Pedemontana? Meglio aggiustare le strade in montagna e alta collina…

verso sperongiaNei giorni scorsi in Provincia, a cura della nostra Camera di Commercio, è stato presentato un progetto di massima per realizzare la strada  “pedemontana”  che, viaggiando tra bassa collina e pianura, costituirebbe una sorta di Via Emilia bis provinciale. Il presidente della provincia, come tanti consiglieri provinciali, si sono detti molto perplessi sul progetto per vari motivi, non ultimo il fatto che con tali somme, previste per  realizzare tale opera, si potrebbero fare interventi molto…molto più urgenti e fondamentali per la nostra comunità… Per leggere il resto clicca qui!

Valtolla: non celebriamo eroi….

clic per ingrandire

Ieri avevamo appreso da “libertà” che la storica frana di Monte Davide di Vernasca sarà “rapidamente riparata” con altrettanto beneficio per gli abitanti del quartiere limitrofo. In un paio di mesi tutto sarà aggiustato per il meglio.

Siamo certi che nel tour, che ieri veniva documentato da Libertà, le nostre autorità avranno poi proseguito per verificare anche la frana-voragine sulla medesima provinciale dopo Vernasca verso Bore e che, finalmente, abbiano anche potuto osservare de visu la “frana del decennio” posta tra la provinciale che “dalla serra” consente di raggiungere con facilità la provinciale di fondovalle che collega Lugagnano con Morfasso.

Tornando al Monte Davide ci verrebbe da dire: meglio tardi che…..considerato che si parla di questioni aperte da anni.
Continua a leggere “Valtolla: non celebriamo eroi….”

Nuove tasse per la montagna? Nuove tasse in valtolla?

in montagna le tasse occorre diminuirle! Il vero federalismo lascerà più risorse ai comuni di montagna.

Ieri mattina, con la solita lentezza non lavorativa  del Sabato mattina,  ci siamo apprestati a leggere i quotidiani verso le 11 e nella prima pagina della provincia di Libertà ci siamo imbattuti in un titolo «La Lega non mi imbavaglia» Bruno Ferrari: più tasse in montagna per il federalismo.

Bruno Ferrari, in consiglio provinciale,  si sigilla la bocca con un bavaglio in segno di protesta nei confronti della Lega nord.

Il consigliere, anche lui di maggioranza, porta avanti nei confronti del Carroccio una polemica molto dura a costo di essere isolato dal suo stesso partito [ l’UDC di Casini che in provincia governa con PDL e LEGA NORD]…. Continua a leggere “Nuove tasse per la montagna? Nuove tasse in valtolla?”

Gli Zani d’america

clicca per ingrandire

 

Oggi, 11 novembre 2010 San Martino,  sul quotidiano libertà la giornalista Chiara Ferrari (corrispondente da Vernasca) ci riserva un bell’articolo sulla scomparsa di Henry Zani [cognome diffuso nella nostra Valtolla, originario di Vezzolacca di Vernasca].

Ci piace molto come la nostra giornalista ha attaccato l’articolo ” esistono poche famiglie così distanti ma così coese come gli Zani D’America…..” perché in poche parole traccia un carattere, uno stile famigliare…..una saga famigliare importante, quella di nove fratelli che emigrano,  che ci piace ricordare.

Gaspare che è costretto ad andare in cerca di fortuna nel mondo per sfuggire alle tribolazioni della valtolla…terra di antica emigrazione….. Continua a leggere “Gli Zani d’america”

VALDARDA VALTOLLA: PICCOLE RIFLESSIONI DI MEZZ’AUTUNNO


il castagno di 500 anni a vezzolacca ( clicca per ingrandire ); valtolla iPhoto art

CASTELL’ARQUATO

Il comune di Castell’arquato sta discutendo [ anche se esterna sicurezza] sulle “cose” turistiche, sul bando di gestione delle attività di questo settore, sulla gestione  del parco delle driadi, ecc….

La partita è importante perché riguarda ” l’attività ” per eccellenza, quella pubblica, quella oltre alla routine [non meno importante]…quella che coinvolge, appassiona, divide…esaspera e tiene banco.

Quella che negli ultimi anni ha dato non pochi grattacapi all’ Ente Locale; quella che  crea ancora parecchie divisioni in un paese che non ne ha proprio bisogno! Gli amministratori attuali lo sanno!!

Adesso anche questo bel posto [ Castello] si deve battere per scongiurare frane, per riparare quelle già attive, per…. Continua a leggere “VALDARDA VALTOLLA: PICCOLE RIFLESSIONI DI MEZZ’AUTUNNO”

Castell’Arquato vs. Vigoleno …due borghi si sfidano?

il titolo rimanda ad un articolo apparso su ” valdarda’s blog ” il 7 settembre ….cliccandovi sopra aprite la pagina per leggere l’articolo.

http://valdarda.wordpress.com/2010/09/07/castellarquato-vs-vigoleno/

Nel prossimo week end la valtolla vivrà due grandi eventi….entrambi molto interessanti e di sicuro impatto emotivo.

L’unico peccato è che si svolgono ( in parte ) nella medesima domenica e questo un po’ ci dispiace.

In ogni caso si tratta di due grandi eventi che la nostra valle si appresta a vivere accolgiendo migliaia di turisti e visitatori al meglio.

I programmi sono riccchi e ben articolati e la scelta non è per nulla agevole ma….

Medioevo o risorgimento? Un consiglio lo troverete leggendo l’articolo del blog citato. buona lettura e a voi la scelta!

In ogni caso divertimento assicurato!

vigoleno-clicca per ingrandire
castello-clicca per ingrandire


Un tetra vicenda, un noir a San Lorenzo….

Tutti i nostri paesi sono ricchi di storia, la valtolla grande , estesa potrebbe raccontarne tante da riempire volumi e volumi.

Le storie potrebbero esser, come ovvio,  belle, brutte e tragiche.

San Lorenzo, frazione di Castell’Arquato, nel corso della sua millenaria storia ha vissuto tanti episodi tragici …..pochi quelli conosciuti, molti quelli raccontati.

Quelli conosciuti, importanti,  sono almeno due : l’uccisione di un frate nel convento del paese, oggi casa Salotti e l’uccisione della ” strega ” Margherita da parte di un “birro”.

Altri episodi sono stati raccolti dalla sola tradizione orale locale e raccontati in occasione del Filoss invernale, delle pause nel lavoro dei campi, delle riunioni di famiglia e tra amici….Il prete ucciso nei campi verso Lusurasco, alcuni tragici incidenti sul lavoro…..nel ‘900….

Vi furono anche lunghi periodi di belligeranza, per interessi religiosi legate al possesso della cappelletta di Santa Franca, tra le parrocchie di San Lorenzo e Bacedasco che sfociarono in liti collettive, vandalismi tragici ecc….

Nel medioevo il castello venne dato…… Continua a leggere “Un tetra vicenda, un noir a San Lorenzo….”

Appennino folk festival 2010

L’importante rassegna di musica popolare delle quattro province 2010 si svolge dal 27 giugno al 30 ottobre  2010 con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, la provincia di Piacenza, la fondazione e la camera di commercio.

Non mancheranno le tappe nella valtolla, nella nostra valtolla/alta valdarda.

Si comincia con l’8 Agosto a Morfasso alle 21,30 con il coro delle voci di confine.

Si perchè fino all’unità d’Italia il crinale divideva lo stato di Parma e Piacenza da  Alessandria, da Pavia e da Genovae così è cresciuta una cultura “di confine”, uno scambio culturale spontaneo con canzoni, musiche, ballate che sono state sapientemente recuperate da grandi interpreti tra i quali non possiamo dimenticare Maddalena Scagnelli, Franco Guglielmetti e ” Bani”, per noi, i più grandi…i continuatori della tradizione, i “rilettori” intelligenti delle musiche antiche e popolari…..i componenti del gruppo “enerbia”

Abbiamo avuto modo di ascoltarli dal vivo e siamo restati semplicemente a bocca aperta!…LI potrette ascoltare a Pradovera (farini) il 7 Agosto alle 21,30.

Tornando alla valtolla…per nulla al mondo perdetevi l’appuntamento di Morfasso e le tre serate a Vigoleno il 3,4 e 5 Settembre sempre alle 21,30 dove si esibiranno gli “occitani, i bretoni e tanti italiani delle 4 province e del sud….

Queste sono le manifestazioni-eventi che sentiamo nostre.

Ricordi della scuola di un paese della valtolla-valdarda, ricordi da ragazzo….

I banchi erano alti e di legno smaltato di azzurro ma restavano “immacolati” per poco tempo.

Dovevano contenerci tutti, stavamo stretti l’uno all’altro e non vi erano problemi di “odori” perché eravamo tutti uguali: “puzzavamo” di stalla e di campagna.

In inverno la ricreazione la facevamo nel corridoio dove giocavamo a spintoni e alla cavallina, ridevamo e urlavamo come i matti…ma con le maestre eravamo educati.

Parlavamo in dialetto, era la nostra lingua dalla nascita e, per scaldarci, portavamo ogni giorno un pezzo di legna ciascuno dentro nella cartella.

Il posto più ambito dell’ aula era vicino alla finestra, una delle due grandi che ogni aula aveva e che lasciavano filtrare il mondo esterno e… uscire i nostri sogni, la nostra spensieratezza infinita da fanciulli.

In primavera ci piaceva osservare l’arrivo delle rondini che …. Continua a leggere “Ricordi della scuola di un paese della valtolla-valdarda, ricordi da ragazzo….”

Le truppe napoleoniche invadono Lugagnano val d’Arda e poi si spostano a Rustigazzo.

Domani pomeriggio, sabato dell’anno 1799, l’esercito napoleonico (” l’armée d’Italie”) entra a Lugagnano in avanscoperta e incontra la truppa nemica austo-russa …vi saranno scaramucce?

Alle 15,30  in piazza a Lugagnano, domani pomeriggio, sabato si avranno le prime avvisaglie della battaglia che sarà riproposta in grande stile domenica pomeriggio a Rustigazzo ( vicino al sito storico di Velleia Romana) in comune di Lugagnano val d’arda, zona della valtolla.

Imperdibile la ricostruzione storica della battaglia del trebbia …..domenica pomeriggio alle ore 15,30 a Rustigazzo.

Imperdibile domenica mattina la visita al campo militare sulle colline di Rustigazzo….dalle ore 9 .

Poi c’è la grande festa popolare organizzata dai volontari locali….con enogastronomia eccellente come la valtolla sa fare!

La valtolla non finisce mai di stupire!!……Vi daremo altre notizie in diretta dal luogo della battaglia, vi faremo partecipare!

 

Le buone patate della valtolla, di Vezzolacca e della val d’arda stanno maturando

patate in valtolla ( valtolla keynote)

Si parla sempre di agricoltura in montagna, di avvicinare il prodotto al consumatore finale, di accorciare la filiera (filiera corta) tra chi produce e chi consuma senza metterci in mezzo tanti intermediari, di qualità delle produzioni locali,  ecc…

qualche giorno fa abbiamo voluto verificare “de visu” lo stato dell’arte a casa di un produttore di montagna che da molti anni produce patate, quelle buone di Vezzolacca, forse le migliori del nostro Appennino, indubbiamente tra le più conosciute della provincia.

Sarà perché da oltre 30 anni qui dopo ferragosto si tiene la più importante  esposizione provinciale con tanto di grande  festa popolare che per 3 giorni coinvolge migliaia di visitatori-consumatori che affollano gli stand gastronomici e musicali oppure sarà che l’altitudine della zona, 650 mt.,  è quella ideale per coltivare il buon tubero… Continua a leggere “Le buone patate della valtolla, di Vezzolacca e della val d’arda stanno maturando”

Dipingiamo il nostro mondo, le valli piacentine e la valtolla.

Girare per le valli piacentine, per la valtolla, per la Val d’arda con una valigetta contenente colori, matite e carboncini; con un paio di tele o cartoni “vergini” e un cavalletto per belle arti è un bel vivere!
Scegliere accuratamente un luogo che colpisca la nostra immaginazione, che ci aiuti a “estraniarvi” per permettere alla nostra fantasia di restituirci il massimo….

In valtolla non è difficile che ciò possa accadere!
Seduti davanti ad uno scenario e dipingerlo, personalizzarlo…o reinventarlo con la nostra personale tecnica, imponendo il nostro tratto!
Gli impressionisti ci regalarono favolose vedute…ma anche i macchiaioli, i vedutisti, i classici, i fiamminghi….tanti artisti!
Provate anche voi…il nostro è un ambiente che ispira il bello, l’arte, la fantasia nascosta!
I piccoli borghi…..i borghi storici, le vedute panoramiche, le case, i volti, la natura, i boschi….
I verdi, gli azzurri, i grigi, i gialli….quante tonalità ne possiamo “classificare”, quante sfumature possiamo cogliere?

Quanta pioggia nelle valli piacentine, in valtolla e val d’arda

L’estate dovrebbe iniziare tra poco ma, questa settimana, il tempo ha riservato alle valli piacentine una parte terminale di primavera veramente inusuale.
Tremende trombe d’aria (Pontenure), piogge incessanti, esondazioni di torrenti e corsi d’acqua in generale.
Come mai sempre più spesso questi fenomeni climatici inusuali?….Non facciamo ipotesi che spettano agli specialisti, limitiamoci a osservare se il territorio può reggere tale situazione.
Vi sono strade importanti delle valli piacentine, dell’alta Val d’arda e dintorni che mostrano tutti i limiti strutturali di infrastrutture poco “manuntenute”, arterie che vedono solo interventi emergenti e mai o quasi manutenzioni
programmate e tempestività nella risoluzione delle problematiche che il maltempo mette puntualmente a nudo. Tutto quello che succede in termini di smottamenti nelle valli piacentine ci si affretta subito a imputarlo al maltempo imprevisto e eccezionale. Sarà sempre colpa di “nessuno”?….Si perché dare sempre, gerericamente, la colpa al tempo equivale a “purificare ” le colpe che l’uomo ha nei grandi mutamenti climatici in corso dimenticando le scelte dettate dalla miopia profittuale effimere ( costruiamo case sulle spiagge, strade sulle frane, tagliamo i boschi senza criteri, deforestiamo il mondo per fare strade e nuove città, consumiamo l’acqua invece di fare seri investimenti per non sprecarla…non salvaguardiamo la natura e i nostri amici animali ecc…) che ci potrebbero distruggere…distruggere il nostro mondo …il futuro dei nostri figli e nipoti.
Noi nella valtolla cosa possiamo fare?
Intanto vigilare affinché nessuno si permetta di ” rovinare” altro territorio… noi abbiamo già dato, eccome se abbiamo già dato!
Ora ci serve salvaguardia, ripristino delle risorse, dei servizi, riparazione delle ferite, delle tante ferite perché la nostra valle è bella, non merita di essere rapinata e lasciata ..languere..agonizzare leccandosi le ferite.
Noi siamo gente laboriosa, non vogliamo i rapinatori!..Noi siamo gente onesta e non sopportiamo i “furbi”…le pacche sulle spalle riservatele ad altri!
Qui serve subito metter in moto sviluppo non balle!
Il bel tempo ci piace anche nei nostri cuori!

Velleia romana, veleiateatro 2010…val d’arda, val chero….

Ritorna la stagione di prosa a Velleia romana, nel sito archeologico più importante del nord Italia (che noi ci ostiniamo a chiamare “veleja”).

Si comincia con Lella Costa…poi arriva Albertazzi.

Si inizia il 25 giugno e si finisce il 16 luglio…..4 spettacoli alle ore 21,30 in uno scenario unico e suggestivo.

Il sito è stato oggetto di recente restauro……ma il progetto va ancora avanti.

Per il programma, le prenotazioni e altre info si puo accedere al sito degli eventi veleiati citati (veleiateatro.com) cliccando direttamente  sul sottostante codice.

clicca sul codice >>>> #mce_temp_url# <<<<<<

Solitario piacentino: che ci aspetta in valtolla quest’estate??

RIPRESO DAL SITO FEDERATO “valdarda’s blog”

Il vecchio e, aggiungiamo noi, mitico “solitario piacentino” edito da tep srl si conferma essere uno strumento di valida consultazione per “capire le tendenze del tempo”!
Divertente, certamente non “scientifico” nelle previsioni ma molto attendibile!
Cosa prevede per la nostra estate piacentina, per le nostre valli piacentine, per Piacenza ?

Giugno: stagione estiva anticipata, qualche giornata con cielo coperto e sporadiche piogge a carattere temporalesco e l’ultima decade molto calda!
Nel periodo, attuale, dal 14 al 20 giugno fase perturbata (azzeccata in pieno!).
Dal 21 sereno e caldo umido, dal 28 caldo…. molto caldo!
Il solstizio d’estate sarà compiuto alle 11,28 del giorno 21 e la luna piena sarà il 26.

Luglio: clima torrido, alta umidità, forte siccità! Venti caldi di scirocco, afa persistente!
Luna piena il 26 luglio. ….auguriamoci che non sia proprio così e che il tempo ci riservi qualche giornata fresca e qualche nottata di pioggia!

Agosto: l’ inizio sarà perturbato…con forti temporali ma, nella seconda decade, tornerà il bello!
In complesso un mese ” altalenante”….con qualche brutta giornata temporalesca anche verso la terza settimana del mese!
Luna piena il 24 agosto.

Settembre: continuerà l’ estate con belle giornate e clima caldo ma a fine mese ricompariranno le perturbazioni con crollo delle temperature a partire dal 27 ….l’autunno inizia il 23 alle ore 3,09!

Nel complesso un buon estate!……Non il migliore ma sicuramente buono.