I soldi per il ponte di Messina ci sono, per le frane no.

L’Italia è uno dei paesi più belli del  mondo!

L’Italia ha la maggiore concentrazione di bellezze culturali, naturali e storiche del mondo; qui ci sono le città d’arte più famose a livello universale da Venezia a Roma, Firenze, Siena, Verona, Pisa, Cremona, Mantova, Lecce,  e poi ancora….San Gimignano, Volterra, Urbino, Vigoleno e Castell’arquato e altre centinaia di piccole e piccolissime cittadine e meravigliosi  borghi storici simili. Questa  è la nostra ricchezza vera.

Ma quando ce ne renderemo conto??

La cruda realtà è che sono decenni che il Paese vive tra disastri ambientali di tutti i tipi: allagamenti, frane, incendi.

Puntualmente, dopo ogni “disgraziato momento” accennato [rigorosamente sempre dopo!] si assiste al teatrino dei politici che “piangono”, sono costernati, promettono fondi, aiuti rapidi ecc….

Tutti sappiamo che  gran parte di questi disastri [la massima parte] sono provocati dall’incuria e/o dalla speculazione dell’uomo che costruisce case e capannoni in terreni inadatti e palesemente inidonei, spesso nell’alveo dei fiumi e dei torrenti,  sulle spiagge più belle, nelle più belle zone naturali montane e collinari, spesso nei parchi, moltissimo  in posizioni incredibili, ecc…

Poi la natura si ribella e succede di tutto!

A questi disastri spesso  si aggiungono gli eventi atmosferici  naturali  imprevedibili e allora “2+2” non fa 4 ma anche 5 o più…..nel senso che il disastro è ancora maggiore.

Così sono anni che a disastri si succedono ricostruzioni parziali o quasi inesistenti [ e scandali !!] e le frane trentennali o secolari da Piacenza a Canicattì sono ancora tutte lì….irrisolte…..perennemente in agguato….[ e noi in valtolla e valdarda lo sappiamo bene!].

Eppure si trovano i soldi per fare un inutile ponte sullo stretto di Messina e non si trovano soldi per le frane!

Eppure si trovano i soldi per mantenere un apparato burocratico Statale, Regionale e Provinciale  gigantesco e inefficiente e non si trovano soldi per le frane!

Strano paese l’Italia  dove comanda il partito del mattone e del cemento, trasversale alla politica, che quando si muove trova sempre qualche utile idiota da corrompere….trova sempre qualche “politico” che parla per il bene del Paese, per il progresso e altre amenità simili e fasulle [ spesso l’unico progresso lo fanno le sue finanze personali..].

Se non la smettiamo di far cavolate rischiamo di perdere in pochi anni tutto, per sempre.

Nel nostro Paese ci “mangiamo” 240.000 ettari di terre agricole all’anno e oltre 5000 comuni [sul totale di 8000 circa] sono interessati da gravi disssesti idrogeologici e per farvi fronte non si trovano gran parte delle risorse necessarie.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...