In giro per la valtolla, per le valli piacentine…appassionatamente e pericolosamente!

clicca per ingrandire (valtolla iPhoto)

Oggi abbiamo  passato la giornata a vagare per la valle e abbiamo ricavato alcune brevi impressioni.

Quello che più ci ha fatto piacevolmente sorridere  è stato un colloquio che abbiamo avuto con una signora anziana che stava riposando nella sua casa nel parco provinciale ( nel territorio del…).

-signora non si allarmi stiamo solo  facendo fotografie …– ovviamente ha sorvolato e ha replicato

-pensavo foste del comune, perché avevo un paio di “raccomandazioni” da fare-

-cosa le ha combinato il comune signora?– abbiamo chiesto.

-vede questa strada che avete percorso e che dalla via principale asfaltata porta nel nostro paese ( ndr: lunga circa un km)?….E’ privata e la curiamo noi, compreso l’inghiaiamento annuale  e non vogliamo che neppure vengano a sgomberare la neve in inverno perché ci tolgono la ghiaia e ci rovinano la strada-

-forse lo fanno per fare un servizio al vostro paesino- abbiamo commentato!

-non ci interessa lo sgombero neve e sarebbe meglio che si dedicassero di più alla strada principale che a noi serve per davvero (ndr: quella che da Velleia Romana porta al parco provinciale oppure a Lugagnano)-.

Tutto il colloquio brevemente riassunto è avvenuto in rigoroso dialetto.

Siamo quindi andati a verificare lo stato di questa strada che  salendo da Velleia Romana conduce, attraverso un bel paesaggio e la vista della Pianura padana, al parco provinciale del Monte Moria oppure a Lugagnano.

La strada, poco prima di confluire con quella che partendo dalla Madonna del Piano raggiunge il parco, è interrotta e  ben segnalata una grande frana autunnale ma….c’è un piccolo sentiero che ….

La gente si arrangia come può e di fronte alle calamità, ai ritardi delle autorità (non vi sono colpe degli amministratori locali tantomeno della direzione del parco…anzi quest’ultima continua a sollecitare interventi..) si “inventa” un piccolo passaggio precario per necessità.

Significa che la strada serve, che non è utile solamente per i frequentatori del parco ma anche per la popolazione indigena, che le autorità competenti (stato e regione) non possono ignorare il problema che tale frana crea… che occorre risolvere rapidamente.

Volevamo verificare se nella zona vi fossero altre situazioni simili…..

Certamente…..e la gente, per l’ennesima volta, si arrangia come può..con maggiore buon senso di quello che spesso hanno le autorità.

Ma la valtolla, per fortuna, è grande e bella come il suo meraviglioso parco provinciale… e nonostante qualche frana di troppo (che attendiamo di poter vedere “cancellate”) ci aspettano  un estate e un autunno di relax, passeggiate, feste popolari, gastronomia, avventure, cultura, spettacoli, mercatini…. dal Borgo di Vigoleno, a Castell’Arquato, da Velleia Romana al crinale di Morfasso….dai Boschi di Vezzolacca, alla rocca dei Casali….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...