NON CONVEGNI MA OPERE …(1)

Proseguendo la nostra analisi sulla valtolla  siamo giunti ad alcune considerazioni che esprimiamo per evitare che ci propinino (le istituzioni) l’ennesimo convegno-presentazione di una qualche ricerca sulla pellacccia nostra( ne abbiamo pieni i cassetti e anche qualcosa d’altro!).

Se proprio vogliono fare un “ripasso ” vadano a  leggersi le decine di relazioni (una di queste allegata alla documentazioned del sito web della nostra comunità montana) giacenti in Provincia, Regione e Comuni e scoprirannno che tutte le analisi possibli son state fatte, che  nulla è migliorato ……ma solo preggiorato e dunque……c’è da fare!…..Qualche ” pillola “, in ogni caso, per rinfrescare la memoria non si nega a nessuno.

In generale

Lugagnano, nel suo complesso, ha assunto un ruolo quasi “ urbano” per l’intera alta valle….anzi questa dimensione è destinata a crescere e a divenir riferimento anche per luoghi più a nord della valle.

Vi sono banche, ufficio postale, scuole fino alla licenza media, servizi per l’infanzia, casa di riposo, mercato settimanale ben strutturato, corriere di linea abbastanza frequenti, molti negozi alimentari moderni, ristoranti e bar, farmacie, medici di famiglia, veterinari, servizi AUSL, officine, attività di servizio per il commercio, l’agricoltura e l’artigianato…..manca poco!…..Manca, a nostro parere, un po’ di  ricettività, un minimo di pronto soccorso permanente, una migliore qualità dell’aria (questa è una pecca grande). Tanti punti di forza ma anche debolezze…piccole ma significative debolezze!

Punti deboli

lavoro....reddito...servizi...

In generale le mancanze maggiori si riscontrano nelle zone più a monte della valtolla…diciamo a sud di Vernasca e Lugagnano e a Morfasso.

In tali aree, infatti, vi sono le maggiori criticità nelle infrastrutture di collegamento, scarsità di nuove iniziative imprenditoriali (soprattutto femminili) e scarso grado di integrazione del settore turistico ( di quel poco che c’è) con il resto del sistema economico locale.

Vi è insuffienza dei servizi di prossimità (sociali) nelle aree e comuni più montani e molto scarsa è la valorizzazione delle opportunità a disposizione della popolazione “ rurale” (in generale di quella che abita nei piccoli borghi).

Troppo contenuta la presenza di strutture dedicate al turismo rurale (agriturismi) in rapporto alle opportunità offerte dal territorio stesso che è molto, veramente molto, bello!

Il declino demografico e l’invecchiamento della popolazione (inevitabili) sembrano vissuti come calamità e non vi sono in atto tendenze contrarie che possano far intravedere altre soluzioni.

Si lascia “ morire “ il commercio locale ( anche quello minimo) e questo è un punto molto, molto critico….l’inizio della desertificazione sociale.

Andiamo incontro ad una crescente dispersione dei saperi tradizionali come lo sono, per solo esempio: le lavorazioni agricole e  artigianali legate alla gestione dei terreni agricoli.

Si vanno depauperando le tradizioni storiche e culturali e si perdono esempi  di mirabili ruralità architettoniche.

Il territorio, già così compromesso da smottamenti, difficoltà viabilistiche, scarsità di servizi  beneficia anche pochissimo delle ” modernità tecnologiche ”  che il progresso ha portato ovunque.

Vi sono gravissimi limiti delle connettività veloci che non permettono neppure insediamenti o permanenze di certe professioni intellettuali.

Vi sono interi paesi che per utilizzare la telefonia mobile, oggi anche eccezionale strumento di lavoro, devono fare i  salti mortali ( a Vezzolacca solo tim  e molto saltuariamente …..solo sul sagrato della chiesa piuttosto che in via …….. e cose simili).

Staremo a vedere se nell’annunciata nuova informatizzazione della montagna arriverà anche la possibilità di connettersi( anche con il telefono mobile) velocemente ….non diciamo con i famosi 7 mega ma almeno con i due …ma che ci siano!

Quale prima conclusione?….Se questo è il quadro stiamo freschi!

Nel prossimo post ci soffermeremo sui punti di forza e sulle opportunità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...