nella neve dell'alta valdardaIl nuovo sindaco di Bettola, Busca,  è stato il primo della montagna (per quel che ci è dato di sapere) che ha adottato la linea, molto corretta e concreta, di affidarsi al convenzionamento con gli agricoltori del territorio per i servizi di vigilanza antifrane. Ora con Adotta la terra il discorso viene “istituzionalizzato” e la Provincia se ne farà carico. Per noi sono buone notizie. Meglio tardi che mai.  La nostra terra di pericoli ne ha corsi tanti e non dobbiamo dimenticare, tanto per restare da queste parti,  Oneto (Morfasso) e Bramaiano (Bettola), due paesi travolti da gigantesche frane…, e i pericoli che ha corso, più recentemente, Vigoleno (Vernasca). Senza dimenticare il resto da Lugagnano a Farini, da Pianello a …! Bettola è sempre alla ricerca di finanziamenti  per il suo diffuso dissesto idrogeologico e il suo sindaco dice «è necessario fare un focus sulla situazione delle frane nel nostro territorio. Al momento, abbiamo già anticipato nel bilancio una misura economica da erogare ai nostri agricoltori all’interno del progetto “Adotta la terra”….per prevenire il dissesto e riconoscere agli agricoltori il ruolo di “custodi” del nostro territorio. Ma non basta: anche un intervento regionale, su alcune problematiche ancora aperte del nostro territorio di competenza del Servizio tecnico di bacino, è diventato urgente e non più rimandabile».

Anche il sindaco di Vernasca, Molinari, afferma che dopo le abbondanti nevicate degli ultimi giorni si teme per la tenuta idrogeologica del territorio, «anche perché il problema delle frane nell’Appennino non è mai stato del tutto risolto. Una pezza, negli ultimi tre anni, è stata messa, ma la strada per la sicurezza territoriale sembra piuttosto lunga». Molinari teme che la terra (provatissima da prolungata siccità, gelate e temperature miti di fine anno) assorbirà di colpo  acqua non appena la neve comincerà a sciogliersi  creando i possibili pericoli già visti nel 2009. Una primavera, quella ricordata, che fu funestata da frane e smottamenti eccezionali che per ora sono state “tamponate” solo in parte…  «Dei tanti annunci politici di quel periodo, ricordiamo che a Vigoleno devono ancora arrivare 700mila euro promessi e attualmente bloccati. Non sono stati erogati, e non vorremmo rischiare di perderli».

Crediamo che i sindaci abbiano ragione! Crediamo anche che quelle parti di territorio montano o alto collinari di Vernasca, Lugagnano e  Gropparello debbano rientrare nel progetto “adotta la terra”!

Per ora i sindaci e gli amministratori della valtolla sono impegnati con l’emergenza neve, per fare la “rotta” dove serve, per evitare l’isolamento della comunità, per evitare che si interrompano i servizi…e questo comporta uno sforzo (anche psico-fisico) non secondario. Dopo si affronterà il resto che tanto “non scappa”,  resta ad attendere…

Annunci

2 pensieri riguardo “Per ora tanta neve e poi?

  1. Finalmente qualcuno ha capito:
    *l’Uomo in montagna non ci sta solo per “figura”, ma è il primo e più importante presidio del territorio ( una volta non si esitava a piegare la schiena per raccogliere e rimettere al proprio posto le pietre smosse dagli agenti atmosferici);
    *la montagna non è un enorme parco giochi per turisti, per cui tutto va sacrificato;
    *non si può solo e sempre togliere alla montagna e alla gente che ci vive ( servizi come scuole, ospedali, uffici postali ecc., trasporti) e stupirsi che si spopoli;
    *è ora di smettere di piangere e dare colpe a turno quando succede un disastro naturale, facendo poi finta di stanziare fondi per rimettere a posto… prevenire non sarebbe meglio?
    Queste considerazioni generali valgono per tutte le zone di montagna, anche per la mia zona, montagna di media quota, povera anche ( o forse proprio perchè) a poche decine di km da Torino).Ma non posso evitare di essere entusiasta dell’iniziativa “adotta la Terra”: ho sempre pensato che la vostra regione sia anni luce più avanti di tutto il resto d’Italia. La Storia lo dimostra. Vi auguro fortemente che questa sia l’inizio di un nuovo corso, una scintilla che si espanda rapidamente: Con ammirazione. m.b.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...