Quaderni della Valtolla: quando la nostra storia …

clic per vedere il programma
clic per vedere il programma

Tante primavere fa la valle dell’Arda che iniziava a Lugagnano e terminava (circa) al Pelizzone, includendo anche Vernasca, Morfasso, Veleia  e zone limitrofe, era denominata Valtolla.

Quindici anni sono trascorsi da quando un gruppo di ricercatori e appassionati di storia locale iniziarono a “scartabellare” per archivi parrocchiali e comunali locali, Archivio di Stato e Diocesano di Piacenza ecc…al fine di riscoprire le nostre origini antiche. Ritrovarono “fonti” importanti e ne svilupparono ricerche che “confezionarono” il primo numero dei ” Quaderni della Valtolla” che da allora, ogni anno in autunno, pubblica  una nuova edizione della rivista con altre ricerche di storia locale. Continua a leggere “Quaderni della Valtolla: quando la nostra storia …”

Apennino festival 2012: presentato il programma.

immagine del web

Dopo tanta attesa è stato annunciato il programma dell’ XI edizione dell’Appennino Festival 2012 !

La grande rassegna musicale, culturale e promozionale per il turismo locale debutta il 7 luglio (domani sera) a Nibbiano in Alta Valtidone con l’0esibizione del gruppo ligure La Rionda “Vendo l’argento del mare” sui fecondi repertori musicali della Liguria fra i canti popolari dell’angiporto genovese e i brani sacri della tradizione ebraica. Continua a leggere “Apennino festival 2012: presentato il programma.”

Buona fortuna amico Gipi…arrivederci a presto!

gipi che improvvisa un ballo in piazza a vigoleno

Lo abbiamo conosciuto una domenica mattina mentre dalle parti di Malvisi (Morfasso) scattavamo fotografie per il blog. Subito ci è piaciuto! Un ragazzo semplice che ama le tradizioni, la storia e ballare…tanto che è diventato un vero maestro di balli tradizionali “autentici”…da riscoprire!

Tanti ragazzi della valdarda e della provincia intera hanno, per la prima volta, scoperto come ballavano i loro bisnonni.

Tanti di noi hanno riscoperto il gusto del ballo di gruppo, quello che ballavano ancora fino all’inizio del 1900 circa in tutte le nostre vallate….dall’alta valdarda a Ottone.

Quei balli semplici, divertenti che erano l’attrazione fatale di ogni sagra paesana; quei suoni penetranti…..coinvolgenti che le genti delle Alpi Occitane ancora praticano come nel nostro sud e in alcune zone a scavalco tra le 4 province (Genova, Alessandria, Pavia e Piacenza).

Ricordiamo benissimo il giorno che ci ha mostrato la copertina di un libro con la riproduzione di un dipinto di Stefano Bruzzi che riprendeva un ballo campestre della fine ‘800 a Santa Franca….ricordiamo che ci parlò dei suonatori immortalati dal grande nostro pittore e dei suoi tanti altri dipinti che mostrano i colori degli abiti delle pastorelle e dei contadini del tempo…

Questo ci ha insegnato l’amico Gipi dell’alta valle  prima che decidesse di “trasferirsi” altrove…..

Ci terremo in contatto  amico Gipi!

quel pomeriggio a vigoleno (estate 2011) ci ha coinvolto tutti!
il saggio finale a Vernasca....
a presto Gipi! arrivederci....un grande abbraccio...

Morfasso: giovedì 11 Agosto arriva la musica popolare, la nostra musica….

 

 

DA “VALDARDA’S BLOG”  VI PROPONIAMO UN ARTICOLO SULL’INIZIATIVA CHE SI TERRA’ L’11 AGOSTO A MORFASSO E……

http://valdarda.wordpress.com/2011/08/08/appennino-festival-arriva-giovedi-11-agosto/

 

 

Il gruppo popolare " i cantastorie " ; clic per ingrandire

 

Valtolla: vietato ballare, cantare, far feste …

clicca per ingrandire

C’era un tempo che i contadini non potevano ballare e, probabilmente,  neppure cantare ma…

Proprio le proibizioni degli ottusi regnanti del “ducato” che nulla avevano ancora dato alle popolazioni del contado e delle nostre miserande campagne finì con il favorire musiche, balli e canti eccellenti.

L’Emilia,  dalla Valdarda [dalla Val di Tolla come si denominava all’epoca la media e alta valdarda] a Bologna era un grogiuolo di ottimi musicisti che ci hanno  lasciato  musiche e balli popolari unici.

La piva emiliana suonava nonostante i divieti; nelle osterie si cantavano le canzoni d’amore per le ragazze del paese e nella zona il piffero impazzava.

Per prevenire disordini causati dagli eccessi del vino, per salvaguardare le pubblica moralità era vietato nelle fiere, nelle aje, delle osterie…..

Così mentre nel chiuso dei loro palazzi lor signori ballavano e “fornicavano” al popolo neppure era concesso ballare….ma i giovani se ne fregarono….

Nelle vicina area di crinale detta, musicalmente e non solo, delle quattro province [Genova, Alessandria, Pavia, Piacenza] sono stati prodotti balli ancor oggi unici e inimitabili da  vere leggende musicali eccezionalmente riprese da giovani e talentuosi musicisti che danno vita all’appennino folk festival e a tante iniziative locali.

Finita l’epoca ducale rimasero, nei paesi, le proibizioni dei preti che non vedevano di buon occhio il ballo……e allora, per non far dispiacere al curato,  ci si dava appuntamento all’ombra pomeridiana di una grande quercia appartata … che c’era in ogni paese e….. via con canti e balli.

Succedeva poco, talvolta, solo talvolta ma succedeva!

“fiorellin del prato, messagger d’amore, bacia la bocca che non ho mai baciato.  Fiorellin del prato non mi dir di no…..”*

Nonostante i problemi, l’esistenza frugale e spesso misera delle famiglie non è mai stato facile, in ogni epoca,  ” domare ” la vitalità dei giovani…le loro aspirazioni, la loro voglia di “svago” dopo intere settimane di duro lavoro nei campi, nei boschi oppure nelle miniere …..emigranti, miserabili emigranti, dignitosi emigranti.

Oggi queste tradizioni, pur lentamente, stanno riaffiorando e possiamo finalmente risentire e praticare [ballare, ascoltare, cantare…]  con maggiore serenità una scottish, una bourrée, una mazurka, una furlana emiliana, un’alessandrina….una piana…..

*[la canzone è stata ripresa da “la sagra dei sarè”]

Per viam/on the road….verso la valtolla francigena…(un grande evento!)

panorama valtolla sera aprile 2011

Nella valdarda/valtolla è previsto un grande appuntamento…….

La presentazione ci sarà mercoledì sera, 1° giugno,  alle 21 presso l’abbazia cistercense di Chiaravalle della Colomba (Alseno).

L’iniziativa sarà denominata …….

”  PER VIAM / On the Road ” 

La tre giorni in viaggio a piedi sulla via Francigena piacentina inizierà Giovedì 2 Giugno da Chiaravalle e raggiungerà Monastero di Morfasso Sabato 4 Giugno.

In questo modo si ripercorrerà  una parte del percorso francigeno alternativo  a quello che,  da Fiorenzuola,  raggiungeva  il passo della Cisa e proseguiva verso Roma….

Questo presentato, durante l’iniziativa, era invece  l’antico percorso alternativo che saliva verso il Passo del Pelizzone ( e poi proseguiva verso la Lunigiana..)  passando per Castell’ Arquato, Lugagnano val d’arda e faceva tappa all’antico complesso abbaziale di Val di Tolla a Monastero .

Alla fine di ogni giornata sono previsti incontri con studiosi articolati da momenti musicali.

Continua a leggere “Per viam/on the road….verso la valtolla francigena…(un grande evento!)”

Il cantamaggio in valtolla ” viva la ciossa…”

cantamaggio 2011 ( per ingrandire le foto clicca sulle stesse...)

Ci sono tradizioni e tradizioni! Il cantamaggio è ancora una di quelle che non sono scomparse.

Dopo il periodo della Quaresima, quando era “sacrilego” cantare e ballare  giungeva, finalmente, il periodo della Pasqua.

Da questa giornata di festa [ la resurrezione di nostro Signore ] all’inizio di Maggio si “scatenavano ” le feste……era una vera primavera!

Continua a leggere “Il cantamaggio in valtolla ” viva la ciossa…””

L’auto si è piantata…In val d’arda!

l'auto piantata! clicca per ingrandire;valtolla iPhoto

 

L’auto si è piantata…In val d’arda!

Il sole picchia duro in questo primo scorcio di Primavera!

Traveggole?

Nient’affatto!

Nel tardo pomeriggio, i raggi solari battono impietosi contro la Rocca [ la rocca!] e le sue rive scoscese, i campi e il torrente dall’altra parte costringono noi a sopportare la calura….

Ma…. non è ancora quella micidiale [calura] spietata dell’ Estate, che rende ancor più umido il nostro pensiero.

Abbiamo vagato per tutto il giorno anche per luoghi ventilati, quasi freddi ma non sospettavamo che un auto si prendesse gioco di noi…al calar della sera.

Di solito verso le quattro del pomeriggio [ che in prima Primavera potremmo definire sera] la terra si è stancata del sole ma …..

[Scriviamo accompagnati da Lizard dei King Crimson….; metafore fotografiche di un giorno di prima primavera in valtolla, alta val d’arda]


Abbiam finito di ballare… ora si fa festa!

clicca per ingrandire

Venerdì scorso 5 febbraio, nel palazzo comunale di Lugagnano val d’arda, alle 21 si è conclusa la prima parte del corso di danza popolare tenuto dal maestro GIPI dei Malvisi e organizzato dal Comune, dall’assessora Valeria Tedaldi.

Gran finale allietato dalla presenza degli ottimi musicisti guidati dal maestro Lino Mognaschi della “compagnia del Lorno ” scuola di musica, danza e laboratorio di liuteria di Colorno che con Ghironde, piffero, piva emiliana e organetto diatonico  ci hanno trascinati in Scottische, Bourèe e mazurca francese, intervallandole con spiegazioni sugli strumenti musicali utilizzati e sulle tradizioni musicali locali.

Molti di noi ignoravano [ o quasi ]  che queste musiche antiche [ medioevo-inizio del 1900] fossero  diffusissime anche dalle nostre parti.

I nostri avi ascoltavano, fino a circa 100 anni fa, mazurche, polke, scottische, bourèe, gighe e ballavano accompagnati da Ghironde, pive, pifferi, organetti e…. Continua a leggere “Abbiam finito di ballare… ora si fa festa!”

Linea verde ci promuove…da Vigoleno (provincia di Piacenza)

 

vigoleno...archivio valtolla (clicca per ingrandire)

Stamattina alle 10 su Rai uno la trasmissione “linea verde orizzonti” ha promosso, a livello nazionale, Vigoleno in comune di Vernasca.

Il bellissimo borgo medioevale piacentino  è stato visitato dalla troupe condotta dallo chef  Vissani che in mezzora [ tempi televisivi] ha dovuto concentrare tutto quello che si poteva dire .

Una breve videata sulla bellezza del borgo ha fatto da introduzione alla trasmissione che si è concentrata sull’eno-gastronomia locale,   sulle preparazioni della sig.a Elsa del Ristorante- Taverna “Al Castello” [ Tel- Fax.0523/895146 ] che ci ha mostrato la fattura dei Pisarei e Fasö, della torta fritta e della torta di patate [ qui sono state citate, come ingrediente base, le patate di Vezzolacca….che è una delle altre frazioni del comune di Vernasca, in valtolla].

E’ stato ben evidenziato che qui si produce il vin santo DOC di Vigoleno, per produrre il quale si raccolgono le uve in Settembre e si pigiano nella settimana santa di Natale e …… Continua a leggere “Linea verde ci promuove…da Vigoleno (provincia di Piacenza)”

Provaci ancora Gipi….

DOMANI SERA, VENERDI’ 3 DICEMBRE ALLE 20,30 CIRCA  RIPRENDIAMO IL BALLO POPOLARE TRADIZIONALE CON IL NOSTRO CARO MAESTRO GIPI DEI MALVISI.

SIAMO UN BEL GRUPPETTO OSPITATI DALL’ASSESSORE ALLA CULTURA DI LUGAGNANO VAL D’ARDA, VALERIA TEDALDI, CHE CI HA MESSO A DISPOSIZIONE  UNA SALA SPAZIOSA DELLA CASA MUNICIPALE.

INTANTO GRAZIE PER L’OPPORTUNITA’, CI STIAMO PROPRIO DIVERTENDO BALLANDO E SOCIALIZZANDO.

ABBIAMO IMPARATO CHE IL BALLO ERA SOCIALITA’, ERA GIOIA, ERA COMUNITA’.

Lo avevamo già ben intuito quest’estate a Vigoleno all’ Appennino folk festival  dove abbiamo assistito ad esibizioni-capolavoro che hanno coinvolto il pubblico di oltre mille persone per ore e ore….che con entusiasmo hanno ballato o più semplicemente ascoltato e guardato; il festival quella sera, il 4 settembre 2010, ha ospitato il ghirondista bretone Patrick Bouffard, uno dei più celebri musicisti europei [ uno spettacolo unico ].

La serata ha inoltre ospitato la musica delle quattro province eseguita dagli Enerbia, gruppo folk con Maddalena Scagnelli e Franco Guglielmetti. Nel loro repertorio gighe, alessandrine e piane dell’Appennino.
Stiamo imparando a ballare  con Gipi, il nostro giovane e paziente maestro dei Malvisi di Morfasso, che ci sta facendo assaporare la cultura dei nostri nonni…meglio bisnonni accompagnati da musiche come quella che potete intendere cliccando sul video.

Certo quando la base musicale è dei Blowzabella……

Giovani energie in valtolla-valdarda: buona l’idea….

 

giovani energie (clicca per ingrandire); valtolla keynote

 

 

La musica c’entra, i giovani pure…ma non solo….

Qualche decina di mesi fa Governo e Associazione dei Comuni (anci) stilarono un protocollo d’intesa che [tra l’altro] prevedeva una serie di misure finanziarie a favore di progetti che riguardavano ” le nuove generazioni ” …

Non entriamo nel dettaglio dei bandi emessi ma registriamo con soddisfazione che alcuni comuni piacentini [tra i quali tutti quelli della valtolla da Castell’ Arquato e Vernasca a Morfasso e Lugagnano …..] si sono aggiudicati un finanziamento di 100.000 €.

Bravi gli amministratori a crederci e ad incaricare dei progettisti all’altezza!

Quando i comuni sanno mettere in moto la progettualità i risultati arrivano…..quasi sempre!….. Continua a leggere “Giovani energie in valtolla-valdarda: buona l’idea….”

Borgo delle arti in valtolla..a Vigoleno ?

 

Ben venga la promozione del territorio attraverso l’arte!!

Il borgo medioevale si presta ad iniziative di vario genere ma…..le arti sono certamente un veicolo di eccezionale valenza promozionale territoriale.

Il progetto è di quelli ambiziosi [per fortuna!]  e ci auguriamo riscuota sempre maggiore successo.
Un progetto dedicato a tutti i giovani artisti che cercano spazi per potersi esprimere e confrontarsi. Aperto a tutte le discipline: dalle arti figurative alla danza e il teatro alla scrittura…… Continua a leggere “Borgo delle arti in valtolla..a Vigoleno ?”

Appennino “folle” a Vigoleno … Con gran finale martedì

UNA CORNICE SUGGESTIVA, GRUPPI MUSICALI ECCELLENTI, CLIMA PIACEVOLE.
Questo era l’ ambiente che si respirava ieri sera a Vigoleno.
Alle 21,30 un gruppo folk del sud ci ha deliziati con tarante, canzoni popolari antiche e musica da ballo tradizionale che ha scatenato il pubblico, coinvolto al massimo tributando ai musicisti lunghi applausi e ovazioni finali.
Alle undici un suggestivo allestimento ha messo in scena l’incendio della torre del castello con uno spettacolo pirotecnico ottimo.
A quel punto nelle piazze del borgo vi erano non meno di mille persone con il naso rivolto al cielo.
Subito dopo hanno attaccato gli “enerbia” …. un vero must della musica popolare locale sottolineato dal pubblico che ha apprezzato la loro ecletticità… interpretazioni al top di alessandrine e canti popolareschi.
Inutile citare una canzone, una suonata, inutile ricordare il talento di Maddalena e dei suoi musicisti…era semplicemente delizioso ascoltarli !!
Prima di loro, prima dell’ incendio della torre del castello, un gruppo folk dell’ Auvergne ( regione collinare e montanara centrale francese ) ci ha deliziato con esibizioni a suon di piva e strumenti antichi ottimamente suonati.
Javanaise di Gainsbourg e bourrée sorprendenti.
una serata da ricordare!!
Appennino folk festival/ Vigoleno un connubio da riverberare, da rendere permanente??? Per noi si!!!
Una serata, quella di ieri, di musica e danza che ci auguriamo si possa ripetere più spesso ( unico neo: ci siamo dovuto prendere le poche sedie disponibili nell’ oratorio e il resto in piedi…un neo perdonabile ma …)
Stasera si replica e martedì grande serata con 10 cover band che suonano per solidarietà ( le migliori cover band di Ligabue, Nomadi, Dire straits, Bon jovi, Vasco Rossi….).
Meraviglioso borgo, uno dei più belli d’Italia!!

Appennino folk festival 2010

L’importante rassegna di musica popolare delle quattro province 2010 si svolge dal 27 giugno al 30 ottobre  2010 con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, la provincia di Piacenza, la fondazione e la camera di commercio.

Non mancheranno le tappe nella valtolla, nella nostra valtolla/alta valdarda.

Si comincia con l’8 Agosto a Morfasso alle 21,30 con il coro delle voci di confine.

Si perchè fino all’unità d’Italia il crinale divideva lo stato di Parma e Piacenza da  Alessandria, da Pavia e da Genovae così è cresciuta una cultura “di confine”, uno scambio culturale spontaneo con canzoni, musiche, ballate che sono state sapientemente recuperate da grandi interpreti tra i quali non possiamo dimenticare Maddalena Scagnelli, Franco Guglielmetti e ” Bani”, per noi, i più grandi…i continuatori della tradizione, i “rilettori” intelligenti delle musiche antiche e popolari…..i componenti del gruppo “enerbia”

Abbiamo avuto modo di ascoltarli dal vivo e siamo restati semplicemente a bocca aperta!…LI potrette ascoltare a Pradovera (farini) il 7 Agosto alle 21,30.

Tornando alla valtolla…per nulla al mondo perdetevi l’appuntamento di Morfasso e le tre serate a Vigoleno il 3,4 e 5 Settembre sempre alle 21,30 dove si esibiranno gli “occitani, i bretoni e tanti italiani delle 4 province e del sud….

Queste sono le manifestazioni-eventi che sentiamo nostre.