Un grande onore per la valtolla: la visita di un nobel per la pace

Proprio oggi stesso il blog dei quaderni della valtolla ( http://www.quadernivaltolla.wordpress.com),  al quale potete accedere tramite il nostro sito dal widget laterale o cliccando sullo stesso indirizzo web, pubblica un resoconto del raduno annuale degli amici dell’antica chiesa di Sant’ Andrea di Castelletto che si è tenuto lo scorso 1° Agosto.

Qui ha partecipato il premio Nobel per la pace 1985 prof. Francasco Bruno Gnisci, di origini italo-argentine.

Un grande onore ascoltarlo, ascoltare un grande uomo! Un grande onore per la valtolla e un grande grazie a chi lo ha portato tra di noi.

Magica chiesa di sant’ Andrea di Castelletto, magina icona della valtolla!!

———————————————————-

Moltissimi non sanno chi è il prof. Gnisci e allora ……

Esperto in problematiche psico-sociali, collaboratore con numerose università italiane e mondiali, di origini Italo-Argentine ( questi italiani d’Argentina….comne cantava Iavano Fosati, questi figli e nipoti o pronipoti di emigranti  andati in fondo almondo a cercar fortuna…)  il Prof. Francesco Bruno Gnisci è stao anche premio UNESCO per l’educazione alla pace del 1984.

Era vice presidente dell’ associazione internazionale per la prevenzione della guerra nucleare “INTERNATIONAL PHYSICIANS FOR THE PREVENTION OF NUCLEAR WAR” ( IPPNW)  che nel 1985 fu insignito del premio Nobel per la pace.
L’IPPNW è una federazione di organizzazioni nazionali nata negli anni 80 per sensibilizzare i medici e spingerli a far pesare la loro influenza contro la minaccia rappresentata dalle armi nucleari.

L’organizzazione è stata creata da un piccolo gruppo di medici americani e sovietici, convinti che tra i loro doveri professionali ci fosse quello di impegnarsi per la prevenzione della guerra nucleare, e che il loro impegno comune per la sopravvivenza pesasse di più delle ideologie che li dividevano.

Nel corso degli anni ’80 e ’90 l’organizzazione ha diffuso informazioni ampiamente    documentate    sugli    effetti    della    produzione,    della sperimentazione e dell’uso delle armi nucleari sulla salute e sull’ambiente, attraverso una serie di saggi autorevoli, e di articoli pubblicati sia da riviste mediche che dalla stampa generalizzata.

Nel 1985 il Comitato Nobel Norvegese decise di assegnare il Premio Nobel per la Pace all’IPPNW per aver “fornito preziosi servigi all’umanità divulgando informazioni autorevoli e diffondendo la consapevolezza sulle catastrofiche conseguenze di un conflitto nucleare”.
Nel 1991 l’IPPNW, sulla base del proprio impegno per i problemi della salute nel senso più ampio del termine, ha allargato il proprio mandato per includervi la prevenzione di qualsiasi forma di conflitto armato e la promozione di metodi alternativi di risoluzione dei conflitti.

Oggi l’IPPNW è una federazione universale super partes di organizzazioni mediche nazionali che coinvolgono più di 100.000 tra medici, operatori sanitari e cittadini interessati in oltre 60 paesi, riuniti dall’obiettivo di prevenire qualsiasi forma di scontro armato, di promuovere la risoluzione non violenta dei conflitti, e di minimizzare l’effetto delle guerre e dei preparativi bellici sulla salute,l’ambiente e lo sviluppo.

———————————————————-

COSA DIRE DI PIU’ ?  ASCOLTARE UNO DEI GRANDI DELLA TERRA, PROPRIO QUI DA NOI, NELLA PICCOLA VALTOLLA  ?  CHE PIACEVOLE SORPRESA IN QUESTA  MEZZA ESTATE 2010!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...