Pista ciclabile dal Po a Mignano? 

2018-05-diga giorno no-1IMG_0659-Pano-Modifica_FotorUna pista ciclabile dal Po al lago di Mignano, in alta Val d’Arda (di Sergio Efosi Valtolla, fotoamatore, blogger, escursionista e narratore).  

L’annuncio di un simile progetto è stato avanzato  nel recente convegno svoltosi il 23 luglio 2018 sul “muro” più famoso della Valdarda, nell’ambito del convegno “Ritorno al futuro”, promosso dal padrone di casa Consorzio di Bonifica di Piacenza. 2018-05-diga tracimazione-1DM4B0035-Pano-Modifica

Bell’idea, anzi bellissima. Questo progetto una volta portato a compimento porterebbe a un collegamento ciclabile, e dunque pedonale, dalla già esistente Ciclovia del Po all’Appennino della Valdarda. Un’idea per certi versi non nuova ma sempre molto attuale; un progetto nella testa di tutti gli appassionati di queste attività legate alla fruizione del tempo libero in maniera lenta e attenta a non guastare il territorio naturale, culturale e storico che la ciclovia attraversa.  

Un progetto simile e parziale, rispetto a quanto già detto, che unisse Castell’Arquato con Fiorenzuola e con Chiaravalle della Colomba era stato avanzato diversi anni fa. Forse qualcuno lo ricorda? Forse ne è stato realizzato un pezzo? Ma quando mai. 

Anche nel caso della nuova “meravigliosa” ciclovia che raggiungerebbe il nostro “muro” si tratta, è stato precisato, di ipotesi progettuali future. 

Per realizzare queste infrastrutture occorrono più permessi e carte bollate che non soldi.

Proprio per tal causa, per il lieve “movimento di denari”, rispetto al gran beneficio che ne scaturirebbe, temo che il progetto rimarrà tale per molti e molti anni ancora. 

Passato il momento dei riflettori e delle luci il “muro” sarà dimenticato dai politici e dalle Istituzioni regionali e nazionali?

Saranno ricordate le promesse, le idee avanzate oppure…

Io non entro nel merito di un progetto che non conosco, non pongo limiti alla bontà dell’idea che mi piacerebbe veder rapidamente realizzata in toto.

2018-07-diga-1DM4B7196
Al convegno tante proposte, tanti annunci…molto interesse.

So bene quante sono le infrastrutture deboli, assenti o devastate in tutta la Valdarda che conosco; so bene che servirebbero strade più decenti e sicure ma so altrettanto bene che creare infrastrutture per la fruizione del tempo libero e del turismo è altrettanto utile e urgente.

Detto questo, preciso anche che non mi appassiona il “benaltrismo” (il servirebbe ben altro “bell’idea ma prima servirebbero altre cose. Dopo si penserà anche alla pista ciclabile…alla sentieristica, ecc..ecc.”.) 

Se non sull’agricoltura legata anche al presidio del territorio e sul turismo su cosa occorrerebbe puntare per dar un po’ d’ossigeno all’Appennino? Cosa dovremmo fare in montagna per evitare la sempre maggiore desertificazione umana? 

Il discorso è certamente complesso e meriterebbe più spazio ma questa è solo un’opinione sull’ipotesi della ciclovia sulla quale “mi piacerebbe poter essere presto smentito”…  

Ps: la diga di Mignano con l’ultima manutenzione e la realizzazione dei nuovi “sfioratori” ha elevato la sua capacità di oltre un milione  mezzo di metri cubi d’acqua. Un bel risultato.

2018-07-la diga ritorno al futuro-1DM4B7161
I canottieri della “Vittorino” in allenamento a Mignano
2018-07-balena -1DM4B7003
La balena di Fornari e Carta “emersa” il giorno del convegno. (un legame tra arte e piacenziano, tra la balena fossile ritrovata in Valdarda e mar padano).

2018-07-diga-1DM4B7227

2018-07-balena-1DM4B7509-Modifica

Annunci

Lago di Mignano superstar…

2018-05-diga tracimazione-1DM4B0035-Pano-ModificaLago di Mignano superstar…di Sergio Efosi Valtolla (fotoamatore,  blogger, escursionista e narratore).
Ecco siam pronti…mancano una manciata di centimetri e la “tracimazione” sarà cosa fatta (chissà se quando pubblico il posta sarà cosa fatta!). Continua a leggere “Lago di Mignano superstar…”

Manca l’acqua, la crisi è grave in Valdarda e ovunque 

La continuità del servizio di erogazione dell’acqua è messa a dura prova dalla carenza di pioggia che nel nostro territorio ha registrato un calo incredibile, gli esperti parlano addirittura dell’80% in meno rispetto al 2016.
La situazione è dunque molto critica e occorrerebbe che le autorità locali prendessero serie iniziative (può essere che quando leggete il post che sarà pubblicato dal blog all’una di notte del 9 giugno si già in atto un qualche  provvedimento restrittivo…) per garantire l’approvviagionamento in tutte le case il più a lungo possibile, e a livelli accettabili in attesa che si superi la fase critica. Continua a leggere “Manca l’acqua, la crisi è grave in Valdarda e ovunque “

Discarica abusiva? Beccati subito!

2016-12-11-discarica-mignano-1img_1993Nei giorni scorsi è giunta al blog questa attesa e buona notizia:

“Buongiorno. Essendo Lei referente del “Valtolla’s Blog”, sono a notiziarla che, in riferimento al segnalato (anche a vostro Post) abbandono di rifiuti in prossimità Lago di Mignano, da accertamenti ed indagini del Comando Stazione Corpo Forestale dello Stato di Castell’Arquato sono stati individuati i responsabili (conferitore ed esecutore). Si procederà sia sanzionando amministrativamente che penalmente deferendo all’ Autorità Giudiziaria. Firmato il commissario capo…“.

Dal Comando Provinciale CFS il Commissario Capo FILIPPI Amerigo sottolinea l’importanza della celerità degli interventi repressivi contro tutti i fenomeni di abbandono rifiuti , discariche non autorizzate e deturpamento ambientale in genere, anche e soprattutto per evitare fenomeni “di emulazione” da parte di altri soggetti poco sensibili alla tutela del territorio e la derivata percezione che in certi luoghi siano “tollerati” indiscriminati abbandoni di rifuti; abbandoni che vanno a dare così inizio ad una spirale di degrado urbano/ambientale e successivamente sociale”

Benissimo, ottimo! Grazie alla presenza delle istituzioni dello Stato nel territorio, in questo del caso del Corpo Forestale dello Stato (CFS) di Castell’Arquato guidato dal vice ispettore Sartori Alberto, si è prodotto ancora una volta un importante e tempestivo risultato.  Invito dunque la popolazione a segnalare, anche tramite facebook, tali situazioni perché come si vede anche in questo caso lo Stato c’è!

Sergio Efosi 

foto-cs-castello
l’intervento della Forestale per verificare la discarica

Bastardo schifoso…

2016-12-11-discarica-mignano-2img_1998BASTARDO  SCHIFOSO QUELLO CHE…

Ha scaricato un camion di rifiuti incombranti, taluni speciali e tanta plastica in riva al lago di Mignano. C’è di tutto: una lavatrice, una lavastoviglie, un passeggino, tanti giochi per bambini, un personal computer con video, un vecchio sedile di auto, carta varia, ferraglia, plastica, merda…tanta merda. Un vero San Martino in piena regola di robaccia da discarica. Continua a leggere “Bastardo schifoso…”

Quelli che il turismo…

2013-11-07-c.arquato-LR -7939Ohhh…anche quest’anno sono arrivati novembre, le nebbie, il freddo e finalmente possiamo parlare, ancora solo ri-parlare, di turismo nostrano senza rompere le uova nel paniere degli operatori durante la “stagione”. A dire il vero di turismo in valdarda se ne parla da sempre in convegno e riunioni varie. Il fatto è che se ne parla ma non si va mai avanti. Continua a leggere “Quelli che il turismo…”

Mignano 2014: tanta acqua, alborelle, cavedani, barbi e relax

lago di mignano-vista superiore
lago di mignano-vista mezzana del lago

Formato dal torrente Arda,  che poi attraversa tutta la provincia di Piacenza nascendo dagli Appennini tra Parma e Piacenza sul Monte Lama, il Lago di Mignano è un bacino artificiale costruito tra il 1919 e il 1934 con lo scopo di irrigare i campi a valle dell’invaso e di produrre energia idroelettrica . Continua a leggere “Mignano 2014: tanta acqua, alborelle, cavedani, barbi e relax”

Svasare la diga è bene oppure…

diga di mignano inaugurazione (clic per ingrandire)

Nei giorni scorsi sul quotidiano Libertà di leggeva la notizia che, più o meno, si poteva così riassumere: « svuotata la diga di Mignano, recuperati 200 chili di pesce».

«Le operazioni di svaso – affermava il direttore del Consorzio di bonifica ing. Filippo Volpe – vengono effettuate quando le condizioni meteo sono favorevoli, in presenza di adeguate precipitazioni nei giorni precedenti lo svaso medesimo. ..Da quattro anni tale operazione non era possibile …». Continua a leggere “Svasare la diga è bene oppure…”

La diga: molte fotografie e qualche notizia prima che la l’acqua sommergesse tutto…

diga di mignano: vista da fondovalle sponda destra arda (visita delle autorità)(clic per ingrandire)

Tra il 1919 e il 1934 si realizzò la più grande diga della provincia di Piacenza sbarrando, all’altezza della frazione di Mignano,  il torrente Arda  (dove la valle era molto stratta e orrida e le condizioni geologiche erano favorevoli).

La famosa ditta Lodiagiani (al Ludsan) di Piacenza, costruttrice di tante opere simili  in mezzo mondo,  eseguì l’opera.

Con questo post mostriamo, per quel che possiamo, fotografie… Continua a leggere “La diga: molte fotografie e qualche notizia prima che la l’acqua sommergesse tutto…”

Il nostro grande lago che….

lago di mignano 2012

In questo periodo, con la massima portata di oltre 13 milioni di metri cubi d’acqua, il lago di Mignano è un bello spettacolo che, con la relativa passeggiata spondale, consigliamo.

Lo sbarramento (la diga) venne realizzato tra il 1919 e il 1934 dall’allora famosa impresa “Lodigiani” di Piacenza che imbrigliò il torrente Arda nei pressi dello stretto passaggio di Mignano e consentì, dalla sua inaugurazione, di trasformare in irrigua la pianura dopo Castell’Arquato, fin oltre Fiorenzuola d’Arda per circa 10/12000 ettari. Grande vantaggio ne ebbero cerealicoltura, zootecnia e le coltivazioni industriali quali pomodoro e barbabietole. Continua a leggere “Il nostro grande lago che….”

Valtolla: la giostra dei monti sul pescatore…

clic per ingrandire

A volte non ci si rende neppure conto che dal lago (o se preferite dalla diga…) di Mignano si ha la visuale sull’intera chiostra dei monti della valtolla (se preferite alta val d’Arda).

Si specchiano tra cielo e lago il Lama (mt.1345), dal quale scende il nostro antico torrente Arda, le tre gobbe “dolomitiche-ofiolitiche” del Menego….sa( mt. 1356), il Santa Franca (mt.1322) e il Taverne che dai suoi 806 metri si riflette direttamente nello specchio d’acqua….mentre il pescatore non è distratto e aspetta.

Lago di Mignano e modelli turistici locali

vista lago anni 60 da vezzolacca (scognamilio)

La diga di Mignano fa scuola, grazie all’innovativo intervento da nove milioni di euro realizzato per mettere in sicurezza l’opera, persino di fronte al massimo evento catastrofico che potrebbe determinarsi sul bacino sovrastante (evento che statisticamente potrebbe tornare una volta ogni mille anni). L’impianto è stato visitato da una delegazione di studenti universitari del quinto anno del corso di ingegneria civile, architettura, territorio e ambiente dell’Università degli Studi di Brescia.

«….Lo sbarramento della Valdarda è uno dei primi in tutta Italia ad essere stato adeguato alle norme tecniche di tipo idraulico: sono stati potenziati gli scarichi della diga e realizzata un’opera di dissipazione dell’energia cinetica ai piedi della diga, per far fronte a eventi di piena particolarmente critici» ha affermato  Angelo Mussi del consorzio.

«Iniziative come questa – riferisce il presidente del Consorzio Fausto Zermani – hanno un valore formativo ma vanno anche nella direzione della valorizzazione turistica della vallata che ha nella diga di Mignano uno tra i principali punti di attrazione, per la particolare tipologia costruttiva e per il lago formato dalla diga, in un suggestivo contesto ambientale».
[ripreso da un bell’articolo di Donata Meneghelli apparso nei giorni scorsi sul quotidiano “libertà”].

Dunque sono in arrivo investimenti per la “valorizzazione turistica della vallata”! (?)

Sicuramente sono attesi, attesissimi da sempre! Il nostro lago è veramente, quando raggiunge una buona portata ( generalmente tra primavera e estate), bello e attrattivo.

Realizzare quanto serve per passeggiare in sicurezza nell’intero periplo (o quasi!), per praticare canoismo o similare…..ecc….ma poi servono altri servizi in loco, per noi, fondamentali. Ma preferiamo non si faccia nulla se il rischio è fare per il solo “gusto” di utilizzare un po’ di finanziamenti pubblici per poi lasciar andare tutto in malora.

Per la zona della valdarda- valtolla l’ideale sarebbe che la “diga” rientrasse in un percorso turistico integrato con altri progetti….(niente sprechi e concentrazione su un obiettivo comune…).

Il sentiero del lago di Mignano sarà presto ristrutturato! Parola di…..

clicca per ingrandire

In diverse occasioni abbiamo parlato del sentiero realizzato da pochi anni sul lato sinistro del lago di Mignano [ per intenderci quello che parte da Gazzola di Morfasso  e termina a Mignano passando in zona Favale..] e già nel 2009 in condizioni disastrose.

—————————————

AVEVAMO PARLATO ANCHE DEL SENTIERO DEL LAGO NELL’ARTICOLO ” CANI E PORCI” CHE, SE INTERESSA, POTETE LEGGERE CLICCANDO SUL SOTTOSTANTE URL.

https://valtolla.wordpress.com/2009/09/24/cani-e-porci/

————————————————————————————————————————-

Rifiuti, frane, tratti non terminati e, aggiungiamo noi, errori di progettazione [o realizzazione?] hanno comportato un rapido deterioramento di questa opera costata soldi dei contribuenti….soldi nostri.

Continua a leggere “Il sentiero del lago di Mignano sarà presto ristrutturato! Parola di…..”

Valtolla/valdarda: che bello ma… che dolore!

lago alle ore 18; clicca per...

Come danzando una lenta Marzurka popolare sono sceso verso il lago alle 5 e mezza di sera, di stasera Sabato 14 maggio.

Una curva a destra, una sinistra e un dritto…….poi ancora 4,5,6 avanzamenti  …..e la mazurka, scandita dalla fisarmonica diatonica accompagnata da una chitarra che fa la melodia, arriva  fino al 12° giro finale;  sono giunto nel piazzale di ormeggio quasi sulla punta del lago e  mi arresto per contemplare, per ammirare.

In fondo dall’acqua verde/blu scuro emergono i muri della natura, verdi, armonici….che contrastano il cielo azzurro che si prepara alla sera.

clicca per ...
clicca per ....

Il sole alle mie spalle spinge forte sui colori ma lentamente allunga le ombre, le scurisce, le carica di colore….

Oggi era una bella giornata ma alla fine ……che dolore dover constatare che gli uomini di fronte a certi spettacoli della natura fanno spallucce, lasciano due lattine di birra vuote sull’argine che li ha ospitati pescando tutto il giorno, un pacchetto di marlboro classiche, diversi mozziconi e carta, sacchetti ecc….

clicca per ...
clicca per ....

Ma anche i cestini della raccolta dei rifiuti sono stracolmi da mesi e mesi e…. nessun mezzo della nettezza urbana passa da queste parti…….qui passano solo i pescatori che lasciano…..chi un mozzicone, chi un sacchetto vuoto, chi la lattina, chi la bottiglietta, chi una borsina di plastica [maledette borsine!!!…e bottigliette…e lattine…..] e alla fine se transitano 100 pescatori e anche solo 20 lasciano  un “pezzo” della loro “mer…” stiamo tutti freschi.

clicca per....

VIVA LA VALTOLLA PULITA, ABBASSO I COGLIONI CHE LA SPORCANO!

La manutenzione della strada della diga….

 

andrea dadomo blogspot

Dal blog del geologo Andrea Dadomo, uno della nostra valle, condividiamo questo articolo-informazione  sulla strada provinciale che costeggia la diga.

La strada è molto pericolosa e si attendono da anni [la situazione è così da oltre 10 anni]  urgenti lavori di manutenzione che, per ora, non si son visti.

che vi invitiamo a leggere cliccando sul sottostante indirizzo URL…

http://andreadadomo.blogspot.com/2011/04/cattiva-manutenzione-del-territorio-5