Non si parla mai abbastanza di Velleia Romana, della valtolla  e della valdarda in relazione alle possibili attività per il rilancio del turismo piacentino….

Considerato che in queste ultime settimane, sulla stampa quotidiana locale, si è parlato di nuovo degli interventi previsti per il rilancio, a fini turistici, di Velleia Romana abbiamo ritenuto utile riprendere un documento “ licenziato “ dall’amministrazione provinciale della primavera 2009 [giunta Boiardi] e riproporne alcun i brevi passaggi [ con nostri commenti].

Registriamo con estremo favore che….. il progetto è portato avanti dalla stessa comunità montana locale e dalle nostre amministrazioni.

Registriamo l’interesse dell’amministrazione lugagnanese il cui territorio è beneficiario di un grande intervento sul sito veleiate.

Alla fine del progetto, che dovrebbe già essere in fase avanzata (????),  dovremmo poter beneficiare dei seguenti beni e servizi di interesse collettivo. 

Velleia Romana: edificio “ex fieniele”

L’edificio demaniale ospiterà aule didattiche, laboratori, sala espositiva dei reperti e prodotti locali, punto di ristoro, book shop, servizi igienici, biglietteria e permetterà la visita la centro archeologico modificando lo stesso ingresso all’area. Costo previsto oltre 1.000.000 di €  [ ampiamente sufficienti per il lavoro  previsto…..] 

Vernasca: Antica Pieve.

Gli interventi previsti sull’immobile di “Case Bacchini” permetteranno di realizzare uno spazio destinato ad attività culturali ed espositive dedicate al tema dell’archeologia, all’interno del circuito archeologico della Val d’Arda, del sistema Veleja e dei recenti scavi in Val Tolla… ….. La destinazione futura del bene non sarà a fini commerciali…..Costo previsto di circa 400.000 €

Morfasso: Ostello di Monastero

L’ostello offrirà, tramite apposita convenzione, il punto d’appoggio per la ricettività dell’intero progetto.

Utilizzando il modello del “Cammino di Santiago” la struttura, che rimarrà a gestione comunale e non sarà destinata a fini commerciali, offrirà alloggio gratuito a studenti, riceratori, turisti e appassionati offrendo possibilità di ristoro, pernottamento e rappresenterà il punto di appoggio per organizzare una serie di campi di scavo a finalità didattiche e scientifiche nel territorio dell’alta Val d’Arda (Val Tolla) dove recenti ritrovamenti hanno destato l’interesse degli storici e delle associazioni culturali e archeologiche, offrendosi quindi come valida possibilità di accesso ai servizi per il turista (oggi limite principale dell’area oggetto di intervento) che voglia visitare l’insieme dei siti storici e archeologi e vedere dal vivo l’esecuzione degli scavi e il repertamento dei ritrovati. Costo previsto di circa 150.000 € [ facciamo fatica a pensare che per lo scopo previsto siano realmente bastanti….]

IL PROGETTO PROSEGUE SPIEGANDO  CHE ….. (fine prima parte, la seconda sarà pubblicata il 30 gennaio 2011).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...