LA FIÖLA DAL MÜLNÂR …..di Valente Faustini.

clicca per ingrandire

Dal bel sito internet di Giorgio Zanetti dal Canada ( in google inserite “giorgiozanetti canada”) abbiamo preso in prestito questa poesia del nostro grande poeta Valente Faustini del quale tracciamo un brevissimo ritratto.

Nacque a Piacenza il 4 marzo 1858 …. frequentò le scuole elementari presso un istituto piacentino e a 11 anni fu inviato al collegio Maria Luigia di Parma.  Nel 1877 passò all’Accademia scientifica letteraria di Milano dove, nel 1882, conseguì la laurea in Lettere con una tesi su “L’amore di Cino da Pistoia”.

Nel 1879 indossò la divisa del 35° reggimento fanteria; il resto della sua vita trascorse senza avvenimenti di particolare risonanza: fu insegnante di lettere al ginnasio piacentino e il 24 aprile 1922 fu stroncato da una polmonite.

Durante la sua vita non  mancarono i riconoscimenti, ma niente lo allontanò dai valori semplici della sua terra.

Nei suoi versi abbiamo l’eco dei fatti del tempo, fatti piacentini ma anche nazionali…..

DEL POETA PUBBLICHIAMNO UNA BELLA POESIA SUI MUGNAI (al tempo categoria numerosa e presente in ogni paese valtolla compresa) E UN ESTRATTO DELLA POESIA I TURTEI ( leggendo la quale capirete da dove viene il famoso detto piacentino ” i turtei a mzuura ad bucca!”).

LA FIÖLA DAL MÜLNÂR

Me g’ho seimpr’ in amëint un bell canâl
c’al passa in mezza a tri o quattar prâ.
Ecco: a sâr i’occ e am pâra da guardâl!

Ghè da una pârt e l’âtra una gabâ;
di piopp, dill querz, di nìssuj, di maccion
e sutt ghé l’acqua cla va dré a passâ.

E in duv la volta as furma cme un pusson
co’ in sla riva un umbrìa frêsca e fissa
e un gran sileinzi, ac le la me passion.

E l’acqua in dal vultâ, la pâr cla s’rissa,
la fà tramlâ una rama, una carpìa;
passa una föja morta? E le, con stìssa

al la pirla, al la volta e meina via.

I TURTEI (estratto)

Quand me s’era piccinein,

tra una platta e tra un basein

me am sintiva a predicaa:
– Sippia puur di fuurtuunaa,
ma na spera maai c’at tucca
di turtei a mzuura ad bucca! –

Da cla vota a i’ho capì
cl’è quistion da faagla dì
e al turtell (quand al capitta)
l’è cmé al libar ad la vitta:
– “Dimm cma i’enn i to turtei…
ed io ti dirò chi sei……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...