I DIALETTI DELLA VALTOLLA

Parlare di dialetti locali è materia da esperti e noi non li siamo.
Il nostro post quindi non si addentrerà in tale mondo ma si limiterà ad alcune considerazioni.
Un paio di settimane fa ci è venuto tra le mani lo splendido calendario (lünàriu) 2010 di Vezzolacca tutto scritto in dialetto e, subito, abbiamo pensato a quello piacentino.
Non era così, era scritto in ” vezzolacchino” ….ci riferiscono…quasi DOC.
Neppure per un istante abbiamo pensato a far comparazioni tra il dialetto ufficiale piacentino e quello ” localizzato” di Vezzolcca perché sono altri i nostri scopi.
Intanto l’ operazione “lünàriu” ha il pregio di costituire una fonte scritta di alcune parole “localizzate” che sono dialettali, antiche e con “sfumature” diverse dal dialetto ufficiale piacentino.
L’idioma vezzolacchino è sicuramente diverso da quello di morfasso e, quest’ ultimo, da quello di castello o di vigoleno.
L’Italia è così: ci si sposta di pochi km e si scoprono suoni, sfumature e accenti diversi.
Sarebbe bello che le pro loco della valtolla raccogliessero poesie, frasi, filastrocche scritte con le sfumature locali.
Sarebbe bello che potessimo conservare anche queste ” parlate ” locali.
Un lunario è un buon strumento per cominciare…

(pubblicato con iphone)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...