TERRE PIACENTINE BATTAGLIERE!

Ieri, per lavoro, ci siamo recati a Roma e ne abbiamo approfittato, nel viaggio di ritorno, per ri-leggerci una parte di un libro veramente notevole “terre piacentine” che potete trovare facilmente nelle librerie piacentine…scritto da Giovanni Zilioli e Domenico Ferarri per l’editore LIR.

Siamo rimasti affascinati dal “racconto” unitario degli autori che descrivono il territorio, raccontano pregi, magagne, vizi e raccontano e…….

Ognuno la pensi come vuole ma,  dopo questa lettura, si è rafforzata in noi una convinzione: quante “porcate” sono state commesse in nome di un finto e ipocrita “ progresso” a spese del nostro territorio, delle sue bellezze, della sua storia, del suo paesaggio agrario e della sua gente!!

In pochi kilometri abbiamo una mega…mega….cementaria, una mega….mega fornace per laterizi, una centrale nucleare…….una grande ed esagerata area logistica e altre 4 centrali elettriche di grandi o notevoli proporzioni.

Ed ora, da più parti si sente “sussurrare” che a Caorso…….si riattiverà la centrale (??).

Allora proviamo a fare un esercizio di “ipocrisia “ chiedendoci:

1-     Chi è felice di vivere, se non costretto, all’ombra di una centrale nucleare?

2-     Chi è felice di vivere in zone ad alto inquinamento industriale?

3-     Chi sarebbe contento se si realizzasse un sito di raccolta di scorie tossiche nelle vicinanze del proprio paese?

4-     Chi è convinto che, per il progresso, si potrebbero anche produrre alimenti OGM per alimentazione umana ?

5-     Chi è favorevole alla continua, lenta e subdola privatizzazione dell’acqua potabile?…Si proprio della vitale acqua?    

Risposta: qualcuno che sceglie per Noi c’è sempre! 

Quando si affrontano certe discussioni non dimentichiamo MAI che grandi ” investimenti” sono sempre fonte di grandi  “interessi”……che ci vengono presentati con grande ” ipocrisia” come progresso, indispensabili, creatori di diffuso benessere e altre “stupidagini” simili!

Noi cittadini siamo come i bambini di scuola da tener buoni!

Piacenza ha già dato molto in tutti i sensi: produciamo il 10% dell’energia nazionale, abbiamo lasciato che si insediassero nelle zone collinari impianti industriali a grande impatto ambientale (valdarda), abbiamo lasciato che 2 milioni di metri quadrati di terreni fertilissimi ( circa 2600 pertiche) fossero cementificati per un polo logistico che ha creato una manciata di posti di lavoro ( pochissimi qualificati)……..abbiamo frane gigantesche che potrebbero produrrre “ catastrofi”, montagne con servizi ridicoli…ridicoli, infrastrutture in collina e montagna ferme agli anni ‘60 ( quando va bene!) e …….aumentano i tumori, diventano croniche le malattie respiratorie dei bambini, aumentano le persone allergiche…..ABBIAMO GIA’ DATO!!

Pensate che si possa  continuare a far finta di niente?

Abbiamo bisogno di amministratori “sensibili”e battaglieri; di partiti politici “sensibili” e battaglieri …..sappiamo che ci sono  forze politiche e amministratori locali più sensibili e battaglieri……li attendiamo.

ABBIAMO BISOGNO DI ALTRO SVILUPPO SOSTENIBILE: turismo, vitivinicoltura, agricoltura, artigiantato, servizi, produzioni non impattanti, energia pulita, innovazione….qualità della vita!

Rapidamente perché il tempo passa…..

4 pensieri riguardo “TERRE PIACENTINE BATTAGLIERE!

  1. Bravi, perchè affrontate sempre argomenti interessantissimi. Condivido in pieno le vostre analisi e desidero aggiungere una sola cosa: abbiamo bisogno in valle anche e soprattutto di cittadini sensibili e battaglieri pronti a difendere il nostro territorio, perchè davvero non possiamo più far finta di niente.
    Questo è il nostro mondo, ed è l’unico che abbiamo.

  2. I N V I T O

    Presentazione del libro “Terre Piacentine”
    Martedì 20 Aprile 2010
    Ore : 21.00

    Casa Illica
    Via Sforza Caolzio, 47 – Castell’Arquato (PC)

    RSVP : 366-4069000 casaillica@gmail.com

    Giovanni Zilioli – poeta e scrittore- e Domenico Ferrari Cesena- ordinario di computer science presso l’Università Cattolica di Piacenza e Capo Delegazione F.A.I. di Piacenza- presenteranno il loro volume “Terre Piacentine” (Ed. LIR, Piacenza 2010), un’originale “cavalcata” lungo il territorio della nostra Provincia, compiuto, il primo, in sella ad una bicicletta, il secondo sulle ali della fantasia. Un’appassionata, vivace, problematica scrittura a quattro mani, alla ricerca-come recita il sottotitolo dell’opera- di “bellezza, memoria e sofferenza di un territorio italiano” troppo spesso violato e preda dell’indifferenza. Uno stimolo a ripensare il rapporto con l’ambiente in cui viviamo, a rinvenire motivi di dibattito e riflessione, affinché non si smarrisca il valore di una millenaria cultura, fatta di uomini, cose e paesaggi.

    I N V I T O

    Presentazione del libro “Terre Piacentine”
    Martedì 20 Aprile 2010
    Ore : 21.00

    Casa Illica
    Via Sforza Caolzio, 47 – Castell’Arquato (PC)

    RSVP : 366-4069000 casaillica@gmail.com

    Giovanni Zilioli – poeta e scrittore- e Domenico Ferrari Cesena- ordinario di computer science presso l’Università Cattolica di Piacenza e Capo Delegazione F.A.I. di Piacenza- presenteranno il loro volume “Terre Piacentine” (Ed. LIR, Piacenza 2010), un’originale “cavalcata” lungo il territorio della nostra Provincia, compiuto, il primo, in sella ad una bicicletta, il secondo sulle ali della fantasia. Un’appassionata, vivace, problematica scrittura a quattro mani, alla ricerca-come recita il sottotitolo dell’opera- di “bellezza, memoria e sofferenza di un territorio italiano” troppo spesso violato e preda dell’indifferenza. Uno stimolo a ripensare il rapporto con l’ambiente in cui viviamo, a rinvenire motivi di dibattito e riflessione, affinché non si smarrisca il valore di una millenaria cultura, fatta di uomini, cose e paesaggi.

    I N V I T O

    Presentazione del libro “Terre Piacentine”
    Martedì 20 Aprile 2010
    Ore : 21.00

    Casa Illica
    Via Sforza Caolzio, 47 – Castell’Arquato (PC)

    RSVP : 366-4069000 casaillica@gmail.com

    Giovanni Zilioli – poeta e scrittore- e Domenico Ferrari Cesena- ordinario di computer science presso l’Università Cattolica di Piacenza e Capo Delegazione F.A.I. di Piacenza- presenteranno il loro volume “Terre Piacentine” (Ed. LIR, Piacenza 2010), un’originale “cavalcata” lungo il territorio della nostra Provincia, compiuto, il primo, in sella ad una bicicletta, il secondo sulle ali della fantasia. Un’appassionata, vivace, problematica scrittura a quattro mani, alla ricerca-come recita il sottotitolo dell’opera- di “bellezza, memoria e sofferenza di un territorio italiano” troppo spesso violato e preda dell’indifferenza. Uno stimolo a ripensare il rapporto con l’ambiente in cui viviamo, a rinvenire motivi di dibattito e riflessione, affinché non si smarrisca il valore di una millenaria cultura, fatta di uomini, cose e paesaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...