SOLITARIO…SOLITARIO!!

Ne avevamo dato anticipazioni…..ma il solitario piacentino  stavolta ci ha beccato in pieno: all’inizio del mese di gennaio 2010 forti perturbazioni con bufere di neve….

Ma noi volevamo ricordarvi che Domenica 17 Gennaio si festeggia San Antonio abate e tradizionalmente la Chiesa benedice gli animali e le stalle,  ponendoli sotto la protezione del santo….quello che i nostri vecchi veneravano sempre come il protettore degli animali appendendone un immaginetta nella stalla.

Fino a 20 anni fa non vi era frazione della vallata con almeno due  o tre stalle con le vacche da latte o con i maiali… e dove San Antonio abate risiedeva l’intero anno in compagnia dei contadini che governavano il bestiame.

Antonio nacque in Egitto intorno al 251, figlio di agiati agricoltori cristiani….sentì ben presto di dover seguire l’esortazione evangelica “Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi e dallo ai poveri..”

La tradizione per cui si celebra il Santo ritratto insieme agli animali ed in particolare al maiale con al collo una campanella deriva dal fatto che l’ordine degli Antoniani aveva ottenuto il permesso di allevare maiali all’interno dei centri abitati, poiché il loro grasso veniva usato per ungere gli ammalati colpiti dal fuoco di Sant’Antonio. I maiali erano nutriti a spese della comunità e circolavano liberamente nel paese con al collo una campanella. Da qui anche il legame con gli animali e l’agricoltura.

editrice tep piacenza in vendita in edicola (€3,60)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...