DSEIMBAR (dicembre)

La nev dzimbreina trì mes l’at cunfeina... ( la neve dicembrina per tre mesi ti confina).

Questo era un detto della collina perchè se sevicava all’inizzio di Dicembre si aveva la quasi certezza che ne sarebbe caduta latra e fino a fine febbraio si sarebbe stati costretti a stare “rintanati ” in casa.

Era la stagione del filöss, la sgranatura della melica, del mais ( come diremmo oggi)….più che lavoro era vita sociale!

Al tempo dire la melica era appropriato poichè, spesso, si trattava di quarantino…cioè la vecchia melica che si sgranava seduti nella stalla, alla quale attività partecipavano tutti….bambini, donne, e anziani e che, spesso proseguiva anche dopocena.

Il filöss iniziava anche prima di dicembre ma con la neve assumeva un che di magico.

Oltre che sgranare melica si recitava, alla sera, il rosario, si raccontavasno storie ….spesso anche di folletti e di ” paure ” della gente.

In certi momenti si cantava e c’era chi era anche in grado fare una suonatina con l’organetto ( la piccola fisarmonica folk).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...