Perchè Morfasso ancora una volta penalizzata?

Il centro di smistamento delle poste di Morfasso si appresta a ” scivolare ” a valle ??

Cosa ci guadagnerebbe Lugagnano val d’Arda in questo ?? [ ndr: luogo dove si dovrebbe spostare il centro di smistamento ].

Nulla! Proprio nulla!

Le poste sono un ” monopolista “ di fatto del panorama postale italiano che, se attivasse anche questa decisione,  confermerebbe il suo carattere: pretendere posizione di dominio assoluto nel mercato ma giustificare tali operazioni come  semplici necessità di ristrutturazione aziendale per il  contenimento delle spese.

A noi i monopolisti non sono mai piaciuti perchè, sempre, agiscono così: quando c’è da guadagnare pretendono le posizioni e le possibilità migliori nei confronti del mercato [ e infatti hanno ottenuto di diventare anche una “banca” con tanto di postamat, una finanziaria oltre che …..ecc….ecc…] ma quando c’è da fare scelte che implicano un minimo di attenzione  sociale nei confronti degli enti locali si trincerano dietro la necessità di ridurre i costi non  concedendo N U L L A  al territorio.

Pensate un po’ se i Sindaci di montagna e collina, insieme, potessero negoziare la presenza, per esempio, delle  poste svizzere [o quelle che vi piacciono di più] affinchè si irradino sul loro territorio  per poi espandersi in zone circostanti……pensate come sarebbero contenti quelli delle poste….

TORNIAMO A MORFASSO……

Questo ipotizzato  trasferimento costringerebbe i portalettere in servizio presso Morfasso e le frazioni limitrofe a partire ogni giorno da Lugagnano e, se permettete, c’è una bella differenza tra partire dalla zona per effettuare il servizio e doversi recare a Teruzzi e raggiungere il luogo da Lugagnano.

Si obietterà che per consegnare 20 lettere o un paio di giornali a Morfasso e in montagna……..

Si potrebbe rispondere che lo stesso discorso vale anche per tutte le ” company” nazionali del telefono, del gas, dell’ energia che per mangiare “la carne” [leggi le zone di pianura e le città]  si comprano anche le ossa perchè senza ossa non c’è carne.

Chi deteine posizioni di monopolista non lo dimantichi mai!

Perchè mai ancora una volta un cittadino, fosse anche solamente uno, di montagna dovrebbe accettare anche questo ulteriore impoverimento di servizi?

Tutti sappiamo cosa significa perdere un servizio dove ve ne sono pochi o per nulla! …Si inizia con i servizi postali …poi seguiranno quelli…..ecc…ecc…[ non vogliamo neppure nominarli!].

Morfasso ha un vasto territorio montano, un economia debole e assoluto bisogno che i presidi minimi siano ben saldi al territorio e, pertanto, anche un solo posto di lavoro, un solo servizio non è accettabile perderlo! L’impegno degli amministratori locali non può essere così mortificato.

Non può la Regione e il suo assessorato alla montagna, non possono l’ amministrazione provinciale e i nostri consiglieri regionali, non possono le organizzazioni sindacali tacere! Non possono non essere da subito al fianco dei morfassini.

La Regione deve fare una carta dei servizi [ o migliorarla!!] dove si elenchino i servizi minimi che  si debbono garantire in ogni comune; deve espressamente elencarne la qualità, la tipologia, le caratteristiche . ….altrimenti siamo alle solite…..si parla …si parla…ma non si agisce.

Per noi è una vergogna solamente aver pensato di  togliere servizi a Morfasso …come lo sarebbe toglierli a Lugagnano, a Vernasca e a Castello…

IMPARIAMO AD INDIGNARCI!!!

Ha fatto bene il consigliere Regionale Cavalli a presentare una interrogazione  [riportata oggi da Libertà]…attendiamo anche quelle di Carini, Pollastri e l’intervento dei parlamentari Polledri, Foti e De Micheli.

ps: ci attendiamo una smentita delle poste! Sarebbe una bella notizia …tutto resta com’è…erano voci infondate….

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Perchè Morfasso ancora una volta penalizzata?

  1. ….”Pensate un po’ se i Sindaci di montagna e collina, insieme, potessero negoziare la presenza, per esempio, delle poste svizzere …”

    Perchè non dovrebbero provarci? Dubito che le Poste Svizzere siano interessate a bacini di utenza così ridotti, ma non si sa mai…. dopotutto in Svizzera recapitano la posta anche sugli alpeggi estivi, forse hanno una visione del servizio nelle aree rurali un pò diverso da quello italico.
    Probabilmente non servirà a nulla, ma almeno sarebbe un segnale di “vitalità” degli amministratori locali e magari attirerebbe un pò di attenzione mediatica… che tanto fastidio da ai monopolisti.
    Io non me ne intendo di comunicazioni postali ma credo che tra qualche anno i pochi superstiti abitanti dell’appennino comunicheranno molto raramente con la corrispondenza tradizionale ed i porta lettere saranno una rarità, ma abbandonando il presidio locale le poste si saranno giocate anche la possibilità di fare banca, finanziaria, piazzistia di pentole, venditore di elettrodomestici ecc ecc come stanno facendo ora.
    Finita la generazione dei nostri anziani che hanno un antico rapporto di “fiducia istituzionale” nelle poste, queste si troveranno con il bel risultato di avere interrotto un rapporto generazionale locale ed i nuovi utenti nel frattempo si saranno orientati verso altri tipi di offerte.
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...