Valdarda 31 marzo 744 succede…

20160517_102050LA DESOLAZIONE DELLA VALDARDA…

Prima ancora che si potesse ritenere chiusa definitivamente l’era romana d’occidente, prima che l’impero lasciasse il posto al sorgente medioevo, la media e alta valle dell’Arda era già il trionfo delle foreste incantate, dei paesaggi surreali, delle presenze magiche; il rifugio degli eremiti, un susseguirsi di luoghi a tratti impenetrabili, regno dei grandi spazi del silenzio, con pochi abitanti, anzi pochissimi. Le stesse “parti” più basse della valle non erano scampate a tale destino… Continua a leggere “Valdarda 31 marzo 744 succede…”

Castell’Arquato: brevi appunti di storia…

thumb_castell'arquato mag 11 IMG_4751_1024Il borgo storico di Castell’Arquato sorge su una propaggine estrema delle colline valdardesi digradanti verso nord, verso la pianura, quelle che costeggiano, in sponda sinistra, il torrente Arda. Continua a leggere “Castell’Arquato: brevi appunti di storia…”

Castell’Arquato erede di Veleia ?*

IMG_7420 _SnapseedDALLA LENTA AGONIA DI VELEIA A… CASTELL’ARQUATO. La storia di Castell’Arquato, secondo le fonti scritte, inizierebbe nel secolo VIII.  Tuttavia si ritiene, e a noi piace crederlo, che la sua origine possa essere ben più remota.

Quando Veleia, oppidum ligure, poi municipium romano, scomparve nel IV secolo  Castell’Arquato era già sviluppata e aveva assorbito molta parte delle attività di Veleia. Continua a leggere “Castell’Arquato erede di Veleia ?*”

Valtolla francigena: domenica 5 maggio oltre 70 pellegrini…(2 fine)

sulla via dei monasteri regi in Mignano di Vernasca
sulla via dei monasteri regi in Mignano di Vernasca

Seguito del post del 9 maggio* …. “Dal borgo di Castell’Arquato (nel medioevo frequente tappa di pellegrinaggio – vi si contavano otto hospitali) il gruppo di pellegrini è salito sul bel crinale appenninico che divide la val d’Arda e la val Chiavenna, su strada larga e panoramica. Gradatamente si è portato verso il monte Giogo, che sovrasta il paese di Lugagnano. Di qui per ripida discesa si giunge all’oratorio della Madonna del Piano.
Percorrendo la sponda sinistra dell’Arda su una strada che gradatamente si restringe in sentiero tra i boschi, i 70 pellegrini sono arrivati alla diga di Mignano, per poi risalire fino alla chiesetta romanica di S. Geminiano. Nell’abside del XII secolo sono conservati pregevoli affreschi, tra cui S.Giacomo in abiti da pellegrino. Qui -come da programma- è stata celebrata la messa da don Silvio, custode dell’ostello di S.Pietro in Montale. Continua a leggere “Valtolla francigena: domenica 5 maggio oltre 70 pellegrini…(2 fine)”

Valtolla francigena: domenica 5 maggio oltre 70 pellegrini…(1 di 2)

oratorio di san geminiano di mignano (cliclo di affreschi medievali...)
oratorio di san geminiano di mignano (cliclo di affreschi medievali…)

Dal blog  dell’associazione Transitum Padi  abbiamo ripreso il post” Anche per quest’anno l’associazione Transitum Padi, in occasione della V Giornata dei Cammini Francigeni, ha proseguito nella riscoperta delle antiche vie francigene: in collaborazione con il gruppo “amici della Val Tolla”, il percorso di domenica 5 maggio ha previsto la via francigena della Valdarda o via dei monasteri regi (per la presenza sul percorso di antichi monasteri di epoca longobarda a Fiorenzuola, Castell’Arquato, Tolla, Gravago, Pontremoli). Un tratto di circa 17 km da Castell’Arquato (con possibilità di inserimento 7 km più avanti, a Lugagnano) a Rabbini (antica sede del Monastero di Tolla). Continua a leggere “Valtolla francigena: domenica 5 maggio oltre 70 pellegrini…(1 di 2)”

Morfasso: cavalli bardigiani in mostra e in festa…

morfasso festa cavalli 13Domenica 5 maggio, per tutto il giorno, a Morfasso si svolge la tradizionale rassegna provinciale  del cavallo bardigiano ampiamente allevato in valtolla e in tutto l’Appennino piacentino e parmense.

La mostra si apre nella mattinata,  dopo le 9,  con l’arrivo dei cavalli e con le prime valutazioni. Il clou della manifesatazione al pomeriggio con le premiazioni dei cavalli più belli e lo spettacolo equestre. Quella di Morfasso è la prima manifestazione provinciale del 2013 dedicata al nostro equino nostrano, che sta riscuotendo un crescente successo anche come cavallo da turismo (treekking).

Per mezzogiorno funzionano anche gli stand gastronomici a cura della proloco.

L’alta valdarda domenica prossima ospita, quindi, due importanti avvenimenti turistici: La mostra del cavallo e la giornata dei cammini francigeni. Una buona giornata in valtolla!

 

Valtolla: le truppe francesi entrano nella valle innevata per sconfiggere “i briganti”*

Napoleone in un affresco presso il palazzo comunale di Lugagnano
Napoleone in un affresco presso il palazzo comunale di Lugagnano

Sgomberato 

il 

terreno 

negli 

“avamposti” 

dell’insurrezione 

– 

quali 

 possiamo 

pensare 

fossero 

Bardi 

e 

Borgotaro 

-, 

le 

truppe 

francesi 

 si 

diressero 

verso 

quella 

che 

era 

ritenuta 

il 

“centro” 

della 

rivolta, 

 e 

 cioè 

 la 

 Val 

 Tolla. Continua a leggere “Valtolla: le truppe francesi entrano nella valle innevata per sconfiggere “i briganti”*”

Morfasso: scelte per il turismo.

cartina-valdarda
cartina della valdarda-valtolla; clic per ingrandire

Oggi, 6 gennaio 2013, leggendo “libertà” ci siamo soffermati sull’articolo che parlava dell’affidamento, da parte della provincia al comune, del “rifugio del parco” e dei progetti del sindaco sulla gestione di questa e altre strutture “pubbliche” destinate al turismo.

Rileggendo bene l’articolo abbiamo colto idee molto interessanti che brevemente riportiamo…..
«Sono contento e soddisfatto del fatto che la Provincia abbia avuto fiducia nel comune di Morfasso – dice il primo cittadino -: è un passo importante…Ora, cerchiamo una famiglia o un privato a cui affidare i locali, nell’ottica di incrementare il turismo….La nostra sfida alta è quella di trovare qualcuno all’altezza della situazione, che contribuisca al raggiungimento di un ottimo risultato. Il parco è un’opportunità per il territorio, da poter sviluppare. Vogliamo mettere tutte le nostre strutture in rete: gli ostelli di San Michele, Monastero (la trattativa per l’affidamento è in corso), Casali (l’affidamento della gestione è previsto per la primavera), insieme ai nuovi immobili del parco, saranno i quattro motori per portare turisti sul nostro territorio». Continua a leggere “Morfasso: scelte per il turismo.”

Quando la via francigena risaliva la valle dell’Arda fino al Pelizzone

Ci fu un lungo periodo in cui la principale via scelta dai pellegrini che si recavano  a Roma transitava in valdarda e da Fiorenzuola raggiungeva l’abbazia di Tolla passando per Castell’Arquato. Da Tolla i pellegrini, valicando il Pelizzone, facevano tappa a Gravago per proseguire fino a Pontremoli dove la “deviazione francigena della valdarda-valtolla” denominata “via dei monasteri regi” si ricongiungeva con il percorso “classico” delineato da Sigerico…( un recente studio ne ha delineato un possibile ripristino in chiave moderna, per saperne di più clicca qui!)