L’ACQUA INFINITA DELLA VALTOLLA??

Ieri  nostra cugina ha partorito due gemelli!

Il processo finale è iniziato con la rottura delle acque e poco dopo anche i due neonati si sono presentati a Noi.

L’acqua ( il liquido amniotico ) gli ha permesso di svilupparsi e crescere sani nella “pancia “ della mamma per nove mesi.

Questo ci deve far riflettere e ricordare che, Noi tutti,  senza l’acqua, senza questo liquido citato, non avremmo la vita….non esisteremmo.

Si può vivere senza petrolio, senza tante cose ….. ma non senz’acqua!

L’acqua del pianeta non è la nostra, è a disposizione di tutti noi….ma è della nostra madre terra…l’unica che il buon Dio ci ha messo a disposizione….e non è un dono di poco conto.

Eppure nostra madre terra si continua a maltrattare, ad inquinando il mare, il Po, cercando di costruire briglie sui fiumi dei nostri monti ( vedi Ferriere) per far del finto “ecologismo” contrabbandando ciò con la necessità di produrre “energia pulita”.

Le solite balle!!!

Imbrigliamo pure i corsi d’acqua, cementiamo i fondi dei torrenti, costruiamo case sule sponde del mare e dei torrenti, dimentichiamoci di riaprire i canali di scolo che poi, come belve scatenate, gli elementi della natura (acqua in primis) si vendicheranno, ci travolgeranno e si riprenderanno i loro spazi.

La natura non potrà che restituire la “violenza” ricevuta…alla prima occasione!

Poi piangiamo perché le montagne franano a valle, perché aumentano i dissesti nelle nostre montagne e colline, perchè franano le case, le strade, i paesi……con i conseguenti lutti……tragedie e tutto ciò che ne con segue.

In Africa abbiamo un amico ….abbiamo tanti amici italiani e africani che ci hanno spiegato che il momento più importante della giornata, quello fondamentale, è recarsi a prendere una brocca d’acqua per bere e dissetare gli animali.

Km e km di sentieri nella foresta e nella savana, al giorno,  per recarsi a prendere la propria razione d’acqua….capito??

Noi, in valtolla, abbiamo un grande lago artificiale che ogni primavera si riempie di “vita”, con dodici milioni di acqua raccolta dai monti nel corso del disgelo invernale e durante le piogge invernali e primaverili.

Una grande quantità di questa acqua è destinata anche ad irrigare i campi della valle ….giusto! Giustissimo.

Però…..con i sistemi distributivi attuali ne sprechiamo almeno il 30% e così nei primi giorni di Luglio, in piena crisi idrica, non abbiamo più acqua e cominciamo a “temare”….a celebrare funzioni religiose ( la parrocchia di Sant’Antonio di Castell’Arquato balzò alle cronache nazionali per tale funzione celebrata nelle scorse estati).

Anche in Africa fanno anche la “danza della pioggia”……proprio come noi!

Pensate che Noi sprechiamo ben 3 milioni di metri cubi d’acqua circa ……3 milioni di bottiglie da un litro, il consumo annuo di almeno 8/9 mila persone ( pari alla popolazione di castello, Morfasso e lugagnano insieme)…..per farvi capire.

L’acqua non è una risorsa infinita……..i nostri monti ne danno tanta ( se piove e nevica)…ma non dobbiamo sprecarla, inquinarla e disperderla…….

L’acqua è buona, è la vita  ma…. è anche la responsabile ( parola forte e ingiusta per tale prezioso liquido) delle frane e degli smottamenti che noi tutti conosciamo…….si infiltra dappertutto……..ci sfugge…..non riusciamo a “domarla”.

Dovremmo, però, chiederci se  Noi difendiamo il territorio dal “vagare” delle acque superficiali?… Se Noi evitiamo di scavare e costruire dove l’acqua naturalmente va a depositarsi?….

In poche parole: ma che cavolo di rapporto abbiamo con “sto ben di Dio”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...