Le buone patate della valtolla, di Vezzolacca e della val d’arda stanno maturando

patate in valtolla ( valtolla keynote)

Si parla sempre di agricoltura in montagna, di avvicinare il prodotto al consumatore finale, di accorciare la filiera (filiera corta) tra chi produce e chi consuma senza metterci in mezzo tanti intermediari, di qualità delle produzioni locali,  ecc…

qualche giorno fa abbiamo voluto verificare “de visu” lo stato dell’arte a casa di un produttore di montagna che da molti anni produce patate, quelle buone di Vezzolacca, forse le migliori del nostro Appennino, indubbiamente tra le più conosciute della provincia.

Sarà perché da oltre 30 anni qui dopo ferragosto si tiene la più importante  esposizione provinciale con tanto di grande  festa popolare che per 3 giorni coinvolge migliaia di visitatori-consumatori che affollano gli stand gastronomici e musicali oppure sarà che l’altitudine della zona, 650 mt.,  è quella ideale per coltivare il buon tubero… saranno forse le numerose richieste di prodotti di buona qualità, che stanno aumentando…saranno il clima, l’ambiente incontaminato, la professionalità che qui è ai massimi livelli ma a Vezzolacca, Castelletto e dintorni le patate le san produrre proprio bene!

Vezzolacca, comune di Vernasca,  é sinonimo di buona montagna, di patate e castagne tipiche molto buone, di case in sasso perfettamente restaurate, del buon vivere.

Il nostro produttore, il sig. Cesare, davanti alla sua bella casa di sasso ci ha mostrato il suo campo, circa 10 pertiche, con tanti  piccoli cespugli pieni di fiori bianchi regno delle api e delle farfalle variopinte che solo in montagna resistono…cespugli di patata che stanno lavorando disposti in file ben ordinate che hanno beneficiato delle recenti abbondanti piogge  e stanno “esplodendo” di bei tuberi sotterranei che tra poco saranno maturi ……

Spunta, Désirèe, Kennebeck…….sono le qualità che vanno per la maggiore, ottime per gli gnocchi più buoni, le torte eccellenti, per i contorni più gustosi…purchè prodotti in valtolla….nell’alta val d’arda.

Cesare vende le sue patate direttamente ai consumatori che ne apprezzano l’impegno e la passione, consumatori che lo conoscono bene e  che affollano la festa della patata  dove le sue produzioni da due anni ricevono il primo premio.

Un buon lavoro, faticoso ma sempre fatto con grande professionalità perché Cesare lavora per la filiera corta…a km zero.

La montagna non è terra da coltivazioni industrializzate, che richiedono alte rese per pertica, uso massiccio di fitofarmaci e prezzi bassi (pensate al latte venduto alla stalla a 0,29 cent…uno scandalo!), qui si coltiva per la qualità, senza forzature e si ottengono ottimi prodotti venduti direttamente a prezzi ” giusti”.

Perché la valtolla produce meno, molto meno ma solamente buoni prodotti…. e le patate san di patate e basta!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...