In Valdarda la bellezza vince sempre, dal medioevo in poi…

2016-09-10-medioevo-2-bis-6228Scritto da Sergio Valtolla per Valtolla’s blog©

Non intendo tediarvi con alcun excursus storico valdardese, per questo ci saranno altre occasioni.
Vorrei prendere spunto dall’ultima manifestazione “Rivivi il Medievo” e fare una breve considerazione su questa estate valdardese che volge al termine (e mi scuso in anticipo se citerò solo alcune manifestazioni, alle quali ho partecipato, pur ritenendone tante altre molto meritevoli). Continua a leggere “In Valdarda la bellezza vince sempre, dal medioevo in poi…”

I funghi sono una passione ma….sono rarissimi.

funghiporcini1

Ora proprio non c’è appennino valdardese o piacentino  che tenga: i funghi sono spariti, evaporati al caldo estivo. Oltretutto per almeno una settimana  non si prospettano piogge appenniniche rilevanti.  Le previsioni mettono sole e caldo ancora per diversi giorni. Continua a leggere “I funghi sono una passione ma….sono rarissimi.”

Uno scorribandista non fa classifiche, si diverte e…

eccellenze pag 153
pag 153 del volume “eccellenze eno-gastronomiche…” (clic per ingrandire)

Lo “scorribandista*” eno-gastronomico è una categoria di turista buongustaio particolare, sempre più diffuso nel nostro territorio che offre mete caratterizzate da medioevo (castelli e borghi), buon cibo e vini eccellenti.

È il turista poco considerato nelle classifiche degli esperti del settore, quello che spesso, ma non sempre, fa tutto in pochi giorni, anche in uno solo, e poi ritorna in successive occasioni…(sempre abbinando la “scorribanda” eno-gastronomica con altro: il medioevo, il folklore, un monumento, una mostra, un’escursione nella natura, ecc…).

Lo scorribandista è un turista che programma la sua giornata scegliendo un ristorante e poi una cantina, una bottega o uno spaccio aziendale di salumi e di formaggi condendo il tutto con la visita o la passeggiata in un luogo che soddisfi la sua curiosità culturale e ricreativa.

E la provincia di Piacenza che non ha né il mare né l’alta montagna, in tutto questo, se la potrebbe cavare meglio di tanti altri territori solo se ci credesse un po’ di più; se ci credessero di più, innanzitutto, le istituzioni.

“Ecccellenze eno-gastronomiche in Valdarda e dintorni**”, il libro in distribuzione in Valdarda da sabato 21 maggio,  non è una guida, non contiene classifiche ma esprime il gusto degli autori che, da veri scorribandisti, si son divertiti gironzolando per un vasto (ma anche no) territorio collinare e appenninico conoscendo osti, cantinieri e professionisti del cibo…di quello buono, fatto secondo la tradizione, quello che in molti preferiscono.

eccellenze pag 173
Pagina 173 di “eccellenze enogastronomiche…”

E scorrendo le circa 200 pagine a colori del libro ve ne renderete conto già dalle prime pagine. Il “vizio” degli autori lo imparerete alla svelta, e vi divertirete  a programmare la vostra scorribanda sempre diversa; raccontandola successivamente ai vostri amici attraverso il “social” che preferite…

E, credeteci, nel nostro territorio delle medie e alte valli tra Vigoleno, Bacedasco, Castell’Arquato, Vigolo Marchese, Chiavenna Rocchetta, Groppallo e…. troverete ampia soddisfazione.

* termine coniato dal giornalista Roberto Perrone

** autori Sergio Efosi e Fausto Ferrari che lo presenteranno sabato 21 maggio alle ore 17 a castell’Arquato via Sorza Caolzio (galleria d’arte transvisionismo)

eccellenze indice
INDICE DI “ECCELLENZE ENO-GASTRONOMICHE…”

Piacenza expo: nessun turista da queste parti!

Foto 15-07-12 19 39 38Nei giorni scorsi il quotidiano libertà pubblicava un lungo articolo di P.Soffientini dal titolo “Turismo solo andata per expo” dove venivano riportate le ammissioni di parziale fallimento  del progetto che prevedeva di portare un buon numero di turisti expo nella nostra provincia. Il referente del club di prodotto”terre francigene piacentine“, la speciale associazione di scopo fondata da confcommercio, coldiretti, confartigianato piacentini e altri soci  che gestisce i flussi da e per l’expo di Milano ammette che qualcosa non va. Continua a leggere “Piacenza expo: nessun turista da queste parti!”

Prato Barbieri: niente niente, tutto tutto…o quasi.

prato barbieri
prato barbieri google earth

Prato Barbieri (circa 900 metri) si raggiunge praticamente da Morfasso (Valtolla), Bettola (valnure), Groppallo via Santa Franca, Gropparello, Carpaneto e Lugagnano via Veleia, San Michele in valchero.  Continua a leggere “Prato Barbieri: niente niente, tutto tutto…o quasi.”

Camminiamo per sostenere le osterie in montagna…

parco-provinciale-1DOMENICA 16 NOVEMBRE : CAMMINARE PER SOSTENERE LE OSTERIE DI MONTAGNA, BALUARDI DELLA VITA SOCIALE.

«Tavolini occupati da anziani giocatori di briscola, il tepore di un camino e la struggente malinconia delle foto ingiallite alle pareti. Come gli amanti dell’escursionismo sanno bene, non c’è nulla di meglio di due fette di salame e un bicchiere di gutturnio nostrano in una vecchia osteria di montagna dopo una giornata di cammino nei boschi e sui crinali dell’Appennino…»* Continua a leggere “Camminiamo per sostenere le osterie in montagna…”

Castagne e salute a km zero…in valdarda .

il castagnaro di Marco Giacomini
il “castagnaro” di Marco Giacomini (bellissima foto)

IN GIRO PER I BOSCHI

Siamo andati a fare un lungo giro per boschi della valdarda. Abbiamo scelto di recarci un po’ a Luneto (confine tra Piacenza con Parma nei pressi del comune di Bore, passando per Castelletto) e un po’ al Parco Provinciale del Moria (passando per costa d’asino da Lugagnano v.a.) per ri-esplorare questi  grandi castagneti che si estendono  per tanti km quadrati  sui monti Lucchi, Palazza, Mu e Moria. Un giro durato un giorno, con sosta, durante lo spostamento automobilistico da Vezzolacca-Luneto al Moria, in un buon ristorante.  Continua a leggere “Castagne e salute a km zero…in valdarda .”

Turismo a km zero: senza andare tanto lontano…

IMG_1772Nelle nostre splendide colline e montagne, tra Vernasca, l’alta valle del Chiavenna e i suoi dintorni, San Michele di Morfasso …Groppallo ma anche Groppoducale e tanti altri bei posticini che non riusciamo a citare per questioni di spazio si possono trascorrere giornate (noi diciamo lunghi week end e anche una settimana) tra vero relax, camminate rilassanti e salutari, escursioni degne di questo nome, boschi e monti maestosi alloggiando presso i B&B che qui non mancano e sono veramente ottimi. Continua a leggere “Turismo a km zero: senza andare tanto lontano…”

Festa della castagna: quanta gente…

2014-09-28-festa castagna LR -6664 webIeri, domenica 28 settembre, si è svolta la festa della castagna di Vezzolacca. La mattina era iniziata con un cielo velato tipicamente autunnale ma con il passar delle ore il sole ha preso il sopravvento e alle 11 la piazza della festa era stracolma.

A mezzogiorno quando è stata aperta la cucina si era già formata una fila infinita per accaparrarsi un piatto di maiale cotto sottoterra da gustarsi con la polenta secca, ovvero di gnocchi di castagne o di patate…e così via per l’intero pomeriggio. Continua a leggere “Festa della castagna: quanta gente…”

Cadeo: é (ri)nato!

collezione privata di paolo morlacchini
roveleto d’altri tempi. collezione privata di paolo morlacchini

Come per incanto, una mattina o forse un pomeriggio, le acque si son rotte e la gestazione è terminata. I grandi pensatori l’hanno finalmente fatto (ri)nascere. Avremo nuovamente il “mercatino”, quello delle cose vecchie. Da tanti ricercato, amato e da altri detestato, sulla carta mai “soppresso” da anni non c’era verso di vederlo. Ora finalmente lo possiamo dire, anzi gridare scaramantici “...in culla (sic!) la balena” rivolto al nuovo (ri)nato che dal 20 settembre, solo per l’occasione il sabato pomeriggio e poi sempre la terza domenica  del mese in giornata,  farà la sua prima passeggiata in viale Aldo Moro e dintorni…

Una benedizione sarebbe d’uopo, uno scongiuro lo abbiamo già fatto, partecipiamo numerosi all’evento.

Ma lasciateci dire …gatto quando sarà nel sacco.

Castell’Arquato: rivivi il medioevo 2014 sta per iniziare.

© Stema Photography

L’ appuntamento è a Castell’Arquato (Piacenza)per i prossimi sabato e domenica, 13 e 14 settembre 2014.

L’accampamento nel Lungo Arda ospita il Torneo Internazionale in Armatura Pesante, Esibizioni e Torneo di Arcieria, Giullarate, Giochi per bambini, Spettacoli a tema, Musiche, Danze, Mercanti, Antichi mestieri e tanto altro che ci riporta nel Medioevo nella splendida Castell’Arquato. Anche questo settembre 2014  a Castell’Arquato si possono rivivere due giorni di Medioevo. Una festa in una cornice indimenticabile. Romantiche pulzelle, valorosi cavalieri, festosi e chiassosi popolani che vogliono dimenticare le fatiche di tutti i giorni, prima di tornare al loro duro lavoro o al servizio dei signori. Potenti armati provenienti da ogni dove, ciarlieri mercanti pronti a incantarvi con le loro preziose mercanzie, e ancora giochi medievali per bambini, stand gastronomici per tutti con alcuni dei piatti tipici della cucina piacentina. Tutta Castell’Arquato torna indietro nel tempo….Ci saremo, come da tanti anni, come appassionati di storia del mediavo e come fotoamatori. Buon divertimento a tutti.

Continua a leggere “Castell’Arquato: rivivi il medioevo 2014 sta per iniziare.”

Fiera fredda: altre foto e notizie dalla più bella edizione degli ultimi 10 anni.

fiera fredda lugagnano
fiera fredda lugagnano: la torre nera ( alta val nure) produce patate nostrane di montagna.

Ancora un breve post con un po’ di foto per ricordare quest’edizione straordinaria della fiera fredda.

Nella sala conferenze esponevano artisti locali… e c’era una mostra fotografica allestita dalla scuola locale  con uno straordinario campionario di orchidee immortalate dal fotografo Remo Schiavi. Continua a leggere “Fiera fredda: altre foto e notizie dalla più bella edizione degli ultimi 10 anni.”

Parco provinciale: ritorna con un parere chi iniziò con l’allarme…

le-cheval-de-merens-aScrive al direttore di Libertà il sig. Emanuele Bergonzi (nei giorni scorsi)

«Caro direttore, ho ritrascorso un salutare giorno nel nostro Parco Provinciale. Ma, questa volta, oltretutto veramente gratificante…
La mia “contestazione”, pubblicata in data 1° agosto, ha veramente cagionato una divertente serie di “tentate”chiarificazioni.
Infatti, il Presidente del Consorzio Rigolli, ha spiegato la trafila in due colonne, tutti i retroscena. Questi rimbalzi di responsabilità, in sostanza, hanno causato solo danni. Troppe mani in pasta, specialmente politiche, procurano solo confusione e disaccordi. Ma oggi ho visto il miracolo!
Il locale aperto, i servizi igienici perfetti (pulitissimi). Ho rivisto la Chiesina rimessa a nuovo. All’interno e all’esterno, della stessa, una dozzina di volontarie: preciso tutte di Monastero Val Tolla, impegnate nella pulizia. Un’altra, doppia dozzina, erano gli uomini al montaggio delle attrezzature per la imminente festività di S. Rocco e dell’Assunta. Altri ancora addetti alla pulizia del sottobosco e attorno ai tavoli da picnic. Mai visto tanto personale in azione, e tutti esperti lavoratori. Un volontario 80enne!
Lode a tutti quelli che ci stanno lavorando: loro sanno fare bene, soprattutto sanno andare d’accordo..! Non sono politici! Adesso, dobbiamo passare la voce: andiamo tutti al Parco Provinciale. Andiamoci in molti ma, non solo nei due giorni di festa. 

Ci si sta (ancora meglio) gli altri giorni della settimana: dal martedì al venerdì. Piacentini, cremonesi, milanesi, parmensi: lassù respirerete aria salubre e, con le vostre famiglie, trascorrerete una giornata indimenticabile.»

COMMENTO DEL BLOG: ANCHE NOI ABBIAMO VERIFICATO E TUTTO, NEI GIORNI FERRAGOSTANI HA FUNZIONATO …BENE, BENISSIMO, SI CONTINUI A VALORIZZARE IL PARCO.

 ARTICOLI CORRELATI…

La prima protesta del sig. Emanuele Bergonzi

(altri articoli il 2, il 5 e il 7 agosto)