GIOVANI IN VALTOLLA (1)

I giovani della valtolla di cosa pensano di aver bisogno?Sostanzialmente occasioni di aggregazione secondo i modelli culturali giovanili!
Luoghi specifici per loro dove ascoltare musica e cose simili che favoriscano la socializzazione giovanile.
Luoghi fisici, locali o centri giovanili.
A fronte di questi bisogni, abbiamo provato a capire come si potrebbe far fronte ad una realtà veramente molto carente, con una povertà allarmante di risorse e di attività promosse.
La risposta, a prima vista, sembra semplice: Centri giovanili, intesi in senso lato, che possano fare fronte ai bisogni sociali, ricreativi e, perché no, anche culturali  che interessino proprio loro…i giovani.
Non spetta a Noi fare analisi sociali e proposte precise ma solamente ascoltare, informare, suggerire, fornire idee.
La valtolla, dopo tutto,  non registra condizioni difficilissime, pur in una situazione di carenza complessiva di risorse.
Prima di fornire idee una considerazione sul lavoro e/o lo studio dei giovani: nel territorio prettamente montano lavorano pochissimi giovani dei già pochissimi presenti e pertanto si registra il fenomeno del pendolarismo molto elevato che ovviamente è totale per quanto riguarda lo studio….

Ma se è così con il lavoro e lo studio…..quando ritornano a casa che fanno? Morfasso è sicuramente nella situazione più difficile ma basterebbe poco a invertire rotta; Vernasca sente meno la situazione perché, per esempio, ha una parrocchia molto attiva; Lugagnano, infine, gode di una situazione di tipo ” urbano” e anche qui c’è una parrocchia attiva.

Allora come far diventare, abbastanza, accettabile una simile situazione?
Va detto che, in estate, tutti i “ santi “ aiutano.
Di che “ santi” parliamo (non per essere blasfemi)? Delle attivissime pro-loco, delle solite parrocchie e di qualche giovane imprenditore che gestisce bar ristoranti che però deve essere oggetto di una maggiore attenzione …quasi un  “ tutoraggio istituzionale “.
Ma per il resto dell’anno molti ragazzi e, soprattutto ragazze, sono condannati a TV ..TV…TV solamente quasi TV e…videogiochi e qualche rara serata al bar ( per i maschi).
Allora ben vengano (solo per fare un esempio) le iniziative del ristorante Nettuno alla diga …..con le sue serate di musica di fine Week end che permette di aggregare ragazzi della vallata senza costringerli a trasferte in pianura.

Per i critici.….nessuno di voi  da giovane è mai stato a ballare a Rusteghini o a Obolo?

I problemi di aggregazione si risolverebbero, a nostro parere, soprattutto pensando a che fare il venerdì e il sabato ….e si pensi anche che non tutto è riconducibile a cultura….la cultura occorre ma…se questa è la tentazione, l’unica soluzione pensata da qualche ” custode dell’ortodossia” …meglio abbandonare.

Stiamo, innanzitutto, parlando di divertimento spensierato…..secondo i modelli giovanilisti….dello stare insieme in ” piazza ” a chiacchierare, ascoltare musica, darsi appuntamento ….dove la piazza decidete voi che è!   Di volta in volta …La movida?…..lo struscio?……la discoteca?….il pub?….la pizzata?…..poi, qualche volta, anche la cultura…. e cose simili.

I benpensanti preferiscono quattro giovani nascosti su un auto con un paio di bottiglie di ……?

Preferirebbero poter ” inscatolare i sogni dei giovani”?

I benpensanti pensano che i ragazzi vogliano frequentare luoghi dove vanno i loro genitori? …..Non avete memoria!

Direte: tutto qui?…No queste sono alcune riflessioni…ne riparleremo……..parleremo ancora di ” DIVERTIMENTIFIO ” anche culturale, anche del tempo libero ” impegnato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...