CASTELL’ ARQUATO: BORGO D’ARTE E CULTURA?

Ieri sera, 12 febbraio alle ore 21, si è svolta la prima tavola rotonda organizzata dalla neonata associazione culturale ” Driade ” a Castell’arquato.

Il tema era di quelli importanti e la serata non ha deluso le aspettative; relatori di alto livello, istituzioni presenti e una buona cornice di pubblico.

La serata è stata moderata  dalla brillante e preparatissima  Mara Barbieri validamente supportata dalla dott.a Fabrizia Boiardi.

Presentati gli ospiti, fatto un breve excursus della situazione locale, la conduttrice ha invitato il Sindaco ad intervenire.

Ivano Rocchetta, giovane e brillante Sindaco non ha deluso le aspettative e con passione ( tanta passione) ha illustrato gli obiettivi della sua giunta: collaborazione con le Istituzioni Provinciali e regionali, alleanze strategiche con gli enti viciniori per costruire un comprensorio turistico nell’ambito del prodotto Piacenza che valorizzi le grandi e ancora, in gran parte, inespresse potenzialità arquatesi.

Valorizzazione e massima apertura nei confronti dell’associazionismo locale tutto che è fortemente impegnato per valorizzare al massimo il territorio.

Il Sindaco nella sua breve ma efficace esposizione non ha dimenticato i servizi necessari per i cittadini arquatesi, le scuole, gli anziani, i giovani e lo sport ( nuovo centro sportivo, nuova casa protetta, ecc…..) mettendoli fortemente in relazione con la necessaria crescita del settore turistico.

Via sforza Caolzio (clicca sulla foto per ingrandire)

Maurizio Parma, Assessore al Turismo e Marketing della  Provincia di Piacenza ha illustrato le strategie di attacco al settore per rendere il prodotto Piacenza conosciuto e frequentato.
Ha ribadito che senza strutture ricettive non si fa turismo, senza ragionare per aree e prodotti eccellenti non si va lontano e prospettato anche interventi innovativi per attrarre il turismo dalle nostre parti ( potenziare i club di prodotto, ripensare agli strumenti di promozione, guide turistiche mobili e tecnologiche… la realtà aumentata, ecc…)

Bernardo Baccanti,Vicesindaco, Assessore Attività Produttive – Sport – Attività Culturali e Turistiche – Rapporti con le Associazioni del Comune di Castell’Arquato ha completato il quadro delineato dal Sindaco e, nel corso della serata, ha ribadito la necessità di dover metter mano a nuovi interventi per rendere fruibile l’ostello e potenziare il sistema museale.

Lo stesso sindaco di Lugagnano, Papamarenghi, è intervenuto confermando la disponibilità a lavorare insieme, a mettere insieme le ” eccellenze ” di castello e Lugagnano  e dell’ intera zona (  iniziando con velleia romana, il parco provinciale del monte moria e la riserva del piacenziano)

Sono intervenuti portando la loro esperienza e preziose testimonianze  Alessandro Benvenuti, Presidente Parma Turismi Srl e Luca Bruschi dell’ associazione Via Francigena ( quest’ ultimo ha invitato a considerare il percorso francigeno della valdarda come opportunità anche culturale)

Francesco Timpano,  direttore Master in Marketing Territoriale Università Cattolica del Sacro Cuore ha esposto alcune idee di sviluppo del turismo legato al territorio fornendo dati interessantissimi.

Infine Carlo Francou, Direttore del Museo Geologico G. Cortesi (una meraviglia di museo), ha fatto un breve excursus sulle tappe che lo hanno visto protagonista dei livelli raggiunti dal museo geologico e della nascita della riserva del Piacenziano auspicando, infine,  una grande collaborazione tra i comuni locali per rendere maggiormente fruibili le risorse naturali della zona.

Fabrizia Boiardi dell’associazione driade ha poi  rammentato, al termine della tavola rotonda, che il Convegno ha voluto rappresentare un’opportunità d’incontro e confronto propositivo sulle tematiche del Turismo, del marketing territoriale e del fare sistema.

Per un borgo storico come Castell’Arquato per cui, nel corso degli anni, il “Turismo” è divenuto tema di dibattito e forti discordie è necessario ” ripartire”.

Noi del blog siamo convinti che il convegno e la nuova associazione driade non mancheranno di suscitare ancora dibattito e commenti: questo era anche lo scopo.

Una questione, in ogni caso,  è apparsa chiara a tutti i partecipanti: non si può fare turismo in un paese solo, servono alleanze…..e coinvolgimento di tutti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...