LA DIGA DI MIGNANO e……..

Sabato pomeriggio abbiamo percorso a piedi il percorso che costeggia il lago di Mignano, sponda sinistra ( opposto alla strada provinciale che sale verso Morfasso, Bore, Bardi), iniziando dal borgo di Gazzola ( nel territorio di Morfasso ).

Alle 15 circa abbiamo iniziato il nostro percorso complice una bella giornata di sole con un lievissimo venticello non freddo. Il lago è pieno d’acqua!

Percorso poco più di duecento metri abbiamo ammirato una bella discarica a cielo aperto e, per l’ennesima volta, abbiamo “sbottato” che anche in valtolla la mamma dei cretini è sempre incinta.

Non ci siamo scoraggiati, abbiamo attraversato il torrentello, e proseguito ma ….la seconda sorpresa era in agguato: 5 motociclisti bardati di tutto punto, con casco mascherato e senza targa ci hanno consigliato di farci da parte e lasciar passare.

Non è che questa stradina costruita per escursionisti appiedati e in bici sia l’unica percorsa da motocross….anzi!…..Forse però non ci sono piste per questo sport (?) e questo non va bene!…Ma questo è un altro discorso.

Noi abbiamo fatto questo percorso proprio mentre sulle rive del lago ” gemello” di Nibbiano ( alla diga del molato) inauguravano… la stagione primaverile con un grande progetto turistico sostenuto da Provincia, comuni e associazionismo ( che pare riscosso un grande successo ).

Ad un certo punto, purtroppo, abbiamo dovuto superare anche due smottamenti ( uno di questi molto serio) e siamo giunti fino a Favale e quindi tornati sui nostri passi.

L’impressione è che il percorso sia di quelli molto buoni ( prosegue fino a Mignano ), con bellissimi punti panoramici, qualche panchina (qualche), nessuna segnaletica, e qualche ringhiera di legno in punti molto suggestivi ( una purtroppo proprio sulla frana più grande).

In ogni caso una passegiata, anche solo per rendersi conto, chiunque la potrebbe fare.

Questa stradina panoramica sarà forse un primo stralcio di un progetto??……Chissà! Sarebbe bello se la comunità montana e i comuni della zona ne “riparlassero”, perchè di cose da fare ve ne sono ancora tante …..ma con poco…….e sopratutto con un progeto di gestione.

Probabilmente è parte del progetto che ha previsto la realizzazione di un simulacro di approdo nella sponda opposta …poco distante dal bivio per Bore.

Le Istituzioni sono forse in attesa di altri finanziamenti?…. A nostro parere occorerebbero anche altre attenzioni e……..intanto al Molato hanno il vento in poppa!

Se verrà lasciato così, al pari dell’approdo, non avrà nessun senso aver speso soldi pubblici ( i nostri!!!) e non sarà altro che l’ennesima riprova di spreco…di spesa tanto per gettar fumo negli occhi ai cittadini!

Non vogliamo credere che sia tutto finito; è un progetto interessante e merita di essere completato!……Noi ci crediamo.

Le Proloco, le associazioni sportive, i comuni, la comunità montana ……che ne pensano…nessuna proloco, nessuna associazione locale ci sta pensando?

E’ un opportunità per i mesi di Aprile/Maggio/Giugno, periodi di magra turistica!….Di questi tempi non è poco e ….per costruire il comprensorio turistico fatto di prodotti diversi vogliamo dimenticare l’ elemento acqua?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...