Festa a Castell’ Arquato

Ieri domenica 4 ottobre a Castell’Arquato si è svolta la festa delle castagne…..sapori autunnali.
Il luogo è famoso e la presenza è stata molto, molto significativa.
L’ attrattiva maggiore erano, oltre alle castagne ( quelle provenienti da Vezzolacca valtolla…molto famose, buone e dolci) i trattori d’epoca.
Il CPAE ha esposto un notevole numero di vecchi trattori agricoli provenienti da appassionati piacentini con alcuni Landini vecchi di oltre 50 anni, un Case e un J.Deere ancor più vecchi e in ottimo stato.
Per il resto niente da segnalare ma visto il luogo, Castell’Arquato, forse occorrerebbe pensare ad una localizzazione ( o localizzazioni ) più adeguate.
Il lungo Arda è brutto e inoltre potrebbe ospitare un bel parcheggio per l’occasione ( che non guasterebbe).
La vecchia proloco organizzava molto nella zona del viale delle Rimenbranze…bello e suggestivo.
Oltrettutto nella zona vi è anche il parco delle Driadi….
Castell’Arquato non è Vernasca, non è Lugagnano e concentrare il tutto in quel luogo mi sembra svilente e poco lungimirante.
In ogni caso la proloco ha fatto bene il suo lavoro ma…. feste così le sanno fare tutti i paesi…con le bancarelle che non c’ entrano nulla….con poco spazio alla tipicità e al bellissimo e impareggiabile borgo.
Ho l’impressione che si dorma sugli allori!
Si può sempre migliorare.

2 commenti

  1. Mi dispiace perdere tempo per rispondere a questo a messaggio, ma è talmente pieno di inesattezze e mancanza di conoscenza della realtà di cui si discute, che è d’obbligo una risposta.
    Evidentemente l’ignoto scrittore di questo messaggio non è un attento osservatore e non ha notato che la festa in questione non è organizzata dalla Pro-Loco ma bensì dalla locale sezione AVIS e sezione trattori della CPAE. (la Pro Loco ha organizzato comunque eccellenti manifestazioni nello stesso luogo).
    I trattori sono una parte importante della festa (tra l’altro l’ignoto scrittore non ha citato alcuni dei pezzi più importanti), tanto da farne uno degli eventi del settore più importanti nella nostra provincia; ma erano tante altre attrazioni strano che non le abbia notate …
    Evidentemente l’ignoto scrittore non sa che questa festa è stata segnalata da network televisivi nazionali ed internazionali (magari qualcosa di particolare ci sarà…).
    Non si dice che gli stessi volontari che hanno organizzato la festa hanno anche realizzato il recupero e salvataggio del Parco delle Driadi e senza il loro contributo il Parco delle Driadi sarebbe una coltivazione di rovi o peggio ancora venduto a privati !
    Vorrei segnalare che questa festa è importate e molto sentita perché non dimentichiamoci che Castell’Arquato è un paese di forti origini agricole e ricordare queste tradizioni è un modo per fare conoscere la nostra storia, anche questa è cultura, e non solo mostre di libri e rassegne di musica classica!
    Per quanto riguarda il luogo non vedo altra migliore dislocazione per ragioni logistiche.
    Mi auguro di poter parlare personalmente con l’”ignoto scrittore”, non sarà difficile trovarmi magari mi troverà insieme ai tanti volontari che lavorano ed amano il paese in cui vivono (può trovarmi mentre organizziamo la prossima edizione della festa delle castagne di Castell’Arquato che mi auguro sia sempre più grande ed importante).

    Franco Ticchi
    Presidente AVIS Castell’Arquato

    • Ci dispiace che sia costretto a perdere tempo!
      Un blog non fa lo stesso mestiere che fanno i giornalisti….e gli scrittori…..come ci definisce!
      Le visite alle manifestazioni possono anche essere riportate con inesattezze. Sicuramente non volute. Ma suvvia non adombriamoci troppo!
      Nulla da dire rispetto ai trattori…ma a noi sono piaciuti molto quelli che abbiamo citato…ad altri osservatori altri ancora…e agli esperti ( cosa che non siamo!) altri ancora.
      Vede, caro signore, Impariamo sempre anche Noi confrontandoci…..non siamo proprio entrati nel merito dell’ esposizione trattoristica…e non può che far piacere sapere che, da sola, val più del resto.
      Nessuno si sogna di affermare che una festa delle castagne o dell’uva o del salame è meno importante di altre…non siamo così folli!
      Ma il diritto di critica e di suggerire anche altre cose da così fastidio!
      L’organizzazione che Lei rappresenta è di quelle molto importanti e lo sappiamo bene quanti meriti ha!
      Infine….Sul parco delle Driadi siamo in piena sintonia…molto…. moltissimo!
      Sulle bellezze di castello poi…non c’è storia!
      Un suo recupero e utilizzo lo auspicano tutti anche quelli che vengono a visitare il paese…. quelli che vengono a v i s i t a r e, quelli che compreno un sacchetto di castagne, un panino, una bottiglia di vino ….poi decidete voi che fare! ma almeno il diritto di critica!
      Auguriamo grandi SUCCESSI alle iniziative vostre e dell’associazionismo arquatese!
      cordialmente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...