CASA PERICOLANTE A RUSTEGHINI (2)

LO SCORSO 22 MARZO 2010 ABBIAMO PUBBLICATO UN POST SULL’ ABBATTIMENTO  DI UNA CASA PERICOLANTE A RUSTEGHINI…CI E’ GIUNTO UN COMMENTO ( già inserito con una replica del blog nell’ articolo citato) DAL QUALE TRAIAMO SPUNTO PER UN ALTRO POST.

Il commento di Enrico….

l’idea di vendere le case a 100 euro è buona…..ma difficile da fare.
Il cuore piangeva anche a me quando ho preso la decisione….,ma pensando che prima o poi qualcuno si sarebbe preso sotto le macerie, ho provveduto senza indugio.(ps erano 10 anni che veniva segnalata dai vicini…..ma la situazione era definita….impopolare)
per il futuro saranno diverse le ordinanze sul decoro , e, anche se impopolari dovrebbero costringere i proprietari di case vecchie a vendere o a sistemare.
ricordate pero’che la proprieta’è sacra ed inviolabile…..ma esistono degli obblighi per il corretto mantenimento che venendo a mancare ,spesso, finiscono per ledere il diritto altrui. saluti un amico che prima di agire ascolta sempre
:-)

la replica del blog

la proprietà è sacra e inviolabile?
Nessuno metterebbe in discussione tale principio neppure per scherzo.
ma condividiamo sicuramente la sua (o tua..se lo preferisci) frase ”
….ma esistono degli obblighi per il corretto mantenimento che venendo a mancare, spesso, finiscono per ledere il diritto altrui”…..Questo è lo spirito giusto!
Svilupperemo, prendendo in prestito il commento soprariportato, un altro post sull’argomento.
grazie mille per il prezioso commento.

NUOVO POST

Noi del blog rispondiamo sempre privatamente a tutti i commenti dei lettori!  Pubblichiamo quelli che, critici o meno nei confronti di ciò che sosteniamo, ci offrono spunti di ulteriore riflessione, di autocritica o semplicemente perché li condividiamo in tutto o in parte…ma li condividiamo.

Il commento di Enrico lo capiamo e  in gran parte lo condividiamo.

L’idea di vendere case a 100 € è stata praticata in altri comuni e, sicuramente, non sarà ne di facile attuazione tantomeno senza ostacoli anche di carattere giuridico …ma si è già fatto!….Lo ha fatto il Sindaco Sgarbi e non solo!..Ma non è questo il punto.

Anche Noi non sosterremmo, tout court, una vendita di case ” abbandonate” a 100 € in montagna…perché sappiamo perfettamente, come il sig. Enrico ci fa notare, che nel nostro Paese vi sono vincoli sull’intervento nella proprietà che sono difficili da superare ( in primis la “sacralità della proprietà privata”) e che vi sono ragioni locali da conoscere.

Crediamo, in ogni caso,  che le Pubbliche amministrazioni abbiano diritti e doveri come noi tutti!

Il decoro, la conservazione del territorio ( e dunque delle case, degli ambienti…ecc..), la tutela del patrimonio culturale, della storia rientrano sicuramente tra i compiti delle amministrazioni.

Il mantenimento degli ambienti, la loro cura (a maggior ragione se sono ambienti privati) spetta ai legittimi proprietari privati ( …poi sappiamo che esiste tutta la questione degli eredi vicini, lontani e da individuare…) che non possono, con il loro ” disinteresse”,  procurare danni alla collettività…al vicino e…..noi diciamo…non possono provocare interventi pubblici che gravano sulla comunità…su tutti!

COSA INTENDIAMO DIRE?

Morfasso è retta da una giovane e brillante amministrazione che ha già fatto cose egregie!  Noi del blog siamo apartitici ma non siamo apolitici! Osserviamo le attività delle nostre amministrazioni locali  della valtolla e,  quando occorre,  critichiamo, cerchiamo di stimolare dibattito, proponiamo e applaudiamo……

In questo caso specifico, non conoscendo a fondo la questione, ci limitiamo ad alcune  considerazioni e interrogativi.

1- di fonte al constatato pericolo per terzi, che avrebbero potuto essere travolti da improvviso crollo,  comprendiamo ciò che si è stati costretti a fare (crediamo si sia fatto a malincuore…. ma doverosamente fatto);

2- Non sarebbe stato questo il classico esempio che coloro che amministravano, nelle scorse stagioni, avrebbero dovuto risolvere attraverso un atto di ” salvaguardia” e  “tutela” evitando di ” costringere ” il Sindaco attuale a prendere tale inevitabile decisione?

3-questo “doloroso ” intervento priva la comunità di un ambiente che aveva la sua storia vissuta….e non è giusto che si abbattano tutte quelle case o vecchi edifici che sono in gravi condizioni ( ne è piena l’intera montagna!) come non lo è che non si “stimoli” una soluzione per evitare di giungere a tali decisioni. Monitorare il territorio per evitare che cada in pezzi…che cadano in pezzi, anche,  parti fondamentali del paesaggio agrario favorendo e ” stimolando” :  ristrutturazione, vendita, donazione, ecc…

4- Purtroppo dobbiamo anche constatare, non per giustificare ma perché è reale, che i Comuni di strumenti per “stimolare”  soluzioni di salvaguardia non ne hanno! I comuni montani sono soli e senza finanziamenti adeguati e, presi da mille emergenze, non hanno neppure fondi sufficienti per aggiustare le buche delle strade!

5- I comuni, tuttavia,  hanno l’obbligo di provare a promuovere sviluppo. In montagna questo imperativo è categorico! Salvaguardare il territorio, il paesaggio agrario frutto delle fatiche dell’uomo, le costruzioni rurali antiche è fondamentale come salvaguardare la “naturalità” dei luoghi….è la stessa identica cosa! Non si salvaguardia un ambiente senza salvaguardarne la presenza antica e attuale dell’uomo.

IN  VALTOLLA VI SONO AMBIENTI UNICI…U N I C I ! TUTTA LA ZONA DI RUSTEGHINI, PEDINA, CASALI, TERUZZI ( l’alta valle dell’Arda) PER NOI E’ UN CAPOLAVORO DELLA NATURA…UNA DELLE PIU’ BELLE ZONE DELLA VALTOLLA CLASSICA!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...