Patrizio con al centro Meo e Renato a destra.

Non parleremo di un locale e ne parleremo al tempo.

Non parleremo di prodotti piacentini ma anche piacentini al tempo.

Nella valtolla classica di locali non ne abbiamo tanti ma sono quasi tutti ottimi!

Resistono e sono eccellenti l’osteria-trattoria con alloggio di Rabbini, L’agriturismo Ca’ Ciancia, l’osteria-trattoria di Case Bonini, la pizzeria-trattoria ostello di Vezzolacca, l’agriturismo con alloggio la cassinetta di Teruzzi, la Pia di Vernasca, il B&B trattoria con alloggio di Pione di Vernasca, l’osteria-trattoria del borgo di Vigoleno, la trattoria da Mauro di Chiavenna Rocchetta, le “fate” di Tabiano di Lugagnano, l’osteria della diga di Mignano, la trattoria-albero di Luneto,  la Risorgiva di San Michele, da Dorino a Costa di Rustigazzo …. ecc.. ma l’elenco…. è assolutamente incompleto; di alcuni locali abbiamo scritto e ritorneremo sull’argomento.

Quasi ovunque osterie-trattorie [alcune veramente arredate con estremo gusto e bellezza], quasi sempre posti molto semplici, per nulla modaioli che si frequentano perchè conta il cibo e non la “forma”.

Alcuni locali famosi nonostante l’ubicazione perché si mangia proprio bene!!

La pizza, il nostro argomento di oggi,  la fanno in molti locali…nel mondo intero! Piace, costa poco, la vogliono i bambini [ questi condizionano sempre l’uscita della famiglia…] e diventerà sempre più il piatto preferito delle “uscite” dei giovanissimi.

La pizza è diventata popolare, molto… a partire dagli anni 70 e ora è la star della ristorazione mondiale.

Chi aveva, allora, 10 anni ha iniziato a consumarla settimanalmente e ora, che ha ampiamente superato i 50 la consuma molto di più e, con lui, i figli e i nipoti. Un vero boom!

In valtolla siamo stati ammagliati, dal 2004 al 2008, dalla pizza di Gianfranco a Vezzolacca…..ora lo ha degnamente sostituito Patricio che fa un impasto sottile, usa materia prima ottima con buona mozzarella e ottima conserva.

Cuoce nel forno a legna! E’ un ragazzo semplice, gran lavoratore, discreto.

Ieri sera, venerdì 10 dicembre abbiamo mangiato una “farcita con funghi freschi”….profumatissima e una “culatello e rucola” …..che roba!!.

Bevuto del vino rosso gutturnio dei f.lli Gennari di Magnano e consumato due fettone di dolci con pere e cioccolato….due caffè, H²O…e tanta simpatia.

Per chi, come noi, ama pasteggiar con vino qui trova Gutturnio e Ortrugo di Ferrari e Perini, Romagnoli, Gennari, viticoltori arquatesi e qualche bianco nazionale per il pesce [ qui cucinano anche pesce fresco!!]…..

14 € a persona ( scusate avevamo dell’ottimo vino e dell’eccellente culatello!!) che non è un prezzo bassissimo ma considerata la qualità e il tipo di pizza consumata è giusto.

Il giovedì e il venerdì non c’è casino..in questa stagione ma in estate…..è diverso.

Una nota sull’ arredamento: semplice ma con bei tendaggi [cambiati spesso..], un bell’albero di Natale, tante luci….molta simpatia e musica ….

Ma la pizza è veramente buona!

Annunci

2 pensieri riguardo “Viaggio gastronomico in valtolla: la pizza ( post 7 del 2010)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...