Il turista trascurato che si diverte…

2016-07-17- appennino festival 2016-4139-2di Sergio E.Valtolla ©.

C’è una categoria di turista che ci pare sia parecchio trascurato da esperti e grandi “soloni” del settore, un turista che comunque c’è e si materializza periodicamente nel nostro territorio in occasione di feste, ricorrenze, manifestazioni e concerti;  o semplicemente in occasione della bella stagione essenzialmente primaverile, estiva e autunnale.

Si tratta di quello che in altre occasioni, prendendo a prestito una definizione giornalistica, non ho esitato a definire “scorribandista”… eno-gastronomico. Continua a leggere “Il turista trascurato che si diverte…”

Settembre-Ottobre: due mesi di feste, eventi culturali e prodotti tipici …(2^ parte)

FIERA FREDDA BIS 1 -1_Fotor
fiera fredda di lugagnano v.a. l’ultima grande fiera dell’autunno in valdarda, fine ottobre          (foto dell’edizione del 2013)

DOMANI, DOMENICA 28 SETTEMBRE  A VEZZOLACCA, DA MEZZOGIORNO,  SI MANGIA IL MAIALINO COTTO NELLA BUCA. E TUTTO IL RESTO DELLA TRADIZIONE CON PRIMI PIATTI, SECONDI PIATTI E  DOLCI CON PATATE, POLENTA CON FARINA DI MAIS OTTOFILE E CASTAGNE…TANTE CASTAGNE TIPICHE, UNICHE, DOLCI…BUONE.

PER UN OTTOBRE INDIMENTICABILE vi suggeriamo invece i seguenti eventi… Continua a leggere “Settembre-Ottobre: due mesi di feste, eventi culturali e prodotti tipici …(2^ parte)”

Settembre-Ottobre: due mesi di feste, eventi culturali e prodotti tipici …(1^ parte)

IMG_7228Settembre e ottobre sono, solitamente, i mesi che si trascorrono [durante il nostro tempo libero] tra festa della coppa, in corso a Carpaneto Piacentino, feste delle castagne, fiere paesane e rivivi il medioevo a Castell’Arquato. Facciamo un breve excursus  con nostre considerazioni su alcuni di questi appuntamenti.

FESTA DELLA COPPA DI CARPANETO P.NO. La prima festa popolare importante di fine estate, un evento dedicato alla regina dei nostri salumi tradizionali che ci invidiano ovunque ma che, forse, non sappiamo ancora valorizzare a sufficienza. La festa è iniziata venerdì sera 5 settembre a Carpaneto Piacentino e prosegue fino al prossimo lunedì 8. Con La coppa DOP e con gli ottimi vini DOC piacentini, con Ortrugo, Monterosso, Gutturnio in testa si gustano anche pisarei e fasö, chisoloni, polenta condita in vari modi, pesce ecc... Organizzazione Proloco, associazioni sportive e del volontariato. Continua a leggere “Settembre-Ottobre: due mesi di feste, eventi culturali e prodotti tipici …(1^ parte)”

A Lugagnano ha esposto …Pina Rapaccioli, la pittrice del parco provinciale.

IMG_7607 copiaGiuseppina Rapaccioli era nata a Carpaneto P.no ma abitava a Veleia, nel territorio del parco provinciale dove per un tempo infinito ha gestito  il rifugio-bar sulla cima del monte.

Cittadina e commerciante che ha fatto onore alla valtolla-alta valdarda anche con i suoi quadri e le sue poesie. [ Nota: i 7 dipinti della sig.a Rapaccioli riprodotti con apparecchio fotografico risentono della “luce” della sala di esposizione]. Continua a leggere “A Lugagnano ha esposto …Pina Rapaccioli, la pittrice del parco provinciale.”

Il nostro Vescovo Gianni oggi era con noi, in Valtolla!

Il vescovo ambrosio a castelletto in valtolla (clic per ingrandire)

Giovanni “Gianni” Ambrosio, vescovo dal 2007 della diocesi di Piacenza e Bobbio, studioso di scienze sociali, prelato d’onore di Sua Santità Benedetto XVI°, stamani era in valtolla.

Nella chiesa di Castelletto lo hanno accolto anche i parrocchiani della vicina Vezzolacca.

Per l’occasione, presente anche il Sindaco del comune (Vernasca), è stato ringraziato don Giancarlo Plessi che per tanti anni è stato il parroco di Continua a leggere “Il nostro Vescovo Gianni oggi era con noi, in Valtolla!”

Per Natale ricordate il Papa che amava il creato e… le montagne.

Una immagine serena di Papa Giovanni Paolo II, con indosso un impermeabile, in val d’Aosta.

Quando guardiamo i nostri meravigliosi monti che si ergono verso il cielo con le loro tonalità autunnali, quando siamo immersi in questi alti luoghi tra piante, acqua, fiori, colori, animali, rumori della natura e … silenzi  ci ritornano in mente tante cose, ci esalta la grandiosità della nostra madre terra .

Oggi, riflettendo su tutto ciò,  ci tornava alla mente Karol Wojtyla, un grande Papa. Il Papa che amava  la montagna.

Quello che più di tutti i grandi della terra nati nel secolo scorso ha saputo trasmettere all’uomo l’amore per il Creato e per il suo Creatore.

Era un uomo eccezionale anche nei gesti, nella sua semplicità! Ricordate quando vestiva gli scarponi da montagna o la tuta per sciare? Ricordate quando con il suo bastone percorreva i sentieri della montagna e si fermava ad ammirare, assorto, pensieroso le alte cime, le infinite foreste, le valli meravigliose e ci trasmetteva l’amore per la natura, per la terra, per il creato? Continua a leggere “Per Natale ricordate il Papa che amava il creato e… le montagne.”

Vezzolacca: una cappelletta tra i boschi di castagno per …

l’altare…

«Caro Sergio,….ti allego alcune foto  della messa nel bosco, presso la cappelletta…lo scorso 2 settembre. Nonostante la giornata fredda e con il rischio di pioggia c’era molta gente.

Nando ha preparato un “contorno” fatto di legno cavo, percorso dall’acqua, che irradiava una musica rilassante, oserei dire “il canto dell’acqua nei boschi di castagno” e ha anche preparato l’altare in castagno con un bel crocefisso scolpito. Continua a leggere “Vezzolacca: una cappelletta tra i boschi di castagno per …”

Vezzolacca: la 10ª processione dei tre monti

La processione dei tre monti ( la purtission….) che si svolgerà domenica 1° Luglio a Vezzolacca  è un momento di unità tra comunità locale, i suoi amici e le sue montagne.

Montagne ammantate da magnifici esemplari di Castagno che oggi, più che mai, hanno bisogno della nostra presenza rispettosa e “amica”.

Recarsi in processione a pregare insieme alla piastra, tra i boschi,  dove c’è la nostra croce, è proprio un bel gesto.

Per il programma dettagliato della giornata clicca qui!

Sagra, sacro, sagrato, dove rinnovare l’amicizia…..

clic per ingrandire

Sagra, sacro, sagrato: la comunità si ritrova davanti alla chiesa per ringraziare Dio e invocare i benefici divini prima di un evento importante come la trebbiatura.

Oggi la sagra si rinnova a Lugagnano v.a., in valtolla,  dove si è celebrata la messa in piazza, davanti all’oratorio più bello. Il Paese ci ha accolto con una pista di terra per lo spettacolo dei cavalli e l’esposizione delle vecchie glorie della prima meccanizzazione …ancora funzionanti. Continua a leggere “Sagra, sacro, sagrato, dove rinnovare l’amicizia…..”

Il nostro Signore Gesù Cristo….

La croce venne innalzata sul Golgotha (monte del cranio, in latino “calvaria” significa cranio)nel punto preciso dove era stato sepolto Adamo , per modo che il sangue del Redentore battezzò il primo uomo (Adamo), purificando del peccato originale lui e, nella sua persona, l’umanità intera così redenta.

Il golgotha divenne “l’ombelico del mondo” ….lo ridiventò perché vi fu “ripiantato” l’albero della vita dell’Eden ( Eden: il paradiso terrestre dove viveva Adamo prima di esserne cacciato) che grazie al sacrificio espiatorio di Cristo, figlio unigenito di Dio, procurò “agli uomini di buona volontà” la vita eterna nel Paradiso celeste (non più terrestre!).

Il terzo giorno, Gesù Cristo,  resuscitò,  ascese al cielo e siede alla destra del Padre……

Vitalta di Vernasca: qui nacque Santa Franca circa 1000 anni fa…

clic per ingrandire

Il monte Vidalto è quello che si scorge sopra Vernasca in direzione Bardi, un monte di confine con Parma che si eleva a circa  800 metri.

Alle pendici di questa magnifica opera della natura, purtroppo, l’uomo ha realizzato un gigantesco e molto impattante fabbricone…..che comporta un traffico di camion impressionante e …

Ma ora ci interessa segnalare che sul monte citato si trova un piccolo borgo che diede i natali alla “nostra Santa Franca”.

Nel piccolo borgo di Vitalta, arroccato a circa 550 metri, in  bella posizione panoramica tanto verso la pianura quanto verso il crinale valdardese, è stata eretta da circa 80 anni una piccola cappelletta dedicata alla Santa che vanta sempre  tantissime devozioni. Realizzata da una famiglia privata, per grazia ricevuta, la bella cappelletta è ora in fase di ristrutturazione.

La zona è bellissima, il luogo dove sorge la cappelleta ancor di più ma….qualcuno ci ha piazzato davanti, a pochi metri, un bel palo della luce.

Si tratta di palo provvisorio? Non sembra proprio! Si tratta di errore? Sicuramente si!

Non c’era alcun bisogno di far giungere “fin li” una linea elettrica aerea…si potevano benissimo interrare gli ultimi 30-40 metri e forse anche di più e, in tal modo,  si evitava quello che non va bene.

Confidiamo che il Comune possa proporre un rimedio efficace a tale “errore”….e induca i “ristrutturatori”  e ripensare a quella brutta linea elettrica che non valorizza [anzi mette in ombra] il buon lavoro che stanno facendo.

Morfasso e i francigeni: tutto in movimento…

Sabato sera si è svolto nella chiesa vecchia di Morfasso  un importante convegno sulla via francigena.

Perchè a Morfasso, la variante della  via francigena che saliva la Pelizzone e proseguiva verso la lucchesia,  c’era davvero …ora si sta cercando di ripristinarne la percorribilità…..

Gli amici del blog “pedina valtola” ne hanno fatto del convegno citato un bel post che vi invitiamo a leggere…..cliccando sul sottostante URL.

http://pedinavaltolla.wordpress.com/2011/07/03/a-morfasso-la-via-francigena/

Valtolla: domenica 3 luglio è stata una bella giornata!

clic per ingrandire

Ieri 3 Luglio è stata una gran bella giornata. Bel tempo, caldo ventilato e tanta allegria.

La Processione dei 3 monti tra i boschi di Vezzolacca, guidata da don Giancarlo [parroco di Vezzolacca e Vernasca],  si è conclusa con la Santa Messa celebrata alla “piastra” dove c’è la grande croce bianca visibile anche dalla vallata……durante il percorso si è fatto cenno a Santa Franca, la nostra Santa che ha rinunciato ai beni materiali [era di famiglia nobile] per ritirarsi su questi monti della valtolla e condurre una vita semplice e “povera” per avvicinarsi al Signore…. Continua a leggere “Valtolla: domenica 3 luglio è stata una bella giornata!”

Valtolla: tempo di gite, di scampagnate, di processioni…

clic per ingrandire

Oggi c’è un gran bel tempo in Valtolla, ideale per “scappare” dal rumore e rifugiarsi nei boschi grandiosi della valle.

Ideale per camminare e andarsi a “trovare” il luogo giusto dove fare pic nic all’ombra di un grande albero.

Qui c’è un caldo sopportabilissimo, leggermente ventilato con un silenzio solo interrotto dal canto degli uccellini e delle immancabili cicale…

Nel piccolo paese di Vezzolacca alle ore 9 è partita, dal sagrato della chiesa, la processione che raggiungerà le cime sovrastanti il paesello medesimo.

Alle quote di poco inferiori a mille metri si attraverseranno i boschi di castagno, di faggio e di rovere per raggiungere, in zona poco distante da Luneto, la “piastra” dove è svettante la grande croce di ferro,  che protegge la valle sottostante, e dove si celebra la S.Messa. …

Poi tutti nella grande area attrezzata dalla proloco a festeggiare l’Estate all’ombra di grandi Faggi, maestosi faggi e tanto buon cibo preparato dalla proloco.

Un’allegra comitiva di oltre 150 persone…provenienti dal paese e dalla valtolla.

Da quassù la vista è spettacolare: Lugagnano, il monte Giogo, Piacenza, il nostro grande Lago di Mignano, il monte Moria e la nostra unica e semplice  [per questo ancor più bella] antica chiesa di Sant’Andrea di Castelletto e tanta…tanta pianura padana.