo diffuso!

Occorre, in poche parole, avere ben chiaro, situazione per situazione, quali sono i punti di eccellenza da offrire.

(1-segue)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...