Anche la valtolla cerca giovani contadini

Riprendiamo una riflessione importante di Roberto Burdese di slow food [ wired ottobre 2010] per confezionare questo post….

” L’agricoltura, ci informa Burdese,  è responsabile del 33 per cento delle emissioni di gas serra! Paradossale ma è così!”

Chiaramente occorre ripartire da qui per verificare il da farsi per non “fotterci” quel po’ di mondo che ci resta integro e per arrestate il fenomeno citato che, alla lunga [ una lunga sempre  più vicina] potrebbe causare un surriscaldamento del pianeta disastroso: scioglimento dei ghiacciai mondiali, cambiamento delle temperature, innalzamento del livello dei mari e altre cosette simili…

Noi in valtolla, isola felice della…… terra, non abbiamo quasi più contadini attivi e dunque non disperiamo! Che c’importa!

Quei pochi resistenti la smettessero di insistere a voler fare quest’attività così rustica e faticosa [perché la terra è bassa, molto bassa …e si fa una gran fatica a lavorare piegati in due!]

Non si diano più finanziamenti agli agricoltori, sopratutto a quelli di montagna!  Meglio concentrarci su ponti, superponti e guerre “umanitarie”…!

Meno agricoltori uguale a riduzione di inquinamento  e  di  gas serra.

Ben vengano, dunque,  fabbriconi e pomodori cellulosici, mozzarelle blu e altre cose del genere!

QUESTA POTREBBE ESSERE LA REAZIONE [scherzosa e ironica] DI FRONTE AL  DATO SULLE EMISSIONI DI GAS SERRA CHE ABBIAMO RIPORTATO.

Ovviamente essere consapevoli per evitare che le cose restino così o peggiorino è d’obligo.

L’agricoltura tutta dovrà, anche lei, fare la sua parte, ripensarsi….”ripulirsi” di falsi miraggi industriali e smetterla di rincorrere il mito della produttività tout court.

Ma per fare questo occorre che vi siano, nel settore, risorse fresche [leggi giovani] che possano ripensare il modo di produrre, ritornare alle origini, avvicinare il loro lavoro al consumatore [ la famosa “filiera corta”]….difendere l’ambiente…la nostra grande e unica madre Terra!

Allora l’aiuto ” pubblico” dato alle giovani generazioni di agricoltori…che son sensibili anche ai temi ambientali, che pensano a produrre bene e a non inquinare il loro [ nostro ] mondo è d’obbligo.

Ma le cose, nel nostro Paese, non vanno così e neppure in valtolla possiamo ridere.

Se nel Paese in campagna ci lavorano 1 giovane, sotto i 35 anni, ogni 13 agricoltori in valtolla stanno scomparendo tanto i 13 agricoltori quanto l’uno giovane under 35.

In Francia il rapporto è 1 giovane ogni 1,5 agricoltori complessivi.

Eppure vi sono anche da noi, qui nella valdarda-valtolla,  comparti con una discreta presenza giovanile: la vitivinicoltura collinare.

Una vitivinicoltura che nella valtolla è di eccellente qualità ed è ben estesa nell’intera fascia collinare da Vigoleno a Diolo passando per Valdarda e Valchiavenna con picole e medie aziende dirette da giovani o con presenze giovanili significative.

Ma più sù, verso la  montagna non è così, nella valtolla classica siamo ben oltre al rapporto 1 su 13  di cui si diceva.

Sempre dovrebbero avere la priorità le aziende giovani del monte e del colle quando  partecipano ad un bando pubblico.

Invece spesso sono esclusi  perché quà e perché la…. “che rabbia” e che delusione dovranno provare questi imprenditori montani.

Ci domandiamo “ma è mai possibile che non ci si renda conto che i giovani che restano a fare intrapresa agricola in montagna e collina vanno aiutati sperando che non se ne vadano …. aiutandoli il più possibile? “

Aiutarli con provvedimenti ad hoc legati anche alla qualità della loro vita! Internet gratis, detassazioni di certi servizi famigliari, sburocratizzazione nelle pratiche imprenditoriali.

Aiutarli nelle loro produzioni, favorirendo le aggregazioni consortili, le tipizzazioni, il marketing, favorire e aiutare in fase di avviamento la scelta biologica…..ecc….ecc….

In ogni caso quei pochi giovani agricoltori che conosciamo e che fanno viticoltura sono veramente bravi e coscienti del loro ruolo! Quei pochi agriturismi montanari che abbiamo frequentato ci hanno trattati da re!

Per ora, purtroppo, giovani agricoltori in valtolla cercasi!

Nel resto del paese consumatori più consapevoli  cercasi! Cercasi per unirsi con questi giovani agricoltori!

Natural valley?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...