Le strade scomode dei francigeni…

Le strade scomode dei francigeni…di Sergio Efosi Valtolla (fotoamatore, blogger, escursionista e narratore).

Percorre il ciglio della strada, la carraia, il sentiero con lo zaino ben fissato sulle spalle, un piede nell’erba e l’altro sull’orlo come uno che vive ai “margini”. Con pervicacia avanza, a volte tentenna come se avesse perso il filo, poi riprende.
Se lo seguite vi accorgerete del suo lieve ondivagare tra ghiaia, asfalto e sterrato.
A destra, a sinistra sulla via, seduto sul gradino, fermo in attesa di un compagno di viaggio oppure solitario e pensieroso, assorto nei suoi pensieri.
I suoi piedi ridacchiano di lui (o di lei) per la fatica, per i calzini puzzolenti e, a volte, per le evidenti “ciocche” che lo costringono a camminare goffamente.
Si piega ma non molla, si esalta alla vista del panorama imprevisto, si siede, lo contempla e poi riparte.
Il suo viaggio è tutto nello zaino e odia i cartelli segnaletici perché quasi sempre imprecisi e mendaci.
Arriva alla meta quotidiana stanco, felice ma pur sempre affaticato dal viaggio. Cerca il letto per riposar la notte, è curioso e va alla ricerca di altre emozioni serali, chiacchiera con altri viaggiatori, cena, ride…
Riflette sulla sua esperienza, sulla giornata e prega; si addormenta con i suoi sogni, con i suoi propositi positivi e mette in ricarica il telefonino per restare connesso al suo mondo.
Il giorno dopo di buona mattina, con lo stesso entusiasmo del giorno precedente, riparte e ancora avanza verso la sua meta.
Sei tu, sono io, sono un pellegrino del terzo millennio!

IMG_5308

IMG_5312 2

IMG_5310 2

Annunci

Ospitiamo Christine, una pellegrina francigena dagli occhi chiari e dal sorriso dolce

IMG_7769Lunedì mattina 23 ottobre stavamo andando a Piacenza per le nostre faccende e Fausto* mi raccontava di aver “intercettato” sul web, il giorno appena precedente, una pellegrina francigena partita dal Belgio per raggiungere a piedi Roma.  Per quella serata di lunedì, proveniente da Pontenure, chiedeva a Fausto, se fosse possibile trovar ospitalità presso una famiglia o un ostello a Fiorenzuola . Continua a leggere “Ospitiamo Christine, una pellegrina francigena dagli occhi chiari e dal sorriso dolce”

Ci son luoghi…

2017-08-31-castello montereggio -4DM4B4033Ci son luoghi…di Sergio Efosi.

Ci sono luoghi che debbono la loro natura sacrale al fatto di esser punti terminali di pellegrinaggi antichi, altri perché corrispondono a intervalli, speciali, lungo un cammino e altri ancora perché luoghi della prima civilizzazione cristiana.
Quest’ultimo è il caso della sperduta, antica, chiesa di Castello di Montereggio*.
La chiesa millenaria, nei pressi di una manciata di vecchie case, sta proprio sul cucuzzolo panoramico e strategico ove c’era il castello.  Continua a leggere “Ci son luoghi…”

Dopo un’esperienza così, quasi quasi…

(Questo post l’ho scritto a Roma il 9 maggio 2017, al termine del percorso francigeno appena terminato).

Il breve tratto (8 tappe, 8 giorni, 160 km circa) di Via Francigena da Acquapendente fino a Roma mi ha insegnato, innanzitutto,  a conoscere meglio i miei limiti; e questo è già un bel risultato.

Come sempre i primi giorni si percorrono con slancio, poi subentra il supplizio del mal di piedi  (per mia fortuna non le vesciche) e alla fine si ritrova il giusto equilibrio e l’entusiasmo per l’obiettivo raggiunto, ovvero aver percorso a piedi tanti km per poter pregate  sulla tomba dell’Apostolo Pietro, il primo Papa della cristianita.

Ora meditando sull’esperienza, e ragionando ancora a caldo, penso che avrei dovuto portarmi dietro meno bagaglio e magari un obiettivo fotografico in più.

Il primo pensiero che mi è  venuto stamani è quello ripreso nel titolo ” dopo un’esperienza così, quasi quasi…”… mi faccio un bis. Ma stavolta non trascurerò di coltivare la mia passione fotografica approfittando dell’estate.

Se la forza di volontà mi sosterrà mi allenerò percorrendo qualche tratto di cammino al sud, in solitaria, intanto che altri prendono il sole in spiaggia,  e poi vorrei provare a percorrrere un lungo  tratto di Via Francigena al nord.

Dove di preciso non lo so, ci sto pensando.

Forse ancora in solitaria o con un compagno paziente, molto paziente perché chi scatta foto si ferma spesso, interrompe il ritmo del cammino e percorre la tappa con tempi molto dilatati.

Ho già provato a percorrere 20 km lenti, con soste fotografiche,  impiegando anche 7/7,5 ore, divertendomi parecchio e non stancandomi affatto.

Ho il vizio di documentare e difficilmente rinuncio a fotografare un bel paesaggio, un centro storico, una chiesa, un oratorio o un campo di fiori a modo mio, senza pretese stilistiche; e poi rimetto lo zaino in spalla e proseguo il mio cammino.

A Dio piacendo…

A Dio piacendo prima o poi riparto.

Sergio Efosi, blogger e fotoamatore

Cronache da Vetralla…(passando sulla Francigena)

2017-05-vetralla-1IMG_3887Domenica 7 maggio,  nel primo pomeriggio arriviamo a Vetralla, cittadina della Tuscia Laziale, uno di quei luoghi che ci ostiniamo a definire minori (dal punto di vista turistico) e che invece non lo sono, come non lo è l’intera Tuscia. Dopo una breve sosta ristoratrice ci siamo avventurati a scoprire questa apparentemente modesta cittadina medievale (circa 14.000 abitanti) sulle pendici dei Monti Cimini, sulla Via Francigena di Sigerico. Continua a leggere “Cronache da Vetralla…(passando sulla Francigena)”

Castione Marchesi, terre dell’antico Stato Pallavicino, terre della Vallongina…

2017-01-12-francigena-fiorenzuola-fidenza-1dm4b2639Di Sergio Efosi

PICCOLO PAESE, GRANDE STORIA*

Parlare di Castione Marchesi in un breve articolo del blog è cosa un po’ difficile. Si tratta di un piccolo paese della pianura tra Fiorenzuola d’Arda e Fidenza, con una grande storia…

Attraversato dalla tappa Francigena (ufficiale) tra le due cittadine citate, passando per Chiaravalle della Colomba, conserva importanti edifici storici. Continua a leggere “Castione Marchesi, terre dell’antico Stato Pallavicino, terre della Vallongina…”

Piacenza expo: nessun turista da queste parti!

Foto 15-07-12 19 39 38Nei giorni scorsi il quotidiano libertà pubblicava un lungo articolo di P.Soffientini dal titolo “Turismo solo andata per expo” dove venivano riportate le ammissioni di parziale fallimento  del progetto che prevedeva di portare un buon numero di turisti expo nella nostra provincia. Il referente del club di prodotto”terre francigene piacentine“, la speciale associazione di scopo fondata da confcommercio, coldiretti, confartigianato piacentini e altri soci  che gestisce i flussi da e per l’expo di Milano ammette che qualcosa non va. Continua a leggere “Piacenza expo: nessun turista da queste parti!”

Valtolla: una giornata alla ricerca di vecchie vie…

Monte Giogo (lugagnano) visto da Mignano (clic per ingrandire)

Mercoledì, 18 aprile, con un amico siamo partiti di buon ora verso Mignano, Monastero e zone limitrofe allo scopo di individuare sentieri e piccole strade percorribili a piedi, possibilmente in ogni stagione, nel tratto tra Lugagnano val d’Arda e Monastero.

Non abbiamo incontrato grosse difficoltà.

In pratica da Lugagnano (zona Madonna del piano) fino a Mignano non vi sono ostacoli di sorta che impediscano di camminare bene (l’unico “disagio”, se così si può dire, è determinato dalla realizzazione in corso dell’acquedotto consortile che, costeggiando l’Arda, arriva fino a Lugagnano). Continua a leggere “Valtolla: una giornata alla ricerca di vecchie vie…”

Morfasso in Valtolla si dedica alla via Francigena…a cavallo…(programma modificato)

il primo programma poi modificato...vedi sotto..

Un ulteriore appuntamento con la via Francigena a Morfasso in Valtolla!

In questo scorcio di anno Morfasso, dopo aver ospitato una bella giornata di cammino frangigeno organizzato da “transitum padi” da Taverne a Casali, dopo aver accolto la tappa finale della manifestazione “per viam-on the road” e dopo il convegno di studi svoltosi lo scorso 2 luglio nella chiesa vecchia si attiva nuovamente per riattivare i percorsi dei pellegrini in Val D’Arda-Val Tolla.

Il sindaco di Morfasso con la Provincia di Piacenza promuovono il trekking a cavallo in uno dei luoghi più belli della valdarda seguendo i percorsi francigeni. Continua a leggere “Morfasso in Valtolla si dedica alla via Francigena…a cavallo…(programma modificato)”

Morfasso e i francigeni: tutto in movimento…

Sabato sera si è svolto nella chiesa vecchia di Morfasso  un importante convegno sulla via francigena.

Perchè a Morfasso, la variante della  via francigena che saliva la Pelizzone e proseguiva verso la lucchesia,  c’era davvero …ora si sta cercando di ripristinarne la percorribilità…..

Gli amici del blog “pedina valtola” ne hanno fatto del convegno citato un bel post che vi invitiamo a leggere…..cliccando sul sottostante URL.

http://pedinavaltolla.wordpress.com/2011/07/03/a-morfasso-la-via-francigena/

Morfasso: le vie di comunicazione piacentine nel medioevo e …. (2 luglio ore 21).

clic per ingrandire

Ormai è risaputo: il territorio morfassino è stato percorso, per tutto il periodo romano e medioevale, da “barbari”, da pellegrini, soldati, commercianti, semplici cittadini che andavano verso Roma, che commerciavano con le vicine Toscana e Liguria…..; i regnanti ducali dei secoli scorsi hanno realizzato “lo stradone di Genova” collegando la pianura padana con la Liguria….. poi le direzioni sono cambiate…..

Morfasso,  Sabato 2 Luglio alle ore 21,  vedrà un’ importante iniziativa culturale dove se ne  parlerà…..

Un convegno da non mancare!

Per Viam: alcune considerazioni e riflessioni sul turismo “lento” in Valdarda e dintorni…

clicca per ingrandire

Il turismo lento da fenomeno puramente minoritario e quasi “elitario”  è divenuto, negli ultimi anni un vero e proprio movimento. In Emilia Romagna i “cammini” più importanti transitano tra Calendasco e il passo della Cisa con 6-7 varianti molti interessanti. Finalmente anche in provincia di Piacenza stanno sviluppandosi progettualità importanti che per brevità ci limitiamo solo a menzionare: “transitum padi” e  “Abbots way-via degli abati” in primis.

In questi giorni il panorama si è arricchito con un importante iniziativa “francigena” denominata “per viam-on the road” alla cui organizzazione, coordinata da Maddalena Scagnelli, hanno contribuito i comuni di Alseno, Castell’arquato, Vernasca, Lugagnano e Morfasso. Si è trattato di un primo passo al quale dovrebbero seguire “ aggiustamenti” e “approssimazioni successive ” per rendere permanente [?] la valorizzazione dei percorsi francigeni della valdarda e dintorni. Continua a leggere “Per Viam: alcune considerazioni e riflessioni sul turismo “lento” in Valdarda e dintorni…”

Valtolla: stasera arriva “per viam” e ……

clicca per ingrandire

La “quattro giorni” voluta dai comuni di Alseno, Castell’Arrquato, Vernasca, Lugagnano e Morfasso approda in valtolla.

Stasera a Lugagnano alle ore 21 nel vecchio e magnifico oratorio di Lugagnano val d’arda in piazza IV Novembre.

Lo scrittore-editore Paolo Galloni [ http://www.paologalloni.it/Biografia.htm ] parlerà dei percorsi francigeni intervallato da Paolo Simonazzi alla Ghironda.

Un connubio eccellente  con qualche sorpresa……da non perdere!

Domani sera, sabato dalle ore 19,  tutti a Monastero.

Non perdiamoci il resto del programma con la presentazione del libro “la via francigena e il turismo culturale in valdarda” e…..la  cena popolare finale con sorpresa ….

Non perdiamoci il gran finale con il  concerto degli Enerbia!

 

Per viam/on the road….verso la valtolla francigena…(un grande evento!)

panorama valtolla sera aprile 2011

Nella valdarda/valtolla è previsto un grande appuntamento…….

La presentazione ci sarà mercoledì sera, 1° giugno,  alle 21 presso l’abbazia cistercense di Chiaravalle della Colomba (Alseno).

L’iniziativa sarà denominata …….

”  PER VIAM / On the Road ” 

La tre giorni in viaggio a piedi sulla via Francigena piacentina inizierà Giovedì 2 Giugno da Chiaravalle e raggiungerà Monastero di Morfasso Sabato 4 Giugno.

In questo modo si ripercorrerà  una parte del percorso francigeno alternativo  a quello che,  da Fiorenzuola,  raggiungeva  il passo della Cisa e proseguiva verso Roma….

Questo presentato, durante l’iniziativa, era invece  l’antico percorso alternativo che saliva verso il Passo del Pelizzone ( e poi proseguiva verso la Lunigiana..)  passando per Castell’ Arquato, Lugagnano val d’arda e faceva tappa all’antico complesso abbaziale di Val di Tolla a Monastero .

Alla fine di ogni giornata sono previsti incontri con studiosi articolati da momenti musicali.

Continua a leggere “Per viam/on the road….verso la valtolla francigena…(un grande evento!)”