TURISMO VERO….. ? …COMMENTO DI PAOLO M.

Publichiamo un interessante commento di Paolo M. al post ” TURISMO VERO ( in media e alta valdarda/valtolla) ?” del 05 novembre 2009.

Qualche riflessione personale da commentare sulla riorganizzazione turistica del territorio.

Per operare nel migliore dei modi nel campo della promozione turistica è necessario poter contare su parecchi elementi:

1) Infrastrutture adeguate

2) Un progetto che tenda a valorizzare tutto il territorio

3) Personale qualificato e preparato

4) Una buona capacità organizzativa

1) Infrastrutture adeguate.Un paese che punta sul turismo per lo sviluppo economico e sociale del suo territorio deve organizzarsi in maniera adeguata per potersi promuovere efficacemente.

Per sviluppare una strategia commerciale efficace è necessario poter contare su infrastrutture all’altezza delle ambizioni. Un ufficio turistico attrezzato, organizzato, moderno ed efficiente gestito da elementi dinamici e motivati che conoscono bene il territorio.

Ritengo che sia indispensabile avere all’interno della struttura un “responsabile commerciale” che possa coordinare e stimolare le persone che fanno parte dell’organizzazione. Per quanto si voglia pensare al turismo in termini poetici, alla fine resta sempre un prodotto da vendere e di solito chi fa la fortuna delle aziende sono i suoi venditori.

Per riuscire ad accogliere un tipo di turismo più eterogeneo è necessario disporre di strumenti tali da soddisfare ogni possibile richiesta. Parlo di strutture alberghiere, Hotel, Bed&Breakfast, Guest House, Agriturismi, Ostelli, Locande, Albergo Diffuso, Case Affitto, ecc. La possibilità di offrire il maggior numero di soluzioni possibili favorirebbe l’arrivo di un turismo più massiccio.

Personalmente ritengo di fondamentale importanza per l’economia locale riuscire ad offrire al turista l’opportunità di vivere il territorio in maniera più profonda, lasciandosi coinvolgere dalle emozioni che sanno offrire le nostre vallate.

Sarà importante offrirgli una serie di suggerimenti e proposte che lo spingano a fermarsi più a lungo sul territorio contribuendo a creare nuove opportunità di lavoro in tutte le stagioni.

Il turismo domenicale è importante ma porta con se una ricchezza che è distribuita tra pochi commercianti e non contribuisce a creare nuovi posti di lavoro.

Il piccolo artigiano o il giovane che decide di intraprendere una nuova attività deve poter contare su un movimento che garantisca il successo della sua impresa, un laboratorio artigianale o il piccolo negozio non possono campare lavorando un giorno la settimana tempo permettendo.

Altro discorso importante è quello della viabilità, una migliore gestione del traffico, dei servizi di assistenza e trasporto per offrire al turista migliori collegamenti e una completa fruibilità di tutto il territorio. Altro elemento necessario per l’accoglienza sono i parcheggi. Parlo di aree attrezzate per Camper a prezzi adeguati e parcheggi per i turisti in occasione di eventi di particolare richiamo.

Il potenziamento delle aree di sosta, contribuirebbe ad alleviare i disagi per quella parte di popolazione non coinvolta a livello lavorativo e meno disposta tollerare il disturbo.

2) Un progetto che tenda a valorizzare tutto il territorio. Collaborando spesso con associazioni di volontariato, mi rendo conto che la passione spesso fa perdere di vista quelli che devono essere i veri obiettivi.

L’errore di molte amministrazioni comunali e delle stesse associazioni, ovviamente toccherebbe alle prime occuparsi dello sviluppo del territorio, è quello di avere una visione troppo limitata della questione turismo. Il rischio che si corre è quello di sprecare energie, risorse o eventuali finanziamenti inseguendo sterili individualismi.

Posso capire che la tentazione di valorizzare il proprio territorio sia molto forte, ma la conseguenza di una mancata strategia comune è che limitandosi ad organizzare improvvisate “feste paesane” si favorisce solo il tipo di turismo “mordi e fuggi”, con qualche domenica di affollamento e giorni feriali di una tristezza infinita.

La festa del “chisolino” mi sta benissimo e non intendo certo dimenticare o boicottare tradizioni secolari, credo che questi eventi popolari si debbano considerare come un mezzo per finanziare le associazioni e coinvolgere la popolazione in attività sociali importanti come momento di aggregazione.

Ritengo che chi si occupa di turismo a livello professionale, debba compiere altre scelte. E’ necessario compiere un salto di qualità, fare scelte strategiche ed avviare collaborazioni in termini di sinergie e promozioni comuni, con aziende locali, agenzie viaggi, associazioni culturali operanti in vari settori, comuni vicini e di altre regioni, università interessate a quello che offre il nostro territorio e imprenditori pronti ad investire.

3) Personale qualificato e preparato. Il personale deve essere parte attiva nella gestione del lavoro, ritengo indispensabile a questo proposito l’acquisizione di elementi “pensanti” e non di semplici impiegati, capaci di distribuire diligentemente cataloghi ma non di proporre idee e di stimolare il turista.

Le persone “diligenti e affidabili” servono sempre, ma per riuscire a compiere un “salto di qualità” servono altre capacità. Considero a questo proposito “fondamentale” la presenza di una o più persone con esperienza commerciale, in grado di insegnare a “vendere”, stimolare il gruppo e proporre con continuità idee e progetti.

Come preparazione professionale, naturalmente sono indispensabili una discreta cultura e una buona predisposizione ad imparare le lingue straniere, a questo proposito consiglierei di organizzare corsi di lingue per tutto il personale coinvolto e per tutti gli operatori commerciali del paese interessati.

Per la selezione del personale, terrei conto anche della passione e dell’impegno che i candidati hanno dimostrato nel corso degli anni a livello di volontariato, premiando chi ha saputo dimostrare una buona predisposizione al lavoro di gruppo, operando con profitto per garantire nuovi sbocchi commerciali offrendo gratuitamente la propria collaborazione per dare un aiuto concreto allo sviluppo economico e sociale del paese. Queste persone, hanno il pregio di aver potuto maturare un’esperienza importante a livello organizzativo nel settore della promozione turistica e sono riuscite a produrre una rete di contatti e collaborazioni indispensabili per organizzare eventi di richiamo.

La presenza di personale gradito alle associazioni di volontariato può contribuire a creare le condizioni migliori per una proficua collaborazione.

4) Una buona capacità organizzativa. Ogni azienda che si rispetti, deve il suo successo ad una buona struttura organizzativa e alla migliore gestione delle risorse a disposizione. Ruoli chiari, personale impiegato in compiti dove può dare il meglio di se, possibilità di proporre idee e suggerimenti atti a migliorare la qualità del lavoro.

Utilizzo di strumenti moderni, più efficaci e meno costosi, tutti gli uffici e i musei devono essere in grado di autofinanziarsi almeno in parte attraverso iniziative di vendita, promozione e ricerca clienti. Chi gestisce un museo deve, coordinato dall’ufficio turistico sviluppare contatti con potenziali visitatori, appassionati, associazioni, acquisire nominativi e contattarli in occasione di eventi significativi.

E questo solo per cominciare….

COMMENTO

l’amico Paolo termina con la frase….e questo solo per cominciare….quindi attendiamo altre sue considerazioni.

Ha idee molto valide, molto buon senso e dimostra grande preparazione culturale e politica.

Siamo sintonia con gran parte delle sue idee!

Informiamo l’amico Paolo che il blog ha raggiunto una media di 60 contatti al giorno con punte di 110. Il suo precedente commento, che abbiamo trasformato in articolo, ha avuto un sacco di lettori. Per un picolo blog locale non potevamo sperare di meglio.

A presto!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...