Antiche carte di Vigoleno (1223-1467)

Roberto Tagliaferri presenta l'iniziativa

Lunedì pomeriggio, lunedì di Pasqua a Vigoleno di Vernasca è stato presentato nelle vecchie scuderie del castello, del magnifico castello, un bel libro di storia.

<< sorprende leggere documenti del passato, un passato che si direbbe solo litigioso, arraffone, infido: la storia si è spesso riassunta in una raffica di date, battaglie, vittorie, sconfitte……>>

Invece non è così!

C’è una storia della gente comune che diventa sempre più materia preferita degli storici per comprendere le vicende anche “maggiori”.

Non solamente la storia del castello ma anche di tutti i siti che vi ruotavano attorno: la casa del fabbro, del mugnaio, del contadino …le loro storie semplici fatte dei atti concreti, quodidiani. Continua a leggere “Antiche carte di Vigoleno (1223-1467)”

Vigoleno festeggia….e presenta…

clicca per ingrandire

Il 25 aprile , quest’anno  lunedì di Pasqua, a Vigoleno, uno dei borghi più belli d’Italia, si festeggia san Giorgio.

Un borgo medioevale in festa, una stagione turistica che ricomincia.

Alle ore …..

ore 11 Festa di San GiorgioPremio San Giorgio;

ore 15 Programma di sbandieratori in Piazza;

….Nell’ambito delle iniziative “Agorà” 2011, colloqui pubblici sul senso civico…..

ore 16.30 Presentazione libroLe pergamene antiche dell’archivio di San Giorgio a Vigoleno. Storia di vita comune nel Medioevo”

Relatori: Flavio Nuvolone e Massimo Pallastrelli

Una farmacia a Bacedasco basso? Perchè no?

web photo

Non ci capiamo molto di piante organiche delle farmacie ma l’idea di aprirne nuova una a Bacedasco Basso ( a condizione che non si trattasse di una” longa mano” di una già esistente…) ci è sembrata ottima.

La zona rientra tra quelle “rurali” tout court e forse ne avrebbe giovato parecchio.

I servizi nelle zone rurali, specie se collinari, sono sempre da favorire  e non il contrario.

Pochi abitanti? Ma nei dintorni ci sono anche Vigoleno e non solo….

Ci auguriamo che l’Amministrazione Comunale non demorda e si batta per far modificare le cose.

Farmacia non è solo un negozio,  è un servizio sociale e sanitario!  Chi più di un paese agricolo ….

 

Le frane in valtolla/valdarda: un vero flagello!

Domenica scorsa, 13 Febbraio, sul blog dell’amico Andrea Dadomo [geologo] era postato un interessante articolo relativo alle frane della provincia di Piacenza.

Il post citato si soffermava sui tristi primati locali dalla Valstirone alla Valchero passando per l’intera Valdarda.

Impressionanti i dati rilevati: nei primi 10 comuni interessati dal fenomeno 4 sono locali con il triste primato appartenente a Morfasso con il 14% del suo territorio interessato alle frane attive [ perché se vi aggiungiamo la % delle frane “dormienti” la cifra diventa spaventosa].

Gli stessi comuni di Lugagnano e Vernasca, in questa poco invidiabile classifica, si piazzano al 3° e 8° posto provinciale con, rispettivamente, circa il 12% e il 7,5% di frane attive sul totale rilevato in provincia di Piacenza.

Il totale dei territori comunali interessati a fenomeni franosi è riportato nel sotto riportato grafico e Continua a leggere “Le frane in valtolla/valdarda: un vero flagello!”

Viaggio gastronomico in valtolla alla trattoria il botteghino di Bacedasco Basso

clicca per ingrandire

Il  9 Febbraio, Santa Appollonia,  abbiamo pensato bene di recarci nello storico locale del “ Botteghino “ in località Franchini di Vernasca dove la vallata dell’ Ongina inizia a farsi quasi… gola, dove è già valtolla.

Tra vigneti e cantine abbiamo superato  Bacedasco Basso, sullo Stradone di Genova,  fino alla trattoria.

Dalla Via Emilia, incrocio per Fidenza e Fiorenzuola d’Arda abbiamo risalito la vallata in direzione Appennino, verso Vernasca e Bardi, e siamo giunti a destinazione in 10 minuti circa.

Qui si producevano direttamente vino e salumi ed è ancora così!

È ancora la trattoria delle specialità piacentine che preparano con estrema cura e dedizione particolare…… Continua a leggere “Viaggio gastronomico in valtolla alla trattoria il botteghino di Bacedasco Basso”

Chi è il turista che ci frequenta? Cosa apprezza e cosa boccia? ( 2 conclusioni )

PRECEDENTE ARTICOLO PUBBLICATO IL 16 FEBBRAIO 2011…..

Conclusioni ( prime nostre conclusioni )

Scontiamo ritardi di oltre 20 anni e le prospettive non sono facili in questi periodi di crisi!

Se non si fa sistema non si va da nessuna parte e si accumula altro ritardo…poi occorre scegliere un percorso e seguirlo..perseguendo obiettivi di crescita.

Il dato della spesa media per turista non tragga in inganno ( da 65 a 80 €…al giorno medio non è un po’ troppo? ) perché è indice di prezzi alti che selezionano troppo i possibili turisti che da altre parti spendono meno …per ricevere, quasi sempre, di più.

Abbiamo forse solamente offerte di alta qualità? Certo quelle ci sono ma servono anche tutte le restanti …

I dati non brillantissimi di Castell’Arquato non traggano in inganno…ci sarebbe da approfondire! Clamorosi i dati della valdarda nel suo complesso escludendo Gropparello [ il castello ] e Castell’Arquato di cui si è fatto cenno; clamorosi i dati rispetto a Bobbio e alla Valnure.

Pochi cenni a Vigoleno! Pochissimi alle “zone alte ” della valle….eppure sono zone bellissime e, nel caso di Vigoleno, anche abbastanza dinamiche. Continua a leggere “Chi è il turista che ci frequenta? Cosa apprezza e cosa boccia? ( 2 conclusioni )”

Chi è il turista che ci frequenta? Cosa apprezza e cosa boccia? (1)

Turismo a Piacenza? Cultura, eventi, enogastronomia e natura i motivi per scegliere la nostra provincia …dice lo studio presentato dall’università cattolica locale agli stati generali del turismo (prof.Andrea Dossena; l’intero articolo sottoriportato prende ampi spunti dalla ricerca citata e da corriere padano on line, piacenza sera on line e il piacenza on line).

Piacenza terra di agricoltura? Affermazione vera, ma fino ad un certo punto.

Il peso economico del turismo ha raggiunto quasi il 6% mentre l’agricoltura resta al 3%.

Un successo ma non ancora una sufficienza!

Nel 2009 ci siamo attestati a  244.000  arrivi e 667.000  presenze ma…..

Nelle statistiche non sono comprese le presenza dei “vacanzieri” fai da te, coloro che si aggregano a famiglie, i possessori delle seconde case….perché altrimenti le cifre sarebbero ben maggiori.

La carta d’identità del turista che arriva da queste parti… Continua a leggere “Chi è il turista che ci frequenta? Cosa apprezza e cosa boccia? (1)”

Viaggio gastronomico in valtolla alla “taverna” di Vigoleno

clicca per ingrandire

 

Nel silenzio della sera abbiamo percorso quella strada che dallo “stradone di Genova” ai Franchini di Vernasca  ci ha condotto in mezzo alla campagna sulla riva destra del torrente Ongina per farci lentamente salire sulla  collina alla ricerca del  luogo dove rifocillarci.

Siamo giunti dopo 20 minuti di dolce salita in visione della piazza antistante le mura del borgo medioevale illuminato e silenzioso e ci siamo immersi nel medioevo.

Di fianco allo splendido “ stil romanico” abbiam trovato la taverna del castello.

Due fratelli con la mamma-cuoca , sig.Elsa, tengono il luogo…. Continua a leggere “Viaggio gastronomico in valtolla alla “taverna” di Vigoleno”

Linea verde ci promuove…da Vigoleno (provincia di Piacenza)

 

vigoleno...archivio valtolla (clicca per ingrandire)

Stamattina alle 10 su Rai uno la trasmissione “linea verde orizzonti” ha promosso, a livello nazionale, Vigoleno in comune di Vernasca.

Il bellissimo borgo medioevale piacentino  è stato visitato dalla troupe condotta dallo chef  Vissani che in mezzora [ tempi televisivi] ha dovuto concentrare tutto quello che si poteva dire .

Una breve videata sulla bellezza del borgo ha fatto da introduzione alla trasmissione che si è concentrata sull’eno-gastronomia locale,   sulle preparazioni della sig.a Elsa del Ristorante- Taverna “Al Castello” [ Tel- Fax.0523/895146 ] che ci ha mostrato la fattura dei Pisarei e Fasö, della torta fritta e della torta di patate [ qui sono state citate, come ingrediente base, le patate di Vezzolacca….che è una delle altre frazioni del comune di Vernasca, in valtolla].

E’ stato ben evidenziato che qui si produce il vin santo DOC di Vigoleno, per produrre il quale si raccolgono le uve in Settembre e si pigiano nella settimana santa di Natale e …… Continua a leggere “Linea verde ci promuove…da Vigoleno (provincia di Piacenza)”

Non si parla mai abbastanza di Velleia Romana, della valtolla, della valdarda…

Non si parla mai abbastanza di Velleia Romana, della valtolla  e della valdarda in relazione alle possibili attività per il rilancio del turismo piacentino….

Considerato che in queste ultime settimane, sulla stampa quotidiana locale, si è parlato di nuovo degli interventi previsti per il rilancio, a fini turistici, di Velleia Romana abbiamo ritenuto utile riprendere un documento “ licenziato “ dall’amministrazione provinciale della primavera 2009 [giunta Boiardi] e riproporne alcun i brevi passaggi [ con nostri commenti].

Registriamo con estremo favore che….. Continua a leggere “Non si parla mai abbastanza di Velleia Romana, della valtolla, della valdarda…”

Ancora frane in valtolla, a Vernasca…è ora di tappare i buchi!

clicca per ingrandire (comic photo)

Riporta Il quotidiano libertà  ….. (di elma) Uno studio idrogeologico per Vernasca. È questa la richiesta che il sindaco Gianluigi Molinari ha inviato in Regione martedì scorso. La domanda era arrivata al primo cittadino anche da Giuseppe Conti, pensionato della frazione di Mocomero, dove la situazione di un movimento franoso è peggiorata negli ultimi mesi fino a crepare le colonne di alcune abitazioni, tra cui quella di Conti. La strada comunale è interessata da un dislivello causato dal continuo lavorare dello smottamento, ancora attivo…..”.

Di sicuro i cittadini del comune di Vernasca non possono star tranquilli: Vigoleno ( circondata dalle frane …e che frane!), Monte Davide ( capoluogo …molto abitato), Alessandroni e ora Mocomero…..ma l’elenco potrebbe essere molto più lungo se riportassimo le frane che “sconvolgono le strade  provinciali, alcune strade interne…ecc….

HA SICURAMENTE RAGIONE L’AMMINISTRAZIONE A RICHIEDERE AIUTO IN TUTTE LE DIREZIONI.

Ma occorre agire rapidamente, sono già passati mesi e la situazione è ancora troppo precaria! Siamo ancora in pieno Inverno, poi verrà la primavera [stagioni che fanno paura per quanto riguarda questi gravi fenomeni] ma non potremo vivere con questo grave handicap territoriale in eterno!

La frane si aggiustano con i soldi [ non con promesse e miserie…con “moneta sonante”!] e i cittadini di Vernasca ne pagano tanti di soldi allo Stato [ leggi tasse e imposte di tutti i tipi]….

E’ ora che ritornino a casa, questi nostri soldi,  per tappare i “buchi”….

Uno spettro si aggira per la valtolla…

Uno spettro si aggira per la valtolla-valdarda è quello delle frane!

E’ quello che se non lo prendiamo di petto ci corrompe tutto.

Fare un censimento delle frane e degli smottamenti che interessano le sole strade o i nostri paesi [ di qualsiasi ordine e grado]   non è difficile.

Nella sola valtolla ve ne sono decine….senza esagerazioni.

L’intero abitato di Vigoleno è assediato da frane e …….. Continua a leggere “Uno spettro si aggira per la valtolla…”

La notte di folli, l’Appennino folk festival e le valli piacentine

clicca per ingrandire

Non eravamo andati a Vigoleno solamente per la notte di folli..…perché  una visita il borgo medioevale di  Vigoleno la merita a prescindere.

Certamente L’estate culturale e ricreativa organizzata dal Comune di Vernasca, organismi locali vari e operatori del turismo di Vigoleno hanno esaltato la bellezza del luogo!

Quest’anno, per noi,  è stato fatto un salto di qualità! Era necessario!….Si è tornati a buoni livelli ….

Questa riflessione ci viene spontanea dopo aver assistito a diverse manifestazioni nel borgo, aver approfondito la conoscenza del borgo stesso e aver assistito ad una tappa del meraviglioso “appennino folk festival”.

Dal sito piacenza internet.it  apprendiamo che ” L´Appennino Folk Festival è …. Continua a leggere “La notte di folli, l’Appennino folk festival e le valli piacentine”

Domani a Vigoleno; domenica a Vernasca

DOMANI POMERIGGIO, SABATO 18 SETTEMBRE, A VIGOLENO ALLE 16 ALL’ORATORIO DELLE GRAZIE [piazza principale entro le mura] VIENE PRESENTATO IL NUMERO XII DE ” QUADERNI DELLA VALTOLLA” .

Un avvenimento culturale di grande rilievo per l’intera valdarda.

Saranno presenti tutti ngli autori dei saggi contenuti nel numero in presentazione ….sono previsti intermezzi musicali classici e popolari. Un avvenimento annuale che quest’anno si svolge a Vigoleno….da non mancare!

CLICCA SUL COMUNICATO STAMPA DELLA RIVISTA

>>>>>>>>>>comunicato stampa valtolla <<<<<<<

——————————————————————————————————–

DOMENICA 19 SETTEMBRE POMERIGGIO ALLE 17 IN VERNASCA VIENE PRESENTATO UN LIBRO DI STORIA LOCALE [ MOLTO FOTOGRAFICO] SUL PERIODO DEL VENTENNIO FINO ALLA LIBERAZIONE……..DI GIANCARLO PASSERA.

Domenica nel capoluogo vernaschino si tiene la festa del bosco con stand gestronomici, esposizioni, divertimenti….


——————————————————————————————————–

Lo abbiamo sostenuto, non avevamo sbagliato: la valtolla produce cultura!

Solamente  in questo scorcio di estate sono stati presentati 4 libri a Morfasso,  che parlano di Morfasso e della Valtolla, di autori morfassini.

Ora due iniziative  nel comune di  Vernasca …….

Valtolla/valdarda: da sempre resistenti!!

di Sergio Valtolla

Un amico mi ha invitato a leggere un articolo che è apparso poche settimane fa sul quotidiano ” la repubblica” del bravo giornalista Paolo Rumiz.

La storia raccontata,  come Lui sa fare,  è ambientata qui da noi in valdarda/valtolla ed è quella del partigiano Zakarovic Vassili….e la raccoglie [la storia] da Franco Sprega, storico della valdarda, direttore del museo provinciale della resistenza sito in Sperongia.

Dice il racconto di Rumiz……

“È buio di novembre. E la notte del 21 novembre 1944 i fascisti dissero al russo che avrebbero lasciato aperta la porta della prigione. Ma era una trappola, e appena lui saltò il muro del giardino insieme a un altro partigiano, quelli fecero fuoco. Aveva 33 anni. Il corpo fu trovato in condizioni spaventose”. Abbaiare di cani, gracidare nei fossi, un concerto di grilli tra la pianura e le falde d’Appennino. Che ci facciamo qui, luogotenente Cariolato, protettore e padrone della mia camicia rossa, in questa notte rovente sulla Via Emilia, davanti a una limonata fresca e un Gutturnio, dopo avere attraversato il Po?………..Vassili dunque, russo di Grozni in Cecenia. Ingegnere edile e soldato dell’Armata Rossa, viene fatto prigioniero nel 1941, al primo sfondamento dei tedeschi verso Est. La famiglia perde le sue tracce. C’è solo un bigliettino, trovato sulla linea ferroviaria a Sud di Pietroburgo. Dice: “Mi stanno portando in Europa”. Vassili è comunista convinto. Ha perso il padre da bambino, gliel’hanno ucciso i “bianchi” nel 1922, crocifiggendolo sulla porta di casa………Una sarta di Vernasca, oggi 92enne, lo ricorda bene. Alto, capelli neri, baffetti, spalle ricurve e fisico notevole. Educato, distinto, affabulatore. Lo prendono nella 62a brigata Garibaldi, comandata da un montenegrino, Giovanni Grcavac, Giovanni lo slavo. “Giuan a slav”, un’altra leggenda vivente……… Continua a leggere “Valtolla/valdarda: da sempre resistenti!!”